Moto3, Brno: Fernandez 1° nelle FP2, ma non batte il tempo di Rodrigo

Gabriel ancora davanti a tutti nella combinata, Foggia, Arbolino, Fenati e Rossi prenotano un posto in Q2. Fuori dai migliori 14 Suzuki, Antonelli, Migno e Vietti

Share


Si sono dovuti aspettare gli ultimi minuti della FP2 per vedere cambiare la classifica della Moto3. Nel  secondo turno di libere i piloti si sono concentrati sopratutto per la gara, salvo poi sparare le proprie cartucce all’ultimo.

Le condizioni della pista però non ha permesso a nessuno di migliorare il tempo di 2’08”612 ottenuto nel mattino. Nel pomeriggio il migliore è stato Fernandez, ma non è sceso sotto i 2’09”. Più importante il secondo tempo di Masia, uno dei pochi a riuscire a migliorare il suo riferimento del mattino e piazzarsi al 5° posto nella combinata. Lo stesso ha fatto Garcia, che col 5° tempo nel pomeriggio si è preso un posto in Q2 grazie alla 13ª posizione in combinata. La stessa cosa non è riuscita a Suzuki, 16° nella combinata.

La classifica del secondo turno recita: Fernandez, Masia, Fenati, McPhee, Garcia, Foggia, Arbolino, Rodrigo, Suzuki e Alcoba nelle prime 10 posizioni ma, come detto, è la combinata a contare.

Quindi gli italiani con un posto in Q2 per ora sono Foggia (4°), Arbolino (7°), Fenati (10°) e Rossi (11°), tutti gli altri dovranno sfruttare l’ultima occasione nelle FP3 di domani mattina.

A iniziare da Migno, passando per Antonelli, Vietti, Nepa e Pizzoli.

Tante cadute hanno caratterizzato la sessione, a partire da quella di Tatay, che caduto alla curva 7 ha battuto violentemente la testa perdendo temporaneamente la memoria, motivo per cui è stato portato al centro medico per ulteriori controlli. I dottori hanno poi deciso di trasferirlo in ospedale per controlli a causa di un trauma cervicale.

La curva 10, invece, è stata fatale per Sasaki e Toba, Lopez è scivolato alla 6 e Vietti alla 4, negli ultimi minuti Binder alla 12. Nessun problema per loro.

LA CLASSIFICA

Share

Articoli che potrebbero interessarti