MotoGP, Melandri: “Il braccio di ferro Dovizioso-Ducati sta stancando entrambi”

“Non è un momento facile per Andrea. La situazione che sta vivendo non lo aiuta, perché gli toglie serenità e tranquillità, inoltre c’è pure Bagnaia. Marquez? Sarà dura per lui a Brno”

Share


Pilota di Superbike e telecronista. Una sorta di doppia veste per Marco Melandri, che da quest’anno è il volto nuovo di DAZN per quanto riguarda il Motomondiale. La web tv ha infatti affidato il commento tecnico della classe regina al romagnolo e lui ha accettato la sfida.U n’avventura che lo sta entusiasmando non poco.

Sono davvero felice di avere iniziato questa nuova esperienza – ci ha detto alla vigilia del weekend di gara a Jerez – insieme ai ragazzi mi sto divertendo e questa opportunità mi ha consentito di continuare a vivere l’ambiente delle corse e allo stesso tempo raccontarlo”.

A tal proposito non manca una sua battuta in merito all’ultimo appuntamento: “Mi è dispiaciuto molto per Binder e Oliveira – ha detto - secondo me sarebbero arrivati entrambi a giocarsi il podio domenica scorsa senza quelle due cadute”.

Peccato non ci fosse Marquez.

Marc ha fatto divertire tutti con quella rimonta la domenica precedente  - ha ricordato il 33 – peccato poi per la caduta. Temo che a Brno non sarà al 100%. Non dimentichiamoci che lui ha rotto un osso su cui vai a scaricare tutto il peso nel momento in cui freni a destra. Avrà solo due settimane di tempo per recuperare e sarà dura per lui”.

 Con Marc fuori dai giochi ci ha pensato Quartararo a recitare la parte di protagonista: “Fabio è incredibile, sono convinto che lo vedremo competitivo anche su quelle piste dove la Yamaha ha sofferto in passato. In curva è davvero impressionante”.

 Infine Melandri rilascia una sua considerazione in merito a Dovizioso: “La situazione che sta vivendo Andrea non lo aiuta, soprattutto dopo un inverno come quello che ha trascorso lui – ha dichiarato - un pilota deve essere tranquillo e sereno quando salta in sella alla moto, mostrando fiducia e confidenza. Tra l’altro c’è pure la questione Bagnaia. Se Pecco non avesse fatto quella prestazione domenica scorsa, ci saremmo ritrovati a dire che la Ducati non sarebbe stata competitiva”.

A tenere banco è il rinnovo contrattuale: “Non è un momento facile per Andrea, complice tra l’altro questo braccio di ferro con la Ducati che dura da parecchio e inizia a stancare entrambi”. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti