Gordon Murray T.50: V12 aspirato, 12 mila giri e 3 milioni di euro!

Peso contenuto (985 kg), motore V12 aspirato che allunga ad oltre 12 mila giri, l'eclettico "papà" della McLaren F1 che negli anni '90 ha segnato la storia, ci riprova con la sua nuova creatura

Share


Per molti la McLaren F1 è l'auto migliore mai costruita, di sicuro è stata una pietra miliare nella storia delle auto sportive, con concetti unici, come il posto guida centrale, giusto per citare un elemento comune con la nuova creatura dell'eccentrico progettista Gordon Murray. Se nel 1992 si era "nascosto" ditro al marchio McLaren, oggi l'azienda è tutta sua, si chiama GMA (Gordon Murray Automotive) e sta portando avanti la futura produzione di 100 unità di questa T.50, auto unica nei concetti e nel sapore d'altri tempi. Una costruzione ultraleggera per stare sotto la soglia di mille kg, un V12 aspirato  che gira a 12.100 giri, un cambio manuale a sei velocità, aerodinamica con una gigantesca ventola nella parte posteriore (riprende la soluzione tecnica progettata proprio da Gordon Murray per la Brabham BT46B del 1978, messa al bando dopo poche gare per il vantaggio enorme che le dava sulle altre vetture di F1) e l'abitacolo tre posti che richiama la sua mitica antenata, con guida centrale.

Per ora l'auto è stata svelata in modo statico, ma i dettagli sono davvero degni di nota, con il V12 da 3.9 litri capace di 654 cv, quasi pochi per quello che siamo abituati a vedere, ma con un peso estremamente ridotto ed un rapporto peso / potenza particolarmente favorevole. 

La neonata casa automobilistica non insegue la velocità massima o i record di potenza, ma vuole che la T.50 possa essere l'auto migliore da guidare. Il V12 è accoppiato con un cambio manuale a sei marce Xtrac, mentre il peso incredibilmente basso dell'auto è gaantito da dimensioni compatte e fibra di carbonio per la monoscocca e carrozzeria. Aerodinamicamente, la ventola ed il sistema di canalizzazione ottimizzano il flusso d'aria sia sotto che sopra la vettura. Sono state studiate ben sei modalità aerodinamiche, per ridurre la resistenza del 12,5% o aumentare la deportanza del 50, in base alle esigenze. Il motore può anche erogare un boost di potenza per alcuni istanti, arrivando in modalità V-Max Boost a produrre 690 CV.

Le dimensioni non sono da hypercar, ma paragonabili ad una Porsche Cayman. Cerchi differenti tra anteriore  (19 pollici) e posteriore (da 20) contribuiscono a definire l'aspetto a cuneo della vettura. All'interno l'elemento distintivo è la posizione di guida centrale, con due sedili per i passeggeri, più piccoli. Sorpresa, almeno in parte, malgrado il focus sull'esperienza di guida ed un  contagiri analogico, è presente un sistema audio a 10 altoparlanti con compatibilità Apple CarPlay ed Android Auto.

In attesa di poterla vedere in movimento e sentire la voce del V12 aspirato, la T.50 è prevista sul mercato per il 2022, ma solo per i 100 fortunati clienti che la potranno acquistare per una cifra di poco più di 3 milioni di euro

Share

Articoli che potrebbero interessarti