SBK, 2R Racing si difende: “Abbiamo solo dato da bere a chi lo richiedeva”

Il patron Antonellini: “Sapevamo di essere nel torto ed eravamo pronti a pagare una multa, l’espulsione è eccessiva. Io stesso ho visto uomini Dorna senza mascherina per il caldo”

Share


In mezzo alle prodezze dei piloti nelle giornate di venerdì e ieri, ha trovato notevole spazio la vicenda riguardante il team romagnolo 2R Racing, cacciato nella serata del giovedì dal paddock da Dorna per non aver rispettato sotto vari aspetti (mascherine e somministrazione di cibo tramite buffet) il protocollo anti Covid.

Dopo un paio di giorni di pareri più o meno favorevoli nei riguardi della scelta di Dorna, si è espresso sull’accaduto Roberto Antonellini, proprietario del team iscritto (sino a giovedì mattina scorso) alla Supersport300. “Abbiamo firmato e accettato le regole - ha spiegato Antonellini sulle pagine del Resto del Carlino – quindi siamo in torto, ma l’espulsione dal campionato mi pare eccessiva, dato che abbiamo la nostra colpa è stata solo quella di offrire qualcosa da bere sotto la nostra tenda a chi aveva sete”.

Questo però non ha convinto Dorna e la sicurezza del circuito a cambiare idea, e l’espulsione del team dal paddock è divenuta realtà nel giro di poche ore.

“Si sono presentati due uomini Dorna – prosegue Antonellini – accompagnati da un membro della Guardia Civil, impugnando le foto del nostro staff senza mascherine ai box, contestando la cosa. Ho parlato di persona con Gregorio Lavilla, ammettendo l’errore e mostrandomi disponibile a pagare una multa, ma siamo stati espulsi con effetto immediato”.

Non resta dunque che recriminare ad Antonellini ed al suo team, già alle prese (come molti) con la diminuzione del numero di sponsor causa Covid.

“Abbiamo perso i 20 mila euro versati a Dorna, quindi un quinto della spesa prevista per la stagione è svanito nel nulla. Ho visto con i miei occhi uomini Dorna uscire dagli uffici senza mascherina per il caldo: sappiamo che bisogna stare attenti, ma questa esclusione è davvero molto pesante”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti