SBK, Bautista: "Jerez la conosco e la Honda non è quella dell'Australia"

Haslam: "A Phillip Island avevamo le carte in regola per lottare per il podio, ma non è andata come pensavamo. Adesso ci riproviamo"

Share


Cosa dobbiamo aspettarci dalla Honda? È questo uno degli interrogativi che tiene banco a Jerez in vista della ripartenza. In questi ultimi mesi la HRC ha lavorato duramente, prendendo parte prima al test di Barcellona e in seguito a quello di Aragon di quindici giorni fa.

Di conseguenza c’è grande attesa da parte di Alvaro Bautista:  “Non vedo l'ora di tornare a correre dopo la situazione legata alla diffusione del Covid-19 – ha dichiarato - abbiamo completato due giorni di test a Barcellona e altrettanti ad Aragon. Barcellona ci ha dato la possibilità di recuperare tutti quei meccanismi con la moto e la vita nel box, mentre ad Aragón abbiamo avuto la possibilità di lavorare molto sull'assetto e quindi mi avvio al secondo round di questo Mondiale con l’obiettivo di avere maggiore fiducia con la CBR rispetto all’Australia”.

Lo scorso anno, a trionfare a Jerez fu proprio Bau Bau in sella alla Ducati V4: “Questa pista mi piace molto, lo conosco bene e sono molto contento di essere tornato sul tracciato di casa L'obiettivo sarà quindi quello di avvicinarsi ai migliori”.

In casa Honda riflettori puntati anche su Leon Haslam, il quale resta in attesa del rinnovo del contratto per il 2021. Da parte del pilota britannico sembra trapelare un certo ottimismo per il primo round della ripartenza post COVID: “È trascorso molto tempo dall'Australia, ma non vedo l'ora di correre a Jerez – ha commentato - un circuito molto bello anche se presenta caratteristiche diverse. I test pre-campionato non sono stati così male per noi, ma sarà bello tornare in Spagna con nuove modifiche all’assetto della moto e confrontarci con gli altri piloti. Nella gara dello scorso febbraio a Phillip Island sono dell’idea che il nostro pacchetto fosse competitivo per puntare al podio – ha aggiunto – non siamo riusciti a ottenerlo, ma ci riproveremo”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti