SBK, Rea e la Kawasaki dominano la Superpole Race, 2° Redding

Johnny si prende la rivincita ai danni del pilota Ducati, Razgatlioglu si ferma, sul podio van der Mark seguito da Baz, 5° Davies, 10° Bautista

Share


Johnny Rea non ha fatto sconti e nella Superpole Race è arrivata puntuale la sua risposta. Il portacolori Kawasaki ha infatti dominato dal primo all'ultimo giro la gara sprint, precedendo al traguardo la Ducati di Scott Redding. Nulla ha potuto l'alfiere Ducati nel confronto con il nordilandese, il quale ha recitato un copione a parte. Sul podio sale anche van der Mark, che ha sfruttato il ritiro di Toprak Razgatlioglu, out per problema elettronico. 

Rimane invece giù Loris Baz, poi Chaz Davies e Tom Sykes, mentre settimo Lowes. Buona prestazione invece per Gerloff, ottavo, poi le Honda di Haslam e Bautista. Undicesimo Rinaldi, 15° Scheib, 18° Melandri. 

GIRO 9 Inizia l'ultimo giro a Jerez per la Superpole Race con Rea davanti a tutti. Sale in 15^ posizione Scheib che si sbarazza di Caricasulo. Davanti a lui c'è ora la Kawasaki di Cortese.

GIRO 8 Rea detta il passo seguito da Redding e van der Mark. Le posizioni sono ormai stabili.

GIRO 7 Quando mancano tre giri alla fine Rea ha saldamente in mano il comando della corsa con un secondo e mezzo su Redding, poi, van der Mark. Sale in top ten Bautista seguito da Laverty e Rinaldi. Errore per Melandri, 18°.

GIRO 6 Colpo di scena, Toprak Razgatlioglu si ferma per un problema di elettronica.  Redding sale quindi in seconda posizione seguito dalla R1 di van der Mark. 

GIRO 5 Rea e la Kawasaki fuggono, mentre Redding porta a soli tre decimi il proprio gap dalla Yamaha di Toprak. Dietro alla Panigale V4 del britannico c'è van der Mark e Baz, poi Davies. In fondo al gruppo Takahashi, preceduto da Gabellini. 

GIRO 4 - In grande difficoltà la Honda di Alvaro Bautista, che scenda addirittura al tredicesimo posto alle spalle della Ducati di Rinaldi. Dietro lo spagnolo compare invece Melandri con Fores, Scheib e Caricasulo.

GIRO 3 - Rea allunga a sei decimi il proprio margine su Razgatlioglu, mentre Redding accusa oltre un secondo dalla vetta. Il pilota Ducati è seguito da van der Mark e Baz con Davies sesto. Aggancia la top ten Lowes, che ora mette nel mirino Haslam.

GIRO 2 - C'è Rea a condurre la gara con mezzo secondo su Toprak, poi Redding e van der Mark. Fuori dalla top ten la Honda di Bautista seguito da Rinaldi e Melandri

GIRO 1 - Rea parte a fionda e prende subito il comando della corsa seguito da Razgatlioglu che lascia sul posto Redding. Il pilota Ducati insegue in terza posizione con van der Mark e Baz alle spalle, poi Sykes, Davies, Laverty e Haslam. 

11:00 Via alla Superpole Race di Jerez!

10:58 I piloti partono per il warmup lap. 

10:55 Cinque minuti al semaforo verde di questa Superpole Race.

10:50 Sulla griglia di partenza è anche presente il numero uno della FIM, ovvero Jorge Viegas, in compagnia di Gregorio Lavilla.  

10:45 Piloti già schierati in griglia per il via della Superpole Race. Ricordiamo che l'ordine di partenza della gara sprint è quello della Superpole del sabato mattina. In pole c'è quindi Redding con la Panigale V4, poi Rea e la Kawasaki con Sykes e la BMW a chiudere la prima fila. Dalla seconda scatterà invece van der Mark, dalla terza la Ducati di Davies con Bautista e Haslam al fianco.

10:40 Tra cinque minuti aprirà la pit lane. Al momento ci sono 40 gradi sull'asfalto, mentre 28,2° nell'aria. Si preannuncia una Superpole Race incandescente con Rea intenzionato a ristabilire le gerarchie dopo il secondo posto di ieri. Ecco come è  terminata Gara 1 di sabato. 

10:30 Mezz'ora al via della Superpole Race di Jerez. La gara sprint scatterà alle ore 11 con Scott Redding e la Ducati davanti a tutti, seguiti dalla Kawasaki di Johnny Rea. Dieci giri in cui dare tutto.

Share

Articoli che potrebbero interessarti