MotoGP, Rossi: "Sorpreso da Dovizioso e Ducati, un'occasione per Bagnaia"

Share


Nonostante i tanti anni di carriera, Valentino Rossi a volte riesce ancora a stupirsi. Oggi lo ha fatto quando ha saputo della decisione di Dovizioso di lasciare la Ducati a fine anno.

Sono sorpreso - ha ammesso - Pensavo che litigassero un po’, che ci fosse un braccio di ferro, ma che alla fine trovassero un accordo. Dall’esterno è sempre difficile giudicare certe cose, perché non si conosce tutta la storia, da entrambe le parti”.

Questo scelta, inoltre, ha anche grandi ripercussioni sui movimenti di mercato.

Si apre e molto, perché ora uno dei migliori posti in MotoGP è libero - ha continuato il Dottore - Tanti piloti vorranno andarci e fra quelli c’è il nostro Bagnaia. Sfortunatamente si è infortunato nel peggiore momento della stagione, avrebbe potuto essere molto competitivo. Poi sarà interessante capire se il Dovi continuerà a correre o meno”.

I suoi pensieri, però, sono al momento concentrati su cose che lo riguardano ben più da vicino. Come la gara del Red Bull Ring in cui partirà dalla quarta fila, dopo il 12° posto in qualifica.

Sono molto deluso - non ha nascosto - Tutto sarà più complicato. Ero contento, perché nelle FP4 avevamo fatto un buon miglioramento, dopo avere trovato condizioni difficili nelle FP3. La Q1 è maledetta, sempre complicata, devi fare un giro vicino al tempo della pole per passare in Q2”.

Cosa che gli è riuscita.

Ma avevo finito le gomme morbide, e con la media nelle Q2 aveva fatto un giro molto buono, però poi mi sono migliorato solo di un decimo quando ho montato l’ultima soffice - il rammarico - Vedremo cosa succederà domani, devo ancora scegliere la gomma per la gara e inoltre le previsioni meteo non sono fantastiche. Credo che scopriremo se pioverà o meno solo alle 14, quando partirà la gara”.

Intanto le Yamaha si sono difese alla grande su un pista che sulla carta prometteva di essere la sua nemesi.

Su questo circuito il motore conta tanto, è strano vedere le M1 così avanti - ha confessato Valentino - Io penso che Vinales e Quartararo siano stati molto bravi sul giro secco, ma al momento Pol Espargarò, Dovizioso e le due Suzuki possono esseri meglio sul passo. Anche il mio ritmo è buono”.

Quanto buono?

Sull’asciutto dovrò cercare di recuperare posizioni, so che qui sarà difficile e dovrò sfruttare le frenate, ci proverò - ha risposto - Se invece piovesse, non saprei bene cosa aspettarmi. È da molto che non facciamo una gara sul bagnato, mi sembra che vadano tutti molto forte, potrebbe succedere di tutto”.

Sicuramente bisognerà sudare le classiche 7 camicie, ancora più che in passato.

Lo scorso anno le altre moto erano più veloci di noi in rettilineo, ma non erano del tutto a posto sotto altri aspetti, come la gestione  elettronica - ha ricordato Rossi - La Yamaha era migliore sotto altri aspetti e avevamo fatto un buon fine settimana. Ora, però, mi sembrano tutti più competitivi”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti