SBK, BMW vuole Evan Bros come team satellite in Superbike

Avviati i contatti tra la Casa di Monaco e la squadra di Fabio Evangelista, ma prima si aspetta la mossa di Yamaha e c’è il nodo Locatelli

Share


È una delle realtà più solide del paddock, in particolare nella SuperSport. Stiamo ovviamente parlando del team Evan Bros, che lo scorso anno ha conquistato il titolo della 600 con Randy Krummenacher. Quest’anno, invece, potrebbe essere la volta di Andrea Locatelli, che nelle derivate sta vivendo una sorta di operazione rilancio dopo i trascorsi nel Motomondiale.

Nei primi tre appuntamenti stagionali, il pilota bergamasco ha dominato la scena, senza nemmeno lasciare le briciole alla concorrenza. Fabio Evangelista, patron del team, non può fare altro che raccogliere i frutti di quanto seminato in tutti questi anni di duro lavoro e godersi le meritate soddisfazioni.

Eppure, nonostante il Campionato sia solo a metà, già si inizia a pensare alla prossima stagione, tanto che alcune squadre hanno chiuso le proprie operazioni.  

Per quanto riguarda il team Evan Bros, già dallo scorso anno si parlava della possibilità di un eventuale e atteso salto in Superbike. Per la squadra romagnola sarebbe il coronamento di un lungo cammino fatto di sforzi, ma allo stesso tempo ricco di gioie.

In questo 2020 non si è però fatto nulla e di conseguenza se ne potrebbe riparlare per il 2021. A tal proposito la BMW si è fatta avanti per capire cosa intenda fare Fabio Evangelista e quali programmi abbia in serbo per il prossimo anno.

Sta di fatto che la Casa di Monaco è intenzionata ad avvalersi di un team satellite in SBK a cui affidare due moto e la prima opzione sulla carta è proprio Evan Bros. In Germania si sono già mossi per sondare il terreno e dare il via ai primi contatti a fini esplorativi con Fabio Evangelista. Al momento si sta solo discutendo, anche se BMW vede nella squadra romagnola la prima carta da giocarsi.

Se da una parte la scelta è di quelle che stuzzica non poco, dall’altra bisogna invece capire quanto sia impegnativo dal lato economico un salto del genere. Fabio Evangelista vorrebbe infatti sbarcare in Superbike, ma senza compiere il passo più lungo della gamba. Tra l’altro, un approdo in SBK con BMW, rappresenterebbe la fine dell’avventura in SuperSport, dal momento che tutti gli sforzi verrebbero concentrati solo ed esclusivamente sulla classe regina.

Occhio però che l’affare non è così semplice e scontato, dal momento che prima di tutto sarà necessario capire cosa intenda fare la Yamaha, con cui Evan Bros ha un rapporto che dura ormai da tempo. Ovviamente Andrea Dosoli vorrebbe avere nella top class la formazione romagnola, ma molto dipenderà da quale sarà la proposta messa sul piatto.

Tra i tanti interrogativi c’è però una certezza: la stagione 2020 sarà la prima e l’ultima di Andrea Locatelli in SuperSport, una categoria che già gli va stretta dopo quanto dimostrato dopo soli tre round. Il prossimo anno il pilota bergamasco approderà infatti in Superbike: se con BMW o Yamaha lo scopriremo tra fine agosto ed inizio settembre. Occhio però che lui ha un contratto come pilota Yamaha, di conseguenza il suo destino sembra già scritto, a meno che qualcuno non decida di mettere mano al portafoglio.       

Share

Articoli che potrebbero interessarti