MotoGP, Pernat: “In Austria doppio allarme rosso per Ducati e Yamaha”

FAST BY PROSECCO DOC - “A Iwata hanno grossi problemi con l’affidabilità dei motori. Se la Desmosedici non si riprenderà sulla pista migliore per lei, quando lo farà?”

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Finito il Gran Premio di Brno non sono stati solo Binder, Bastianini e Foggia a brindare con il Prosecco sul gradino più alto del podio. Anche Carlo Pernat si è concesso un calice di bollicine per ricordare la gara appena passata e prepararsi al doppio appuntamento al Red Bull Ring.

Il manager genovese non si è limitato solamente ad analizzare il GP della Repubblica Ceca, ma ha spolverato la sua sfera di cristallo per capire cosa ci attenderà in  Austria.

“Si va in sulla pista della KTM e ho l’impressione che giocando in casa siano i favoriti - dice Pernat - In questo momento, con Marquez assente, si deve ragionare gara per gara e penso che anche Aprilia potrà avere delle buone occasioni nelle prossime gare. Come KTM ha il vantaggio delle concessioni, quindi più motori per la stagione e la possibilità di organizzare dei test”.

Carlo, però, ha un’osservato speciale su un circuito dove il motore la fa da padrone. È Yamaha.

“La vedo un po’ impiccata - avverte - Quando si punzonano 5 motori in 3 Gran Premi, si presume che qualche problema ci sia e dovrà essere valutata la sua entità nel corso del campionato. È un allarme rosso”.

E non è l’unico a suonare.

“Speriamo in Ducati, se non si riprende sulla pista dove ha sempre vinto, quando la vedremo? Qualcosa non ha funzionato nello sviluppo se Zarco con la vecchia Desmosedici è stato più veloce a Brno dei piloti con la moto ufficiale” chiosa.

Se volete far un brindisi insieme a Pernat, guardate il video qui sopra. Il prossimo appuntamento con Fast by Prosecco sarà dopo il Gran Premio d’Austria. Cin cin!

Share

Articoli che potrebbero interessarti