FP1 MotoGP Austria: Pol Espargarò fa gli onori di casa, Dovizioso 2°

Il pilota KTM porta la RC16 davanti a tutti sul tracciato austriaco, ma la Ducati è in gran forma. Nakagami 3° davanti a Rins, Morbidelli e la conferma Zarco. Rossi 13°

Share


ORE 11:00 - Termina qui la nostra cronaca LIVE della FP1 MotoGP in Austria. Grazie per averla seguita con noi, l'appuntamento con i nostri LIVE è per oggi alle 14 quando scatterà la FP2. Stay Tuned!

ORE 10:50 - La prima sessione di libere in Austria ci consegna dunque uno scenario abbastanza allineato con le premesse della vigilia. La KTM si è confermata fortissima anche sul proprio tracciato di casa, ma anche la Ducati sembra finalmente a proprio agio con Dovizioso che è stato costantemente tra i più veloci della sessione. La sorpresa di questa sessione potrebe essere forse rappresentata dall'ottima prestazione offerta sia da Rins che da Mir, in grado di mettere le Suzuki molto avanti in classifica. La GSX-RR non sembra soffrire la conformazione di un tracciato che premia la potenza più che le doti ciclistiche di una moto, che sulla moto di Hamamatsu recitano la parte del leone.

Bene anche Taka Nakagami, ancora una volta miglior pilota Honda in classifica e Franco Morbidelli, primo pilota Yamaha in questa FP1. Scenendo al sesto posto troviamo Johann Zarco, che a questo punto sembra intenzionato a non mollare le posizioni che contano in classifica ed appare sempre più determinato ad essere un serio pretendente per la moto di Dovizioso nel 2021. Il francese ha preceduto Oliveira, secondo pilota KTM in classifica, e Jack Miller. 

Fabio Quartararao ha strappato l'accesso in Q2 grazie alla decima posizione solo negli ultimi secondo, la M1 non è oggettivamente in gran forma in Ausria visti anche i risultati di Vinales e Rossi, 11° e 13° ed ovviamente entrambi fuori dalla Q2 al momento. Con il rischio che possa iniziare a piovere in FP2 e continuare domani in FP3, questa situazione potrebbe diventare un grosso problema. 

Stretto tra i due piloti Yamaha ufficiali c'è Danilo Petrucci, ancora una volta non in grado di sfruttare il potenziale della propria moto. A Brno tutti i piloti sulla GP20 erano in difficoltà, ma oggi gli sono stati davanti sia Dovizioso che Miller. Danilo deve reagire velocemente. Da segnalare anche la 16a posizione di Brad Binder, che non è riuscito per adesso a confermarsi sui livelli visti da tutti in Repubblica Ceca.

Deve fare ancora un po' di strada Michele Pirro, oggi 17° nel suo ruolo di sostituto di Pecco Bagnaia. Il tester ha piazzato la sua GP20 davanti alle due Aprilia, in grossa difficoltà ed a Stefan Bradl, ancora alla ricerca del giusto compromesso in sella alla Honda orfana di Marc Marquez.  

ORE 10:47 - Una certa delusione regna in Yamaha, visto che tutti i piloti, tranne Morbidelli , hanno sofferto abbastanza in questa FP1. Questo il commento di Maio Meregalli ai microfoni di SKY: "Sapevamo che questa non è una pista favorevole alla M1, ma non pensavo di vivere un inizio così difficile. Siamo partiti dall'assetto utilizzato anche nel 2019, quando fummo veloci. Ho sentito qualche commento dai piloti sulla mancanza di grip, la pista non è ancora abbastanza gommata. Ci manca poi velocità di punta, ma in realtà nel primo settore, dove c'è una forte frenata ed una violenta accelerazione, il gap dai migliori è quasi nullo. Dovremo cercare di capire come migliorare sperando che il cielo regga anche in FP2". 

ORE 10:44 - Simpatica scenetta al termine della sessione, con i piloti schierati perfettamente per le prove di partenza.

ORE 10:42 - La classifica è stata modificata, perché è stato eliminato l'ultimo tempo a Joan Mir. Sale al terzo posto Taka Nakagami dunque, miglior pilota Honda ancora una volta. 

ORE 10:39 - Bandiera a scacchi sulla sessione FP1 in Austria. Il migliore è stato Pol Espargarò che ha chiuso davanti a Dovizioso. Ecco la classifica.

ORE 10:38 - Questa la classifica, che continua a vivere stravolgimenti ad ogni secondo. Questa FP1 si sta trasfromando in una qualifica.

ORE 10:36 - Nakagami si mette davanti a tutti, ma solo per pochi secondi. Arrivano in successione Pol Espargarò ed Andrea Dovizioso, che si prendono il primo ed il secondo tempo. I due si stavano anche seguendo in pista, con lo spagnolo a studiare da vicino Dovizioso e la sua Ducati.

ORE 10:34 - Anche Pol Espargarò sta tentando il proprio time attack e sta migliorando tutti i propri intertempi. 

ORE 10:32 - Mancano circa 7 minuti alla bandiera a scacchi e tanti piloti probabilmente adesso tenteranno il time attack. Tra pochissimo la FP1 diventerà una sorta di qualifica anticipata, con tutti i piloti che vogliono mettere in cassaforte il passaggio alla Q2. 

ORE 10:30 - Continua ad essere molto veloce Johann Zarco, che al momento è 9° ed in Q2. Il francese ha sempre più in mano la Ducati GP19 ed al momento precede in classifica Jack Miller, pilota ufficiale Ducati per il 2021 ed in sella quest'anno ad una GP20 del Team Pramac. 

ORE 10:27 - Migliorando le Suzuki, che stano girando in tandem con Mir alle spalle di Rins. Ecco la nuova classifica con le due moto di Hamamatsu alle spalle di Pol Espargarò

ORE 10:25 - Maverick Vinales deve riscattare l'opaca prestazione offerta a Brno ed in questo momento è 15°. Lo spagnolo non riesce a ritrovare al momento il bandolo della matassa. 

ORE 10:23 - Massimo Rivola commenta ai microfoni di SKY la notizia sulla data dell'appello di Iannone al TAS: "Ci danneggia molto, tutti. Sia ad Andrea dal punto di vista personale e sportivo, che a noi come azienda. Stiamo investendo, facendo programmi in MotoGP e tutto questo ritardo ci sta ovviamente creando tanti problemi. Possiamo solo sperare di uscire vincitori dall'udienza del 15 ottobre". 

ORE 10:20 - Dovizioso sta continuando a girare in pista per trovare le giuste sensazioni in sella alla Ducati GP20 che sembra in un ottimo stato di forma in Austria. 

ORE 10:18 - Ecco la classifica aggiornata, con Alex Rins che scavalca Dovizioso al secondo posto e si piazza in scia a Pol Espargarò.

ORE 10:16 - Non è cominciato male il fine settimana di Alex Marquez, che al momento è 10° a meno di mezzo secondo dalla vetta. Il fratello di Marc si trova evidentemente a proprio agio su questo tracciato in sella alla Honda. 

ORE 10:15 - Il vincitore di Brno, Brad Binder, al momento è 18° ad oltre un secondo dal compagno di Team Pol Espargarò, che sta ancora guidando la classifica dei tempi. 

ORE 10:12 - Risale in classifica Joan Mir, che adesso è terzo alle spalle di Dovizioso e davanti a Petrucci. Valentino Rossi in questa fase è 12° e virtualmente fuori dall'accesso diretto alla Q2 al momento. 

ORE 10:10 - Osservando le scelta gomme dei piloti fatte oggi, si può constatare che sono tutti su una media al posteriore, mentre per l'anteriore c'è chi sta lavorando su una morbida e chi su una media. Nessuno sta usando le gomme con mescola più dura. 

ORE 10:07 -Sta andando molto forte anche Aleix Espargarò che adesso ha piazzato la sua Aprilia in 7a posizione davanti a Zarco, che ormai si fa vedere sempre in top ten. 

ORE 10:05 - Dovizioso si mette a girare forte e si prende la seconda posizione alle spalle di Pol Espargarò, che continua a dettare il ritmo. Bene anche Danilo Petrucci, terzo davanti ad Alex Rins. Piccolo errore di Quartararo che alla curva 4 fa un lungo e va nelle vie di fuga, riuscendo a non far cadere la moto. 

ORE 10:04 - Michele Pirro è in pista in sostituzione dell'infortunato Pecco Bagnaia, che dovrebbe tornare in sella alla Ducati del Team Pramac a partire dalla prima tappa di Misano. In questo momento Pirro è 11° davanti a Valentino Rossi. 

ORE 10:02 - Questa la classifica in questo momento, il cielo continua ad essere molto minaccioso sul tracciato del Red Bull Ring, quindi tutti i piloti stanno cercando di mettere subito a segno un giro che consenta l'accesso in Q2.

ORE 10:00 - Quartararo all'attacco in pista, ma è Pol Espargarò a prendersi il miglior tempo provvisorio scavalcandolo dopo qualche secondo. 

ORE 9:55 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE della prima sessione di prove libere del Gran Premio d'Austria. La pista è aperta, i piloti stanno scendendo in pista. Al momento non piove, ma il cielo sembra carico di pioggia. 

Il 100%. Ecco la percentuale di vittorie raccolte dalla Ducati sul tracciato del Red Bull Ring in Austria da quando il tracciato è rientrato in calendario. Hanno vinto in successione Andrea Iannone nel 2016, seguito poi da Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Nella passata stagione è tornato alla vittoria Dovizioso, dopo l'ennesimo duello all'ultimo respiro con Marquez, che nonostante qualsiasi assalto non è ancora riuscito a conquistare la roccaforte rossa e non potrà farlo neanche in questa stagione, ma per motivi tutt'altro che sportivi, purtroppo. 

Le prime prove libere stanno per scattare ed oggettivamente gli occhi di tutti sono puntati proprio sulle Ducati, che dopo un inizio stagione non entusiasmante con i piloti factory, deve tentare di ritrovare la strada della competitività. Brno doveva essere una pista amica per la GP20, ma lo è stata solo per Johann Zarco e per la sua GP19. In Austria essere competitivi è dunque un vero obbligo per la Ducati, ancora di più per Dovizioso, che sta ancora lottando anche per il proprio futuro. 

C'è poi tanta attesa anche per la KTM, che dopo aver assaporato la vittoria a Brno grazie a Brad Binder, avrà senza dubbio voglia di confermarsi sulla pista di casa. Pol Espargarò non ha affatto mandato giù il boccone amaro, perché avrebbe voluto essere lui il primo pilota a vincere in sella ad una moto austriaca in MotoGP ed in Austria avrà senza dubbio l'opportunità di rifarsi velocemente. 

Da tenere d'occhio il comportamento delle Yamaha M1 in Austria, visto che i motori dei 4 piloti della Casa di Iwata sono quasi tutti stati punzonati e ci sono ancora dubbi riguardo l'affidabilità che proprio sul tracciato di proprietà della Red Bull potrebbe essere messa a durissima prova. 

La nostra cronaca LIVE della FP1 MotoGP del Gran Premio d'Austria scatterà alle 10:00

Share

Articoli che potrebbero interessarti