Moto3, Fernandez si prende anche la pole nel weekend di Brno

Prima fila per Rodrigo e Suzuki davanti ad Ogura, Foggia ed il leader del mondiale Arenas. 8° Arbolino che, come la maggior parte dei piloti non è riuscito a fare il secondo time attack per via delle strategie

Share


La Moto3 non si smentisce mai e proprio come da previsione, in una pista lunga come Brno dove le scie contano tantissimo, ci ha regalato delle qualifiche dall'alto tasso di spettacolarità (bisogna vedere se nel bene o nel male) e dense di strategie. "L'arte dell'aspettarsi" che ormai è una prassi in quasi tutte le sessioni della classe leggera ha forse toccato in questo weekend uno dei suoi punti più alti con le tantissime penalità di questa mattina e con delle qualifiche al limite del paradossale. La maggior parte dei piloti non hanno potuto fare il loro secondo time attack, prendendo bandiera a scacchi.

A fare la pole, alla fine, è stato Raul Fernandez in 2:08.372, due decimi più veloce di Gabriel Rodrigo, secondo davanti a Tatsuki Suzuki che non è riuscito a conquistare la quarta pole consecutiva. Domani la seconda fila si aprirà con Ogura che al suo fianco avrà Dennis Foggia e Alcoba mentre dietro di loro scatteranno dalla terza fila il leader del mondiale Albert Arenas, Arbolino (passato dal Q1) e Romano Fenati che questa mattina aveva mostrato un buon ritmo gara. 

10° casella per Kunii davanti ad Andrea Migno (anche lui, come Arbolino, passato per il Q1) e Antonelli. Quinta fila per Masia, Nepa e Binder con il pilota Leopard e CIP passati dal Q1. Toba, Yamahanaka e McPhee chiudono lo schieramento del Q2 con il britannico che è caduto ad inizio Q2 senza riuscire a far segnare nemmeno un giro. 

Ottava fila per Riccardo Rossi e Vietti che non sono riusciti a passare il taglio del Q1 proprio come Davide Pizzoli, caduto in curva 7 ad inizio qualifiche.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti