Moto2, GP di Stiria: Martin penalizzato, prima vittoria per Bezzecchi

Seconda gioia di giornata per lo Sky Racing Team VR46 dopo il successo di Vietti in Moto3. Terzo gradino del podio per Gardner, 7° Marini che mantiene la testa del mondiale

Share


Dopo la fantastica vittoria ed il dominio italiano nella Moto3 con il primo successo in carriera per Celestino Vietti davanti a Tony Arbolino, anche la classe intermedia ci ha regalato delle gioie “tricolore” visto che a vincere la gara è stato Marco Bezzecchi. Il pilota Sky Racing Team ha recuperato dopo una partenza difficile fino ad arrivare a giocarsi la vittoria all’ultimo giro con quell’Jorge Martin che nel 2018 gli aveva tolto la gioia del mondiale Moto3. A tagliare il traguardo per primo, in realtà è stato Martin che però, proprio come la settimana scorsa, è passato sul verde fuori da curva 8 all’ultimo giro, manovra che gli è costata la vittoria.

“Sono molto contento oggi - ha detto Bezzecchi - ho pianto come un bambino durante il giro di rientro. All’inizio ho perso delle posizioni perché sono andato in folle al primo giro, poi però ho spinto forte. Non ero abbastanza forte in frenata quindi ho provato a indurlo all’errore”.

Martin, dunque, ha guadagnato solo 20 punti in ottica mondiale non sfruttando a pieno la gara difficile di Luca Marini che ha chiuso in settima posizione.

“Pensavo di aver vinto – ha detto Martin - non avrei voluto correre quel rischio e pensavo di non aver toccato il verde. Bezzecchi ne aveva di più ma non è riuscito a giocarsi veramente la vittoria. Peccato, mi sarei meritato di più”. 

Terzo gradino del podio per un ottimo Remy Gardner che sale su quel podio che aveva sognato la scorsa settimana quando siglò la pole position. 

“Gara difficile oggi – ha detto l’australiano - sono deluso dalla scorsa settimana perché pensavo di fare meglio. Bezzecchi era troppo più veloce di me in rettilineo e quando mi ha passato ho capito che non sarei più potuto arrvare secondo. Ho fatto il mio meglio”. 

Quarta posizione per Tetsuta Nagashima davanti a Luthi e Vierge. Come detto settima posizione per Luca Marini che mantiene la leadership del mondiale con 8 punti di vantaggio su Enea Bastianini e Martin, secondi a parimerito. La Moto2 si dimostra ancora una volta equilibratissima con ben 5 piloti in 22 punti dopo 6 gare dall'inizio della stagione. 

Dietro al primo della classe si è classificato Dixon con Garzo e Bastianini alle sue spalle. Fuori dalla top10 Schrotter e Roberts, seguiti dalla tripletta italiana Bulega-Manzi (miglior moto non Kalex al traguardo)-Baldassarri con Bulega che è stato indirettamente coinvolto nell'incidente del terzo giro in curva 3, dove Sam Lowes ha centrato Chantra e Navarro venendo penalizzato con una bandiera nera. Fuori anche Aron Canet, caduto al secondo giro in curva 4 mentre era nella scia di Martin.

Share

Articoli che potrebbero interessarti