MotoGP, FP2 Austria: Miller equilibrista su pista umida, Rossi e Vinales in Q1

La pioggia rovina i piani e la classifica resta immutata nel pomeriggio. Valentino Rossi e Maverick Vinales sono confinati in Q1 al momento e potrebbe piovere anche in FP3

Share


ORE 15:00 - Termina qui la nostra cronaca LIVE della seconda sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria MotoGP al Red Bull Ring. L'appuntamento è per domani, per la FP3 che sarà ancora più importate del solito per conquistare un posto al sole della Q2. Restate sintonizzati su GPOne per tutte le dichiarazioni dei protagonisti. 

ORE 14:59 - Non cambia dunque la classifica disegnata dalla prima sessione di libere della mattinata. Nel pomeriggio la Ducati si prende la soddisfazione di vedere Jack Miller davanti a tutti. Il pilota australiano ha sempre avuto grandi doti di guida in condizioni di pista umida ed anche oggi le ha ampiamente fatte valere. 

Al secondo posto in questa FP2 ha chiuso Iker Lecuona, il rookie di KTM che nelle prime gare è stato messo in ombra dalle prestazioni dei suoi compagni in arancione. Alle sue spalle il più esperto Oliveira, che già è stato molto concreto a Brno e proprio qui in Austria raccolse il miglior risultato della sua stagione in MotoGP nel 2019. 

Quarto posto nella classifica virtual della FP2 per Alex Rins, a precedere Johann Zarco e Joan Mir. Tutti i big hanno girato pochissimo, preferendo probabilmente non prendersi rischi tutto sommato evitabili. 

ORE 14:57 - Termina la sessione con questa classifica, che non ritocca i rilievi della mattinata. Jack Miller è stato il più veloce davanti a Lecuona ed Oliveira, la coppia di piloti in forza al Tech3 di Hervé Poncharal. 

ORE 14:55 - Rientra in pista anche Pol Espargarò, che resta l'autore del miglior tempo di giornata per il momento. 

ORE 14:52 - Sembra che la caduta di Bradley Smith abbia avuto qualche piccola conseguenza dopo la caduta di stamattina. Il pilota dell'Aprilia era incappato in una scivolata che sulle prime sembrava non aver avuto conseguenze. La realtà è diversa, perché il britannico ha una brutta abrasione al braccio. Per fortuna sta girando regolarmente. 

ORE 14:49 - Come atteso, Miller ha subito scalato la classifica prendendosi un vantaggio di olre due secondi sui rivali. Sul bagnato, Jack è sempre un punto di riferimento. 

ORE 14:47 - Entra in pista anche Jack Miller, che in queste condizioni miste è sempre stato un grande maestro. 

ORE 14:44 - Tanti piloti stanno finalmente rientrando in pista. Forse l'asfalto è quasi completamente asciutto. Al momento il miglior giro è di Zarco, che però è ancora a 10 secondi dai tempi di stamattina. 

ORE 14:40 - Cecchinello risponde anche riguardo la partenza di Pedrosa da Honda verso KTM, un passaggio che ha aiutato molto la Casa austriaca: "Sono dinamiche che non conosco nel dettaglio. Pedrosa è stato un grande, posso solo dire che in KTM sono stati bravissimi a convincerlo ad andare via da Honda portando tutto il proprio bagaglio di esperienza ed informazioni che sono state sicuramente preziose. Devo anche dire che la direzione che voleva imprimere Pedrosa allo sviluppo della moto era in antitesi rispetto a quella di Marquez, quindi avranno fatto le loro valutazioni anche alla luce di questo". 

ORE 14:35 - Lucio Cecchinello sta rilasciando alcune dichiarazioni ai microfoni di SKY: "A Cal questa pista non piace particolarmente. Stiamo cercando di aiutarlo, di farlo risalire perché ne ha bisogno. Non ha fatto un bell'inizio di stagione, perché l'infortunio l'ha condizionato parecchio. Abbiamo anche delle belle aspettative su Nakagami, che oggi ha fatto il terzo tempo. Qui la Honda ci ha portato qualche novità per lui. In particolare le forcelle con i foderi in carbonio che usano i piloti ufficiali. E' stato raggiunto un accordo tra HRC e Ohlins per riuscire a dare questa forcella anche a Nakagami che oggi ha provato, apprezzandole subito. Taka sta crescendo molto anche grazie a Giacomo Guidotti, un professionista che sa fare un lavoro fantastico sia dal punto di vista tecnico che morale con i piloti. Sappiamo che quando c'è alchimia tra capotecnico e pilota, il pilota riesce a dare qualcosa in più. E' una bella squadra, vorrei portarla avanti in futuro così com'è". 

ORE 14:32 - Nei box Aprilia è presente anche Lorenzo Savadori, che qualche giorno fa si stava divertendo ad Imola in sella al prototipo dell'Aprilia Tuono dotata di aerodinamica da MotoGP. 

ORE 14:31 - Come suggerito dalla grafica, Aleix Espargarò sta girando su due gomme da bagnato. E' ancora presto per le slick, c'è troppa acqua in pista. 

ORE 14:29 - Aleix Espargarò è appena entrato in pista in sella alla sua Aprilia RS-GP. Il pilota solleva con la sua moto un bel quantitativo di acqua in diversi punti della pista. Ci vuole ancora tempo prima di poter girare sull'asciutto. Difficile immaginare per oggi tempi migliori rispetto a quelli della mattinata. 

ORE 14:27 - Questa pausa sta dando l'opportunità alle squadre di lavorare sulle moto. Nessuno stop in casa Ducati, Dovizioso è stato il secondo pilota più veloce nella mattinata. 

ORE 14:25 - Niente attività in pista in questo momento, sono tutti in attesa che la pista si asciughi per poi tentare di migliorare i tempi della mattinata. La finestra utile per conquistare un posto in Q2 è ancora aperta. 

ORE 14:23 - Valentino Rossi, come tutti gli altri big, ancora fermo ai box in attesa del momento giusto per tornare in pista.

ORE 14:20 - In pista anche Alex Marquez, che probabilmente vuole anche accumulare qualche km di esperienza in sella su asfalto bagnato, condizione per lui nuova in sella ad una MotoGP. 

ORE 14:18 - Il replay che mostra Mir affrontare la zona bagnata della pista prima di rientrare ai box.

ORE 14:16 - Danilo Petrucci osserva la situazione con grande attenzione in pitlane. Sembra che la pista si stia asciugando dappettutto, i piloti aspetteranno qualche minuto ma poi utilizzeranno tutti le slick. 

ORE 14:14 - Mir rientra subito ai box, non completa neanche un giro. Miguel Oliveira invece sta completando il secondo giro cronometrato. 

ORE 14:12 - Semaforo verde in fondo alla pitlane ed il primo pilota a scendere in pista è Joan Mir, in sella alla Suzuki. 

ORE 14:09 - Sta intervenendo ai microfoni di SKY Ruben Xaus, manager del Team Avintia, per commentare l'ipotesi dell'approdo di Zarco sulla Ducati ufficiale nel 2021: "Se dovessimo perdere Zarco in futuro? In realtà non lo perderemmo, perché la verità è che noi abbiamo recuperato Zarco nel momento in cui usciva da una situazione veramente difficile con KTM. Ha dimostrato di poter essere veloce con la Ducati ed ha dimostrato che noi possiamo essere un'ottima squadra. Noi lavoreremo al massimo sempre, per aiutare Zarco fino a fine anno. Anche qui oggi è andato forte, ha decisamente dei numeri. E' sensibile, sta dando informazioni importanti alla Ducati e loro lo apprezzano". 

ORE 14:06 - Sembra che in questo momento la pioggia sia concentrata su una sola zona della pista. Le condizioni miste potrebbero scoraggiare i piloti a scendere in pista in attesa che la pista diventi completamente bagnata. Girare con alcune zone della pista asciutte ed altre bagnate potrebbe rappresentare un rischio. 

ORE 14:02 - La pioggia è abbondante sul Red Bull Ring, difficilmente il tempo di Pol Espargarò potrà essere battuto.

ORE 14:00 - Benvenuti alla nostra cronaca della FP2 in Austria. La protagonista di questa sessione sarà la pioggia. Era ampiamente attesa ed è puntalmente arrivata. Difficilmente la pista si potrà asciugare, anche perché al momento sta piovendo copiosamente soprattutto nel primo settore della pista. I piloti avranno l'opportunità di girare per la prima volta sul bagnato in questa stagione 2020. 

Pol Espargarò è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere in Austria, sul tracciato del Red Bull Ring che ospita la quarta tappa della stagione 2020 MotoGP. Lo spagnolo ha confermato l'ottimo stato di forma della KTM, in grado di piazzare anche Miguel Oliveira in top ten. Ma oggi si sono visti ottimi segnali anche da parte di Andrea Dovizioso, finalmente efficace ed a proprio agio sin dai primi metri in sella alla Ducati. 

La seconda posizione conquistata con relativa semplicità dimostra che quella austriaca è ancora una pista amica per la Ducati, che qui ha sena dubbio un unico obiettivo, ovvero vincere e cambiare l'inerzia del campionato. Anche Johann Zarco è stato molto veloce nella prima sessione, confermando l'ottimo stato di forma mostrato a Brno e candidandosi al ruolo di mina vagante anche in questa circostanza. 

Qualche problema in più sembra invece averlo la Yamaha, che ha Franco Morbidelli in 5a posizione e Fabio Quartararo in decima per un soffio. Al momento sono invece condannati alla Q1 sia Vinales, 11°, che Rossi, 13°. Tra i due piloti di Iwata c'è anche un Danilo Petrucci ancora lontano dagli standard mostrati ad inizio 2019 in sella alla Ducati. 

La nostra cronaca LIVE della seconda sessione di prove libere in Austria scatterà alle 14:00

Questa la classifica della FP1 MotoGP in Austria:

CLASSIFICA FP1 MOTOGP AUSTRIA

Share

Articoli che potrebbero interessarti