Moto3, Rodrigo in pole position nel caos provocato da Masia

Il pilota Leopard inonda la pista d'olio nel Q1 e viene squalificato. Mentre l'alfiere del team Gresini fa tutto bene e domani partirà davanti tutti con Fernandez e Suzuki al suo fianco. 4° Arbolino

Share


Sono state delle qualifiche abbastanza caotiche quelle della Moto3 valide per il GP di Stiria, il secondo consecutivo sul tracciato del Red Bull Ring. La confusione di cui parliamo riguarda gli ultimi secondi del Q1 quando Jaume Masia è caduto in curva 6 e ripartendo ha inondato di olio l'ultimo settore della pista. Il pilota del team Leopard è stato poi penalizzato per l'accaduto e non ha potuto disputare il Q2. 

La pole position in queste lunghe qualifiche della Moto3 è andata a Gabriel Rodrigo che ha fatto segnare il tempo di 1:36.470 all'ultimo dei sette giri del suo Q2. Dietro al pilota del team Gresini si è qualificato Fernandez con la KTM del team Ajo, lontano 12 millesimi dal leader e che domani tenterà di mettersi subito davanti in partenza per evitare la fuga di Rodrigo.

Prima fila, ritrovata, per Tatsu Suzuki a 64 millesimi da Rodrigo. Il giapporiccionese deve rimediare a un paio di gare sottotono dopo la vittoria di Jerez 2 e domani proverà a bruciare tutti in partenza e imporre il suo ritmo. Seconda fila e quarto posto per Tony Arbolino davanti a Celestino Vietti che ha girato da solo per tutto il Q2. Al loro fianco domani partirà John McPhee, secondo nel mondiale e che dovrà raccogliere punti importanti per la classifica. Settima posizione per Dennis Foggia che avrà Ogura e il leader del mondiale Arenas alla sua destra. 

Darryn Binder ha chiuso in top10 davanti a Oncu e Salac con Garcia, Alcoba e Antonelli in quinta fila. Nepa e Kaito Toba sono i fanalini di coda del Q2 prima dello squalificato Masia che domani dovrebbe partire 18° salvo ulteriori penalizzazioni. Sono invece rimasti fermi nel Q1 a differenza proprio di Masia oltre che Antonelli, Oncu e Binder, gli italiani Rossi, Fenati, Migno e Pizzoli con gli ultimi due che sono caduti nel giro di rientro a causa dell'olio lasciato in pista da Masia

Share

Articoli che potrebbero interessarti