Tu sei qui

Record elettrico: 1.026 km con una ricarica per la Hyundai Kona

Il B-SUV elettrico coreano stabilisce il record di autonomia con una singola carica. Tre esemplari tutti oltre la soglia dei mille km a zero emissioni

Auto - News: Record elettrico: 1.026 km con una ricarica per la Hyundai Kona

Share


Il mercato delle auto elettriche spinge sempre più forte e sempre più in alto si alza l’asticella delle prestazioni. Su una vettura elettrica, a differenza dei motori endotermici, fa più notizia l’autonomia delle batterie e la velocità di ricarica che la potenza del motore. Fondamentalmente si sa che i motori elettrici vantano prestazioni da capogiro ed allora bisogna spingere tutto sulla durabilità del sistema a zero emissioni.

Ed è così che il colosso coreano è riuscito sul circuito di Lausitzring in Germania ad effettuare una prova di autonomia da oltre 1.000 km con i suoi B-SUV di successo. Tre sono stati gli esemplari di Kona Electric coinvolti e tutti e tre hanno superato i 1.000 km prima di fermarsi.

Nello specifico: 1.018,7 per la più “assetata”, 1.024,1 e 1.026 chilometri, che rappresenta il record assoluto. Inoltre, in relazione alla batteria utilizzata (con capacità di 64 kWh), ogni singolo valore raggiunto dalle tre Kona Electric rappresenta un altro record, in quanto a consumo di energia. Il valore massimo raggiunto è stato di 6,24 kWh/100 km (6,28 e  6,25 per le altre due) ed è ben al di sotto del valore standard di 14,7 kWh/100 km determinato dal ciclo medio combinato WLTP.    

Gli esemplari di Kona Electric utilizzati sul circuito di Lausitzring fanno parte della produzione di serie ed offrono quindi una autonomia dichiarata di 484 chilometri, secondo lo standard WLTP. Inoltre, i tre SUV compatti da 204 CV sono stati guidati da diversi conducenti, che si sono alternati durante i tre giorni di prova, senza modificare i sistemi di assistenza. Dekra, l’organizzazione che gestisce anche il circuito di Lausitzring dal 2017, ha garantito che tutto andasse secondo i piani durante la prova, grazie al lavoro dei suoi ingegneri, che hanno monitorato i veicoli e tenuto traccia di ciascuno dei 36 cambi di pilota.        

In realtà i tecnici Hyundai insieme a Thilo Klemm, Head of After-Sales Trainig Center, avevano previsto un’autonomia teorica compresa tra i 984 e 1.066 chilometri, calcolati sulla simulazione di una guida alla velocità media del traffico cittadino.

I tre equipaggi hanno guidato con la massima efficienza, usando tutta l’energia disponibile esclusivamente per la propulsione del motore. Soltanto la luce di posizione diurna è rimasta accesa.

La velocità media registrata dalle squadre è rimasta compresa tra i 29 e i 31 km/h. Anche se a prima vista possono sembrare velocità basse, la prova è stata effettuata simulando le tipiche condizioni di traffico urbano, incluse le ore di punta e i semafori, nonché le zone a 30 km/h delle aree residenziali.

Faccio le mie congratulazioni a tutti coloro che hanno preso parte a questa prova, che ha dimostrato che la nostra Kona Electric è accessibile, immediatamente disponibile e altamente efficiente”, ha affermato Michael Cole, Presidente e CEO di Hyundai Motor Europe. “Questa vettura lifestyle-oriented combina il design accattivante di un SUV compatto con i vantaggi di un veicolo elettrico eco-friendly. Ciò significa che ogni cliente di Kona Electric acquisterà un veicolo con una gamma di tecnologie sofisticate che rimangono adatte all’uso quotidiano“.

Articoli che potrebbero interessarti