MotoGP, Pernat: "KTM ha vinto grazie alla disastrosa strategia di Honda"

VIDEO - "Un errore lasciare andare via Pedrosa, HRC paga la sua spocchia. Quartararo non ha saputo gestire la gara, Morbidelli ha fatto il passo in avanti decisivo"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Carlo Pernat anche questa volta ha commentato per noi il Gran Premio di Brno. Una gara che ha visto per la prima volta trionfare Brad Binder e la KTM, ma anche Franco Morbidelli e Johann Zarco sul podio. È stata invece una domenica nera per le Ducati ufficiali ma anche per Vinales e Quartarato.

Se volete godervi la diretta integrale (con l’irrinunciabile barzelletta finale) trovate il video qui sopra.

Carlo, iniziamo dal protagonista: Brad Binder.

Si sono volatilizzati tutti i dubbi che avevo su KTM. Questo risultato fa parte della strategia di Puig e della Honda: lasciare andare via Pedrosa e fargli fare il collaudatore per KTM. È stata questa la chiave di volta. Grande KTM e bravo Binder, che ha corso come un pilota navigato non come un debuttante. Mentre Pol Espargarò ha guidato malissimo, ha fatto un errore con Zarco che è stato penalizzato in un modo vergognoso, Johann non c’entrava nulla ma ha fatto un Long Lap Penalty meraviglioso. Io ammiro Marc Marquez, ma allora lui avrebbe dovuto essere penalizzato mille volte nella sua carriera”.

Qual è il bilancio di Honda?

Un disastro. Crutchlow è stato operato alla mano destra e sta già pensando ad accasarsi con Aprilia per il prossimo anno, Bradl non corre da tempo, Alex MAaquez sembrava un pulcino bagnato, Nakagami non è male ma la moto non si sta dimostrando vincente. È Marquez a vincere, ma era una cosa che sapevamo. Honda ha sbagliato a non puntare sui giovani nel team satellite, come hanno fatto Ducati, Yamaha e KTM. HRC sta pagando la sua spocchia”.

Sono mancati i dominatori di Jerez.

Oggi Quartararo non ha saputo gestire la gare, gli do un 5, a prescindere dai problemi di gomme. A Vinales darei invece un 3, se Dovizioso è stato imbarazzante, Maverick è stato super imbarazzante. Ora non ha più scuse, la moto è stata sviluppata secondo la sua direzione, era contentissimo, invece ha fatto delle gare peggiori del solito. Non so la Yamaha gli farebbe il contratto ora, Vinales mi ha profondamente deluso, al contrario di Valentino che ce l’ha messa tutta. Se fosse partito in seconda fila si sarebbe potuto giocare il podio, è stato bravissimo. Quindi do un bel 7 e mezzo a Rossi”.

E a Morbidelli?

Franco ha assaporato la vittoria, sono convinto, stava guidando benissimo, ma chi se li aspettava un Binder e una KTM così? Però è arrivato vicino a Brad, secondo me ha fatto il salto decisivo, come Bagnaia a Jerez. Sono due piloti su cui possiamo contare per il futuro. Franco ha capito che può giocarsi la vittoria.

Come vedi l’accoppiata Rossi-Morbidelli per il prossimo anno?

Petronas è felice di avere Valentino per la comunicazione ma ha posto delle condizioni: potrà venire nella sua squadra solo una persona, forse due. Petronas vuole la sua squadra”.

Cosa ti aspetti da questo campionato?

Non ci sono più fenomeni, come quando c’è Marquez in pista. Quando manca il fenomeno tutto si appiattisce verso il basso, non c’è una prima donna. Aspettiamoci dei podi diversi dal solto, Marc alza l’asticella”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti