MotoGP, Gran Premio Austria: Dovizioso saluta Ducati vincendo, Mir 2°, Miller 3°

Andrea Dovizioso dopo aver detto addio alla Ducati regala la quinta vittoria consecutiva alla Rossa sul Red Bull Ring. Sul podio Mir e Miller, Rossi 5° dietro Binder. Tante cadute, male Quartararo e Vinales

Share


ORE 15:28 - Termina qui la nostra cronaca LIVE del Gran Premio d'Austria MotoGP 2020. Grazie per averla seguita con noi e restate sintonizzati su GPOne.com per tutte le dichiarazioni dei protagonisti direttamente dal paddock del Red Bull Ring. 

ORE 15:20 - Andrea Dovizioso ha dunque conquistato in Austria un risultato atteso e meritato, raccogliendo la sua 14a vittoria in MotoGP in sella ad una Ducati. Proprio nel giorno successivo all'annuncio della separazione tra i due, questa vittoria ha senza dubbio un sapore particolare che non può di certo essere definito dolce. Adesso hanno senza dubbio entrambi la grande responsabilità di portare avanti la stagione nel migliore dei modi, di raccogliere altre vittorie e magari tentare di vincere un titolo che sarebbe in ogni caso la ciliegina sulla torta perfetta dopo 8 anni di storia assieme. 

Alle spalle di Dovizioso ha chiuso uno splendido Joan Mir, autore di una prestazione maiuscola in questo Gran Premio culminato in un passaggio all'ultimo giro su Miller, che si è dovuto accontentare dell'ultimo gradino del podio. Ai piedi del podio è invece finito Brad Binder, che ha potuto approfittare dell'uscita di scena di due compagni di marca come Pol Espargarò e Miguel Oliveira, oggi più incisivi. Il sudafricano è però stato bravo a risalire la china e non commettere errori, esattamente come Valentino Rossi, che ha raccolto un insperato 5° posto qui in Austria mettendo punti importanti in cascina per la classifica. 

Sesta posizione per Taka Nakagami, miglior pilota Honda al traguardo davanti a Danilo Petrucci, solo 7° e non in grado di replicare le prestazioni di Dovizioso e Miller in sella ad una velocissima GP20. Peggio è andata a Quartararo, ottavo alle spalle di Petrux. Fabio resta leader del mondiale, ma dopo la mezza battuta di arresto a Brno anche qui le cose non sono andate benissimo. L'errore nell aprima parte della prima frazione di gara l'ha costretto ad un grande recupero, ma Quartararo non è mai apparso incisivo al Red Bull Ring se non in qualifica. A chiudere la top ten Iker Lecuona davanti ad un Maverick Vinales che dopo aver sgenato una pole stratosferica in qualifica, si conferma gambero in gara. Solo decimo al traguardo dopo una corsa difficile. 

ORE 15:17 - Ed ora le attese parole di Andrea Dovizioso, che ha conquistato una vittoria dal significato senza dubbio particolare in Austria: "E' una vittoria molto strana, ho sensazioni particolari. Anche il fatto di aver fatto due partenze, non è stato facile. Sono riuscito a gestire la gara, in alcune curve ero molto veloce ed anche in staccata ero a posto. Ho imposto il mio ritmo e sono soddisfatto di essere tornato a lottare per la vittoria ed anche di averla conquistata. Grazie alla squadra". 

ORE 15:15 - Grande soddisfazione per Joan Mir, per la prima volta sul podio con un secondo posto magnifico in Austria: "E' stata una giornata intensa, avevo il ritmo per salire sul podio anche su altre piste. Sono felice di averlo conquistato qui, la squadra è stata incredibile. Li ringrazio, ringrazio anche quelli che non sono qui fisicamente come gli ingegneri in Giappone. Mi godo il momento e questa giornata meravigliosa". 

ORE 15:12 - Le parole di Jack Miller, che ha conquistato un'ottima terza posizione al termine della gara: "Non avevamo altre possibilità per la gara, abbiamo dovuto usare la morbida davanti. Ci ho provato, spingendo per vedere poi cosa sarebbe successo. Sono stato davanti e forse per questo ho stressato troppo le gomme. Ho mancato per pochissimo la seconda posizione, quindi va bene così. Bravo Dovi, bello vederlo sul gradino più alto del podio". 

ORE 15:09 - Il commento di Gigi Dall'Igna al successo di Dovizioso, rilasciato ai microfoni di Sky: "La felicità è tantissima. Vincere una gara in un campionato così sofferto era importante. Dovi sa di essere forte ed anche la moto lo è. E' stata una gara strana perché nella seconda parte alcune cose erano cambiate. Noi abbiamo confermato le stesse scelte della prima parte. Abbiamo invece cambiato l'anteriore a Jack. Voglio fare i complimenti a Dovizioso e poi a tutta la squadra che ha fatto un grande lavoro. Spero che continui fino a fine anno e che ci separiamo contenti". 

ORE 15:02 - Dopo l'annuncio della separazione di ieri, ecco la vendetta fredda di Dovizioso che non ha gradito il comportamento dei vertici di Ducati. Una vittoria sontuosa, che vale molto più dei 25 punti in classifica. Chapeau per Dovi. Ecco la classifica

ULTIMO GIRO  - VITTORIA DI ANDREA DOVIZIOSO! Joan Mir splendido secondo dopo aver battuto Miller! Binder conquista il 4° posto su Rossi, autore di una grande prestazione. 

ULTIMO GIRO  - Dovizioso si lancia verso l'ultimo giro, Mir attacca Miller che però sfrutta il motore della sua Ducati per difendersi! Rossi a mezzo secondo da Binder, lo sta attaccando!!!

GIRO N°19 - Mir vicinissimo a Miller per la seconda posizione, Dovizioso leader quasi in solitaria! Rossi intanto si è portato ad appena 8 decimi su Binder, e potrebbe mettere il sudafricano nel mirino per la 4a posizione. Sarebbe un fantastico risultato per Rossi su una pista così ostica per la Yamaha. 

GIRO N°17 - Dovizioso porta a quasi nove decimi il vantaggio su Miller, che a sua volta si difende da un Mir in gran spolvero. Rossi intanto è a circa 1,3 secondi da Binder. 

GIRO N°16 - Questa la classifica, con Crutchlow che in questo momento è l'ultimo pilota classificato. Dovizioso sempre leader ed ora ha circa 8 decimi di vantaggio su Miller. 

GIRO N°14 - Dovizioso intanto sta portando avanti una condotta di gara semplicemente perfetta. Non commette errori, è in testa e batte sul suo ritmo. Miller resta a circa due decimi dall'italiano, forse vivremo un duello tra i due piloti di Borgo Panigale nel finale. Mancano 6 giri. 

GIRO N°13 - La Suzuki ha perso Rins, ma Joan Mir resta vicino alle due Ducati che conducono. Dovizioso ha 3 decimi di vantaggio su Miller. Binder intanto è a circa 3 secondi in 4a posizione e non sembra poter rientrare in lotta per il podio. Quartararo intanto ha recuperato fino alla 9a posizione, mentre Petrucci è 7°. 

GIRO N°11 - Dovizioso conduce con un decimo di vantaggio su RIns. CADUTA DI RINS! Adesso Dovizioso è davanti a Miller e Mir. Binder al 4° posto, davanti a Rossi. Questa la classifica

GIRO N°10 - Alex Rins passa Miller, che a sua volta era stato passato anche da Dovizioso, adesso in prima posizione davanti al pilota della Suzuki. 

GIRO N°9 - Rins è rimasto attaccato alla coda di Dovizioso ed ora lo sta attaccando! FUORI POL ESPARGARO!!!! Caduto con Oliveira, da verificare la dinamica dell'incidente. 

GIRO N°7 - Pol Espargarò risponde a Mir e lo ripassa per il 4° posto. Dovizioso intanto ha recuperato su Miller ed ora ha solo 5 decimi che lo dividono dall'australiano. Quartararo intanto ha recuperato fino alla 13a posizione, ma al momento non riesce a passare Petrucci che lo precede. Buona top ten per Aleix Espargarò in questo momento, davanti a Crutchlow. 

GIRO N°6 - Ecco la classifica, Miller tenta di scappare ancora. Dovizioso contiene in un secondo il ritardo. Pol Espargarò passato sia da Rins che da Mir adesso. 

GIRO N°5 - Miller resta con un vantaggio di crica 1,2 secondi su Dovizioso, che adesso precede Rins. Pol Espargarò però risponde grazie al motore della sua KTM e lo ripassa. Oliveira intanto è vicinissimo a Mir. 

GIRO N°4 - Jack Miller spinge in testa ed allunga leggermente su Dovizioso, prendendosi un secondo di vantaggio. Pol Espargarò sempre 3° davanti a Rins, Mir e Oliveira. Binder intanto è 7° su Nakagami e Rossi, che è dovuto andare largo dopo aver subito un attacco aggressivo da Binder. 

GIRO N°3 - Franco Morbidelli è uscito dal centro medico sulle sue gambe, sta abbastanza bene. Si sta dirigendo a farsi una TAC ed una radio all amano destra, ma le condizioni del pilota non sembrano pessime e questa è un'ottima notizia dopo le immagini del brutto incidente. 

GIRO N°2 - Problema per Vinales, in fondo al gruppo! Miller adesso è leader su Dovizioso, che ha passato la KTM. Pol Espargarò però risponde. Oliveira intanto attacca Mir per la 4a posizione. Rossi intanto attacca Rins. Binder sempre vicino. Quartararo che era scattato ultimo ora è 14°. Miller spinge, ma Espargarò resta vicino. 

GIRO N°1 - La nuova gara sarà sulla distanza di 20 giri. Si spegne il semaforo e parte benissimo Jack Miller che va in testa davanti a Pol Espargarò e Andrea Dovizioso! Poi Rins e Mir, Oliveira 6° su Rossi e Binder che ne ha approfittato ed ora è vicino alla testa della corsa. 

ORE 14:31 -Nuova procedura di partenza, i piloti si stanno allineando di nuovo in griglia e la gara ricomincerà con una griglia basata sui passaggi al giro n°8.

ORE 14:24 - Tra poco inizierà una procedura di partenza abbreviata. I piloti si stanno preparando per rientrare in pista. Le immagini dell'incidente sono davvero impressionanti, ma il Gran Premio andrà avanti. 

ORE 14:22 - Dopo aver visto le immagini, in molti indicano una grande responsabilità per Zarco. Sembra che Morbidelli sia entrato da solo in ambulanza, quindi questo può tranquillizzare sulle sue condizioni. Si sta recando al centro medico per dei controlli, ma sembra che stia bene. 

ORE 14:20 - Questa immagine suggerisce perfettamente quanto sia andato vicino al disastro anche Valentino Rossi. La M1 di Morbidelli l'ha letteralmente sfiorato ad una velocità incredibile. In inglese si definisce Close Call. 

ORE 14:15 - Dopo aver rivisto le immagini la dinamica dell'incidente appaiono abbastanza chiare. Zarco ha passato Morbidelli all'esterno prima della curva due. Ha iniziato la staccata in un punto dove c'è poco grip ed ha sbagliato coinvolgendo Morbidelli. Le moto sono volate via ad oltre 300 km/h, ed una delle due moto ha letteralmente sfiorato Valentino Rossi. Le immagini sono impressionanti. 

BANDIERA ROSSA - La gara è stata interrotta da una bandoiera rossa. Le immagini dell'incidente sono abbastanza cruente, ma non sembra che ci sia nessun infortunio grave.

GIRO N°8 - Pol Espargarò sta tentando di scappare! Ma Dovizioso non molla e si mette in seconda posizione alle spalle della KTM. I due piloti più attesi sono in testa alla gara, inizia la vera sfida tra Ducati e KTM!!! Oliveira intanto si sta avvicinando moltissimo. Bruttissima caduta di Morbidelli e Zarco!!!!

GIRO N°7 - Si è formato un gruppetto compatto in testa alla gara, con Pol Espargarò che adesso prende il comando delle operazioni! Miller 2° su Mir e Dovizioso, mentre Oliveira ha recuperato alla grande ed ora è 5°. Anche Binder sta recuperando ed ora è 10° dopo aver passato Rins. 

GIRO N°6 - Cambia la classifica con Pol Espargarò e Mir che hanno entrambi passato Dovizioso, adesso 4°. Quartararo scivola in 7a posizione. Grande passaggio di Oliveira che passa sia Vinales che Quartararo. QUARTARARO OUT, va in fondo al gruppo!!

GIRO N°5 - Questa la classifica al 5° passaggio. Dovizioso intanto ha ripassato Pol Espargarò, non vuole consentire allo spagnolo di allungare. Miller sempre leader. Binder 11°, continua a recuperare. 

GIRO N°4 - Restano attaccati nel gruppo di testa, Miller non riesce a scappare! Vinales attacca Mir e per poco non fa un brutto guaio. I due vanno larghi, Quartararo guadagna una posizione. Binder intanto è 12° ed è il più veloce in pista. Pol Espargarò passa Dovizioso!

GIRO N°3 - Pol Espargarò sta attaccando Dovizioso per il secondo posto, ma lo stesso Dovizioso sta mettendo sotto pressione Jack Miller. Rossi intanto è 8° alle spalle di Morbidelli. Il gruppo è compatto, sembra una gara di Moto3! Zarco non è stato troppo brillante ed ora è 10°

GIRO N°2 - Questa la classifica al termine del primo passaggio

GIRO N°1 - Parte molto bene Jack Miller che si mette davanti a Vinales. Dopo poche curve però Dovizioso passa lo spagnolo. Due Ducati davanti a tutti. Anche POl Espargarò è partito bene ed ora è alla coda di Dovizioso. Mir 4°, Vinales 5°. Rossi scatta bene ed è 9°

ORE 13:58 - Scatta il giro di riscaldamento per i piloti, queste le scelte dei piloti per quanto riguarda le gomme. Alcune variazioni in griglia. Scelta strana di Pol Espargarò, con una dura all'anteriore ed una media al posteriore. 

ORE 13:56 - I tecnici stano lasciando la pista, i piloti cercano la concentrazione prma di lanciarsi per il giro di riscaldamento. Manca pochissimo al semaforo verde del Gran Premio d'Austria. Dovizioso vuole vincere dopo essersi liberato letteralmente di un peso ieri. 

ORE 13:54 - Chi per adesso ha un pelo deluso è Brad Binder, che dopo aver trionfato a Brno non è riuscito a brillare anche in Austria fino a questo momento.

ORE 13:52 - Come da tradizione, la pattuglia acrobatica regala spettacolo prima dell'inizio del Gran Premio al Red Bull Ring!

ORE 13:50 - Ecco un pilota che oggi sarà senza dubbio da tenere d'occhio. Johann Zarco ha dimostrato di avere uno dei migliori passi gara. Sarà fondamentale per il francese scattare bene, ma se dovesse riuscirci sarà senza dubbio un pretendente al podio. 

ORE 13:48 - Il sole splende al momento nel cielo del Red Bull Ring, sembra che il rischio pioggia possa essere del tutto scongiurato. 

ORE 13:45 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE del Gran Premio MotoGP d'Austria 2020! I piloti sono in griglia di partenza e tra poco inizieranno le procedure che daranno il via alla gara. 

Tutto pronto al Red Bull Ring per ospitare la quarta tappa del mondiale MotoGP 2020. Tantissima attenzione in questo fine settimana è stata catalizzata dalla notizia della separazione tra Dovizioso e la Ducati al termine di questa stagione, e conoscendo la tradizione vincente di questo binomio su questa pista, nasce una suggestione naturale. Per i due si tratta della loro 'Last dance' rubando a Netflix il titolo dello splendido documentario che racconta l'ultima stagione ai Chicago Bulls di Michael Jordan.

Un ultima danza in sella alla Ducati Desmosedici sul tracciato che più di ogni altro ne esalta le doti. Nel caso specifico, di balli ce ne saranno in realtà due perché il prossimo fine settimana si correrà sempre in Austria. Resta intatto però il fascino di questa sfida, con tanta voglia da parte del pilota di raccogliere la prima affermazione di questo 2020 che per adesso gli sfugge. Le qualifiche hanno premiato l'istinto di Maverick Vinales, in grado di arpionare la pole con la sua M1, ma forse non all'altezza dal punto di vista del passo gara di essere un vero sfidante per la vittoria, ruolo che pare spettare a qualcun altro.  

Diretta MotoGP Red Bull Ring - Gran Premio d'Austria 2020 – Sfida tra Dovizioso ed Espargarò

Sarà infatti Pol Espargarò il vero sfidante per Dovizioso e la Ducati. Lo spagnolo della KTM ha dimostrato di avere il miglior passo di tutti sia durante la FP4 che durante il Warm Up, ed è soprattutto determinatissimo dopo la cocente delusione di appena sette giorni fa a Brno, quando ha visto Brad Binder strappargli la gioia di raccogliere il primo successo per la KTM in MotoGP.  

Nessuno però si aspetta che la vittoria del Gran Premio resti confinata ad un duello tra questi due piloti, perché ci potrebbero essere molte sorprese e soprattutto potrebbe arrivare la pioggia durante la gara a sparigliare le carte. Sarà da tenere d'occhio anche Jack Miller, che scatterà secondo in griglia e vuole un podio per dimostrare di meritare al 100% la fiducia incassata da Ducati in vista della prossima stagione. In prima fila anche Fabio Quartararo scalcia per tentare di allungare ulteriormente in classifica su Marc Marquez. Il francese continua a sostenere di non stare pensando al campionato, ma la realtà è ben diversa. Fabio vuole capitalizzare al massimo l'assenza dello spagnolo in pista, per tentare di farsi trovare con un vantaggio impossibile da colmare nella seconda parte della stagione. 

Vorrebbero far parte della lista dei pretendenti al podio anche Franco Morbidelli e Valentino Rossi, che scatteranno rispettivamente 7° e 12°. La Yamaha M1 pecca però in velocità massima e su questo tracciato questo problema risulta parecchio amplificato. Forse solo la pioggia potrebbe davvero consentire ai due piloti italiani di avere ambizioni di un certo spessore. Non è da dimenticare poi Johann Zarco, che si è preso la nona casella in griglia di partenza. Zarco è fresco del magnifico podio a Brno, ed è consapevole che la separazione tra Dovizioso e la Ducati gli stia aprendo una vera autostrada. Punterà senza dubbio ad una Ducati ufficiale per il 2021, plausibilmente nel Team Pramac, e fare podio in Austria rappresenterebbe un perfetto biglietto da visita. 

Diretta MotoGP Red Bull Ring - Gran Premio d'Austria 2020 – Cronaca diretta

La nostra cronaca in DIRETTA LIVE del Gran Premio inizierà alle 13:45

Questa la griglia di partenza

GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP AUSTRIA 2020

Diretta MotoGP Red Bull Ring - Gran Premio d'Austria 2020 – Previsioni meteo

La pioggia ha fino a questo punto condizionato pesantemente il Gran Premio d'Austria. La FP2 è stata infatti disputata in condizioni di bagnato, mentre solo gli ultimi minuti della FP3 sono stati risparmiati dalla pioggia. Una situazione che non ha permesso ai piloti di girare molto su pista asciutta e dunque di raccogliere informazioni utili per la gara. 

Il rischio che la pioggia si abbatta poi sul Gran Premio è abbastanza concreto, visto che le previsioni indicano proprio nelle 14 l'orario in cui dovrebbe presentarsi un pesante scroscio di pioggia sul Red Bull Ring. L'eventuale pioggia rischierebbe davvero di sparigliare le carte ed anche il rischio che si disputi una gara Flag To Flag sembra elevato, visto che potrebbe anche iniziare a piovere pochi minuti dopo la partenza della gara.  

PREVISIONI METEO RED BULL RING

Diretta MotoGP Red Bull Ring - Gran Premio d'Austria 2020 – WarmUp

Il warm up in Austria è terminato con un nome in cima alla lista dei tempi che costituisce senza dubbio una sorpresa. E' stato infatti Joan Mir in sella alla sua Suzuki il pilota più veloce di quest'ultima sessione di prove prima del Gran Premio, dimostrando di avere anche un passo che lo mette senza dubbio in lizza per conquistare un gradino del podio.  Lo spagnolo ha chiuso davanti a Pol Espargarò, probabilmente il pilota più atteso di questo GP. Espargarò ha tutte le intenzioni di vincere la gara di casa per la KTM dopo aver visto questo sogno sgretolarsi nelle vie di fuga di Brno in seguito al contatto con Zarco. La moto austriaca è velocissima e costante sul passo, ed anche quest'ultima sessione ha confermato che probabilmente sia proprio questo il binomio da battere in questa gara. 

Terza posizione per Maverick Vinales, istintivamente velocissimo in questa stagione in Austria sulla sua M1. Il problema vero riguarda però la velocità di punta della sua Yamaha, che continua ad essere lontana da quelle dei rivali in sella a Ducati e KTM. In gara questo potrebbe rappresentare un problema, perché per quanto la moto di Iwata possa essere efficace in curva, in gara sarà difficile tenere la scia di moto dotate di molta più potenza, soprattutto non potendo sfruttare i veri punti di forza della M1. Maverick dovrà lottare duramente, al pari di Quartararo, per cercare di restare in lotta per il podio. 

Quarto tempo per Nakagami, che continua a tenere sulle proprie spalle tutto il peso della Honda e che in Austria ha finalmente ricevuto qualche aggiornamento tecnico dal Giappone. Alle sue spalle un'altra bella conferma di questo warm up, ovvero quel Johann Zarco in grado di conquistare un'ottima quinta posizione e soprattutto di mostrare un passo degno di candidarlo nuovamente al podio dopo lo splendido risultato di Brno. 

Sesto Andrea Dovizioso, che non ha spinto oltre il dovuto ma ha messo sul tavolo un ritmo gara simile a quello della lepre Pol Espargarò. Tanti si aspettano una gara a due tra questi piloti, vedremo se effettivamente si concretizzerà questo scenario. A chiudere la top ten ci sono poi Quartararo, Miller, Rins e Morbidelli. Qualche parola si deve spendere su Rins, che ha fatto appena 6 giri nel warm up ed è subito stato in grado di prendere ritmo. L'infortunio di Jerez sta costando carissimo secondo noi al simpatico Alex, che a quest'ora in condizioni normali sarebbe probabilmente in piena lotta per la vetta della classifica iridata. 

Dodicesimo ha chiuso Rossi, replicando la qualifica di ieri. Valentino ha dato buoni segnali, ma soffre come tutti i piloti Yamaha per la velocità massima della sua M1, che non è all'altezza di quelle dei rivali. Recuperare dalla quarta fila non sarà semplice, ma con una buona partenza sarà forse possibile tentare di lottare per una Top Five. 

Questa la classifica del Warm Up

WARM UP GRAN PREMIO D'AUSTRIA

Diretta MotoGP Red Bull Ring - Gran Premio d'Austria 2020 – Dove vederlo in TV e Streaming

La diretta streaming del Gran Premio d'Austria al Red Bull Ring sarà trasmessa in diretta tv sul satellite tramite Sky (canale Sky Sport MotoGP) e in differita su TV8 (canale 8 del digitale terrestre). Per gli abbonati a Sky è possibile vedere tutto il weekend della MotoGP anche in streaming tramite l’applicazione SkyGo. Il Gran Premio sarà trasmesso anche su DazN. Il riferimento per lo streaming, in chiaro e gratuito è la piattaforma web ufficiale del canale TV8. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti