Moto3, FP1: Arbolino già più rapido della pole 2019, 4° Vietti

Su pista asciutta l'azzurro del team Snipers precede Mcphee e Masia, 5° Antonelli. 8° Migno, 11° Foggia, fuori per il momento dalla Q2 gli altri italiani

Share


In tanti si aspettavano la pioggia sin dalla mattinata di oggi, ma così non è stato. Le FP1 della Moto3 infatti hanno aperto il primo dei due weekend austriaci su pista asciutta, rendendo la sessione ancora più importante del solito, con tutti (o quasi) in pista nel finale alla ricerca del giro veloce, per assicurarsi in anticipo un posto in Q2.

Chi è partito al meglio è Tony Arbolino, desideroso di riscattare la gara di Brno e primo grazie al suo 1’36”550, già più rapido della pole position 2019 firmata da John Mcphee, che chiude la sessione proprio alle spalle dell’azzurro (+0.291).

Chiude l’ipotetica prima fila Jaume Masia, davanti alla coppia di azzurri formata da Celestino Vietti (+0.489) e Niccolò Antonelli (+0.507), seguiti da Raul Fernandez, caduto sul finale alla curva 3. 7° piazza per il giapponese Toba, seguiti da Andrea Migno (+0.557) ed Albert Arenas, con Tatsuki Suzuki che chiude la top ten.

All’interno dei migliori 14 troviamo anche il vincitore di Brno Dennis Foggia (11°), mentre il primo dei momentaneamente esclusi è l’azzurro Stefano Nepa, seguito da Romano Fenati. Più in difficoltà invece Riccardo Rossi (scivolato alla curva 6) e Davide Pizzoli, che chiudono la classifica in 30° e 31° posizione.

Share

Articoli che potrebbero interessarti