Moto3, FP3: Le bandiere gialle cancellano il record di Arbolino, Vietti 1°

Il pilota dello Sky Racing Team ha mantenuto la testa della combinata grazie al tempo fatto segnare ieri, mentre Arbolino, dopo il giro cancellato, è scalato in 8° posizione. 5° il leader del mondiale Arenas

Share


Ormai anche il sabato mattina è una qualifica. Così, con queste poche parole, potremmo riassumere le FP3 della Moto3 che questa mattina ha visto i suoi piloti scendere in pista con l’obiettivo di centrare il tempo giusto per qualificarsi direttamente al Q2. 

Il migliore è ancora Celestino Vietti con il suo 1:35.997, fatto segnare nella mattinata di ieri. Dietro di lui si sono classificati Garcia (+58 millesimi) e Fernandez che hanno entrambi preceduto Ai Ogura ed il leader del mondiale Albert Arenas.

La classifica che vi stiamo raccontando, però, è frutto di una serie di giri cancellati e di penalità, se così possiamo chiamarle, arrivate qualche minuto dopo la bandiera a scacchi a causa delle bandiere gialle esposte nel finale di sessione per l'incidente di Yamahaka in curva 1. La più importante di queste penalizzazioni è stata sicuramente quella data a Tony Arbolino che aveva firmato il suo miglior tempo all’ultimo giro lanciato girando in 1:35.767, record della Moto3 al Red Bull Ring. Il pilota del team Snipers, e al centro di molte voci di mercato riguardanti il suo passaggio in Moto 2 che secondo il suo manager Carlo Pernat avverrà al 100%, è scalato in 8° posizione dietro anche a McPhee e Rodrigo ma davanti al compagno di team Salac e a Tatsu Suzuki, l’unico tra i migliori 14 a non aver migliorato il proprio tempo di ieri insieme al leader Vietti. 

11° posizione per Alcoba davanti a Nepa, Toba e Dennis Foggia, ultimo dei qualificati diretti al Q2. Passeranno obbligatoriamente per il Q1, invece, Masia, Oncu e Migno che occupano le posizioni dalla 15° in giù davanti a Binder e Fenati con Sasaki, 20°, a precedere Antonelli e Riccardo Rossi. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti