Ninebot C30: lo scooter elettrico senza targa ed assicurazione (di Xiaomi)

Uno scooter elettrico dotato di pedali e con velocità di 25 km/h per essere esente dagli obblighi di patente, casco, targa ed assicurzione, proprio con una e-bike, ma con un prezzo inferiore ai 500 euro (in patria). In Italia però potrebbe costare (molto) di più

Share


Cinque anni fa, forse non tutti lo sanno, la americana Segway è diventata di proprietà cinese. La madre della "biga tecnologica" (qui abbiamo parlato del suo pensionamento) è infatti stata acquisita dal colosso Xiaomi, che ora sfrutta una famiglia di prodotti di Segway, i Ninebot, per proporre una gamma molto vasta di mezzi per la mobilità urbana a propulsione elettrica.

Dai monopattini agli scooter, con il debutto della serie "C", che va dall'annunciato C30 al C80. La novità (se non è assoluta poco ci manca) è un approccio che mette al centro la semplicità ed il risparmio economico. Adotta infatti dei pedali ed ha una velocità massima di 25 km/h per essere equiparato ad una e-bike. Quindi è esente dagli obblighi ci tassa di possesso, casco, assicurazione e quant'altro. Il suo aspetto però è molto simile a quello di uno dei tanti scooter elettici che iniziano a popolare anche le nostre città, dopo averlo fatto con le metropoli asiatiche.

I fratelli maggiori offrono qualcosa in più, ad esempio il C40 ha una batteria da 15 Ah e un'autonomia di 40 chilometri, mentre il C60 sale a 20 Ah ed ha un'autonomia di 60 chilometri, fino al C80, con un'autonomia di 80 chilometri e batteria da 24 Ah, ma il segreto del C30 (per definizione il numero dopo la C sono i km di autonomia, ma ne dichiara 35) è il prezzo decisamente accattivante. Per ora riservato al solo mercato interno cinese, viene offerto ad un prezzo equivalente a meno di 500 euro, ma offre comunque chicche tecnologiche con NFC collegato al cellulare che sostituisce la chiave, fari a LED ed il cuise control.  Offre anche la frenata assistita EBAS, che sfutta il freno a tamburo posteriore ed il disco anteriore.

Attenzione però, perchè oltre al fatto che per  Xiaomi possa essere interessata o meno all'esportazione in Europa, il prezzo da noi potrebbe essere decisamente più elevato. Il C40, ad esempio, è reperibile on line ad un prezzo ben sopra alla soglia di 1.500 euro, cifra che si avvicina paecchio a quello di prodotti con caratteristiche e prestazioni da "cinquantino", piuttosto che da bici elettrica (nel caso del C30 con 400W).

Share

Articoli che potrebbero interessarti