Tu sei qui

MotoGP, Vinales e Quartararo: "I motori Yamaha non hanno più problemi"

Vinales: "A Jerez è stata colpa delle temperature estreme. Domani voglio spingere fin dall'inizio". Quartararo: "Ho a disposizione la stessa potenza dei primi GP, oggi non ero al massimo"

MotoGP: Vinales e Quartararo: "I motori Yamaha non hanno più problemi"

Share


Aveva iniziato il weekend in sordina, con un 11° posto nelle FP1 ed un’ottava posizione nelle FP2. Oggi, però, Maverick Vineles è sembrato veloce fin da subito, anche sul bagnato chiudendo le FP3 in prima posizione davanti alle Ducati di Miller e di Dovizioso. Anche nelle qualifiche, poi, Maverick è riuscito a tener dietro la Ducati Pramac di Miller, chiudendo in prima posizione, ottenendo così la sua decima pole in MotoGP, la prima della Yamaha al Red Bull Ring. 

“Già questa mattina mi ero sentito bene sul bagnato – ha detto Vinales in conferenza stampa - Ho cercato di essere sempre veloce e provare a capire subito le gomme. Sapevo che avrei potuto portare al limite la moto in qualifica e l’ho fatto, quindi sono molto contento di questa pole. Ieri non mi sono trovato bene con la moto, ho fatto tanti errori e devo dire che il lavoro fatto dal team mi ha aiutato tanto”. 

Quale potranno essere le tue possibilità per la giornata di domani? Il tuo passo è abbastanza consistente per provare a lottare per la vittoria?

“L’idea è di spingere fin dall’inizio della gara, cercherò di lottare per il podio fin dal primo giro"

In queste settimane si è parlato e si sta parlando molto dei motori di Yamaha. Gli stop e le rotture di Jerez e Brno e la richiesta da parte della Casa di sostituire le valvole ti preoccupa?

“Da quanto so io il motore è a posto, non abbiamo più problemi e credo si sia tutto risolto. Tutto quello che è successo a Jerez secondo me è stata colpa delle temperature estreme, la mia moto ha sempre gli stessi giri”. 

Sulle altre Yamaha, soprattutto su quella di Morbidelli, stiamo vedendo il correttore di assetto. Tu lo utilizzi?

“Qui non lo uso, non penso che sia ancora pronto. A Jerez lo ho utilizzato, ma da problemi in frenata, è troppo aggressivo. Lo proverò ancora a Misano”.

Quartararo: "Correttore di assetto difficile da usare"

Come dicevamo la pole position di Maverick Vinales è stata la prima per Yamaha al Red Bull Ring che quest’oggi ha messo anche un’altra M1 in prima fila: quella di Fabio Quartararo. Il francese ha chiuso in terza posizione centrando l’11° prima fila consecutiva, la sua 17° in top class. Proprio come Vinales anche Fabio aveva iniziato questo weekend all’insegna delle incognite e come ci aveva detto ieri si sarebbe aspettato per oggi una giornata sulla difensiva. 

“Onestamente oggi non ero al massimo, non è il miglior tracciato per la Yamaha perché è davvero veloce anche se non così sfidante come il Mugello o Phillip Island, ad ogni modo a me piace molto”. 

Vinales ha detto che il motore non è più un problema per Yamaha. Sei della stessa idea?

“Ho a disposizione la stessa potenza di Brno”. 

Anche sulla tua moto abbiamo visto il correttore di assetto, cosa ne pensi?

“Lo sto usando ma non so se funziona realmente. Magari può aiutare, ma forse no. A Brno e a Jerez non l’ho usato perché non è semplicissimo, ora dobbiamo capire se ci da davvero dei benefici. Lo provo dai test del Qatar ma solo nelle prove, quando lo attivo sento la moto che si abbassa e quando ci si scompone le cose peggiorano”.

LISTEN TO YAMAHA AUDIO (ENG)

ASCOLTA L'AUDIO YAMAHA (ITA)

 

Articoli che potrebbero interessarti