Jerez MotoGP: Quartararo si ripete su Vinales, Rossi torna sul podio

Fuori gara per problemi tecnici Bagnaia e Morbidelli che si stavano giocando il podio. 4° Nakagami su Mir e Dovizioso, che non riesce a completare la rimonta

Share


ORE 15:10 - Temina qui la nostra cronaca LIVE del secondo Gran Premio della stagione 2020 MotoGP. L'appuntamento adesso è per il fine settimana del 9 agosto, quando si disputerà il GP di Brno in Repubblica Ceca. Marquez tornerà ed inizierà senza dubbio la propria rimonta iridata. Questa è la classifica del mondiale dopo le prime due tappe. Restate sintonizzati su GPOne.com per tutte le dichiarazioni dei protagonisti a Jerez. 

ORE 15:05 - Fabio Quartararo conquista dunque il secondo successo consecutivo in campionato e si candida come principale antagonista di Marc Marquez in questo mondiale. Lo spagnolo, al suo rientro, si ritroverà a dover recuperare 50 punti nei confronti di un pilota che è stato in grado di vincere per distacco netto in due occasioni, battendo avversari di assoluto rilievo.

Oggi è forse mancato un po' all'appello Maverick Vinales, che dopo un errore nelle fasi iniziali non è riuscito a reagire velocemente e solo a fine gara ha tirato fuori gli artigli necessari per battere quella vecchia volpe di Valentino Rossi, che anche a gomme completamente finite è riuscito a vendere carissima la pelle ed ha conquistato il podio. Un risultato che mancava da oltre un anno e ben 17 gare. 

Bella prova per Taka Nakagami, che pur non salendo sul podio salva l'onore di Honda, mettendosi alle spalle tra l'altro Joan Mir ed un Andrea Dovizioso che solo grazie all'uscita di scena di parecchi protagonisti può godersi il 6° posto, un risultato non pessimo considerando la 14a casella in griglia da cui scattava oggi. Però oggi l'occasione era guadagnare punti importanti nei confronti di Marquez, ed un podio sarebbe stato necessario. 

Non possiamo che fare un incredibile plauso a Pecco Bagnaia e Franco Morbidelli. Prima di essere traditi rispettivamente dalla propria Ducati e dalla propria Yamaha, i due ragazzi stavano lottando per un posto sul podio. Bagnaia in particolare stava regalando una vera prova di forza e pareva destinato a salire sul secondo gradino del podio alle spalle di Quartararo. Un problema tecnico alla sua GP20 l'ha messo fuori dai giochi sul più bello, ma la gara di oggi ha senza dubbio regalato un click al pilota torinese, che presto concretizzerà il proprio potenziale. 

Anche Franco Morbidelli è stato tradito sul più bello dalla sua M1 esattamente come accaduto 7 giorni fa a Valentino Rossi. L'emergenza affidabilità in casa Yamaha è abbastanza evidente e occorre rimediare a breve. Buona gara per Alex Marquez, che anche approfittando delle tante defezioni davanti riesce ad arpionare un 7° posto insperato alla vigilia, battendo Pol Espargarò, unico sopravvissuto della pattuglia KTM al traguardo. 

ORE 15:00 - Grande soddisfazione ovviamente per Fabio Quartararo, lanciatissimo in testa al mondiale dopo questa seconda vittoria: "E' stata una gara dura, perché normalmente si parte con delle gomme nuove, mentre oggi abbiamo deciso di fare questa cosa dei tre giri con le gomme, per vedere se andavano meglio. Sono contento perché ho imposto un ritmo pazzesco dall'inizio e sono riuscito a staccare Valentino e Maverick subito. Quando avevo 2 secondi di vantaggio non pensavo di poter andare avanti, ma ce l'ho fatta. Grazie al mio team, hanno fatto un lavoro fantastico e grazie alla mia famiglia. Vincere queste due gare consecutive è stata una coa incredibile". 

ORE 14:57 - Dopo Rossi, è il turno di Maverick Vinales di commentare questo secondo gradino del podio, che ripete il risultato ottenuto sette giorni fa qui a Jerez: "Oggi era impossibile respirare, nel primo giro ho provato a superare Fabio, ma poi ho fatto un errore e quando anche Vale mi ha superato non ho potuto fare nulla. Dopo, mentre ero alle spalle di Valentino, mi sentivo davvero distrutto. Non so perché, forse dipendeva dal caldo ma ero davvero cotto, non risucivo a fare di più. Mi sono tenuto un po' di energia per la fine della gara, ma oggi il vero errore è stato quello della prima curva, altrimenti sarebbe stata una gara diversa per me". 

ORE 14:55 - Valentino Rossi commenta al parco chiuso questo podio che mancava da più di un anno: "Sono molto felice, è passato tanto tempo e veniamo da un periodo negativo. Questo fine settimana abbiamo iniziato a lavorare in un modo diverso ed ha funzionato. Ho fatto un ottimo lavoro con la squadra, sono partito bene e poi la gara è stata davvero molto lunga. Oggi questo podio non è come una vittoria, ma molto simile". 

ORE 14:53 - Parla ai microfoni di Sky anche David Munoz, il nuovo capotecnico di Valentino Rossi: "Per me è una grande sfida, anche perché dopo la prima gara avevamo avuto parecchi problemi. Abbiamo fatto dei cambiamenti alla moto questa settimana, speravamo in un risultato positivo. Sapevamo che oggi sarebbe stata una domenica difficile, ma salire sul podio è sempre incredibile". 

ORE 14:50 - Rossi si complimenta con Quartararo dopo questa vittoria cristallina.

ORE 14:45 - Diego Gubellini, capotecnico di Quartararo, commenta il successo del francese ai microfoni di Sky: "Aveva margine Fabio, lo aveva dimostrato ieri in FP4. Sapevamo di avere qualcosa in più nei primi giri di gara ed oggi ha sfruttato questo vantaggio. Poi ha potuto amministrare, è stato bravissimo". 

ORE 14:43 - Fabio Quartararo vince e si porta a quota 50 punti, mentre Marc Marquez è fermo al palo in classifica. Il francese ha un bel capitale di punti da gestire da qui alla fine del campionato.

ULTIMO GIRO - Vittoria di Fabio Quartararo che fa suo il secondo GP della stagione! Di nuovo piazza d'onore per Vinales a precedere un grande Valentino Rossi, che sale di nuovo sul podio dopo piàù di un anno. L'ultimo podio del dottore è stato quello di Austin nel 2019. Questa la classifica.

ULTIMO GIRO - Vinales passa Rossi e si prende la seconda posizione. Quartararo vola verso la vittoria in questo ultimo giro. Nakagami sempre 4° su Mir e Dovizioso 6°. Rossi non riesce a replicare, si accontenta del terzo gradino del podio, che però deve difendersi da Nakagami che non è lontano. 

GIRO N°24 - Vinales tenta in tutti i modi di attaccare Rossi, che da fondo a tutta la propria esperienza e resiste! Quartararo vola verso la vittoria, Nakagami a 1,3 secondi da Vinales. Dovizioso 6° su Pol Espargarò. Duello furibondo tra Rossi e Vinales per il secondo gradino del podio!!! Un po' di sano spettacolo al'ultimo giro, bellissimo show

GIRO N°23 - Nakagami non recupera altri decimi, resta a circa 1,3 secondi da Vinales, che è davvero vicinissimo a Rossi. Dovizioso perde terreno da Mir. Bel duello tra Rossi e Vinales, stanno dando spettacolo!

GIRO N°22 - Rossi continua a resistere a Vinales, che però si fa vedere in quasi tutte le staccate. Nakagami sempre vicino, mentre Dovizioso si è leggermente alontanato da Mir. Non sembra poter andare oltre il 6° posto. La disperazione di Bagnaia.

GIRO N°21 - INtanto Nakagami non è lontanissimo da Vinales. Il distacco del giapponese è a circa 1 secondo dalla coppia di piloti di Iwata. Anche Mir è vicino, il podio non è ancora in cassaforte per Rossi e Vinales. La vittoria di Quartararo sembra invcee certa. 

GIRO N°20 - Una colonna di fumo nero segna la fine del GP per Pecco Bagnaia. Un vero peccato. Rossi adesso è secondo su Vinales. Tre Yamaha davanti a tutti in pista. 

GIRO N°19 - Rossi spinge per non farsi passare da Vinales, che adesso è attaccati alla M1 numero 46. Forse Valentino è in difficoltà con le gomme. Il vantaggio di Quartararo intanto sale a circa 5 secondi su Bagnaia. Il francese vola verso la doppietta. Fumo dalla moto di Bagnaia

GIRO N°18 - Quartararo è sempre in fuga, ma il vantaggio non aumenta e resta attorno ai 4,5 secondi su un sontuoso Bagnaia. Terzo Rossi, che adesso è a circa 2,5 secondi con Vinales che si è riavvicinato tantissimo. Nakagami 5° su Mir e Dovizioso, sempre a circa 8 decimi dal pilota Suzuki. Alex Marquez nono. 

GIRO N°17 - Si ferma la Yamaha M1 di Franco Morbidelli, esattamente come avvenuto la scorsa settimana a Valentino Rossi. Adesso Vinales è dunque 4° alle spalle di Rossi e Bagnaia. Dovizioso guadagna così una posizione ed è 7°, ma non riesce a chiudere il gap su Mir. 

GIRO N°16 - Sta disputando un buon GP Alex Marquez, che adesso è 10°, per la prima volta in top ten. Alle sue spalle Johann Zarco. Morbidelli si è riavvicinato a Rossi, che adesso ha un vantaggio di appena 3 decimi. Bagnaia intanto si allontana leggermente, ed ora ha 1,2 secondi di vantaggio su Rossi. 

GIRO N°15 - Questa la classifica al 15° passaggio, con Quartararo che comanda il GP ed è lanciato verso la seconda vittoria consecutiva. Rossi resiste a Morbidelli, che adesso è nuovamente a 8 decimi. Vinales si è riavvicinato leggermente a Morbidelli. 

GIRO N°14 - Bagnaia tiene esattamente lo stesso ritmo di Quartararo. Rossi adesso è a circa 1 secondo, mentre Morbidelli è vicino a Valentino. Caduta per Brad Binder, resta in gara una sola KTM, quella di Pol Espargarò. Dovizioso a meno di 7 decimi da Mir.

GIRO N°13 - Quartararo leader sul nostro Bagnaia, con 4,5 secondi di vantaggio. Rossi subisce gli attacchi di Morbidelli, vicinissimo. Vinales è crollato, adesso è a 1,3 secondi e Nakagami è vicino. Dovizioso sempre 8° non lontano da Mir, ma Pol Espargarò si è avvicinato al Dovi. 

GIRO N°12 - Caduta per Jack Miller. Il pilota è ok, ma il GP è finito. Bagnaia è attaccato a Rossi e ci sono tre italiani dal 2° al 4° posto, occupato da Morbidelli. Caduta anche per Danilo PEtrucci. La Ducati perde due piloti in un giro, mentre Bagnaia passa Rossi ed è 2°! Dovizioso adesso è 8°. 

GIRO N°11 - Bellissimo sorpasso di Bagnaia su Vinales! Quartararo ancora in fuga, Rossi e Bagnaia alle sue spalle. Morbidelli adesso è attaccato a Miller, che a sua volta passa Vinales. In difficoltà lo spagnolo della Yamaha. ANCHE MORBIDELLI PASSA VINALES

GIRO N°10 - Quartararo ancora leader, con 4 secondi di vantaggio su Rossi. Vinales tenta di resistere a Bagnaia, che sta risalendo alla grande. Morbidelli è a meno di mezzo secondo da Miller. Piccolo errore di Dovizioso, che resta ad un secondo da Mir. BAGNAIA PASSA VINALES!

GIRO N°9 - Scaramuccia tra Miller e Bagnaia, ma le posizioni restano invariate. Pecco è più veloce dell'australiano, ma Jack resiste agli attacchi. Problema per Aleix Espargarò, che perde posizioni. Caduta per il pilota Aprilia. Bagnaia passa Miller!

GIRO N°8 - Rossi resta a circa 3 secondi da Quartararo, mentre Vinales sta subendo il ritorno delle Ducati Pramac, che sono a meno di due decimi. Morbidelli nel frattempo ha passato Nakagami per la 6a posizione. Dovizioso a 7 decimi da Mir. 

GIRO N°7 - Il ritmo gara è leggermente più alto rispetto alla scorsa settimana, i piloti girano sul passo del 39. caduta anche per Iker Lecuona, fuori entrambi i piloti del Tech3. Dovizioso resta a meno di un secondo rispetto a Mir. Rossi porta quasi a mezzo secondo il vantaggio su Vinales, non perfetto in questa fase. 

GIRO N°6 - Bagnaia adesso è a meno di due decimi da Miller, sta per attaccarlo. Rossi adesso è a 3 secondi da Quartararo, in fuga. Vinales è vicino, ma non riesce ad attaccare Valentino in staccata. Bene Nakagami, che adesso è 6° davanti a Morbidelli. Dovizioso insegue Mir, che adesso è a circa 1 secondo. 

GIRO N°5 - Rossi continua a resistere a Vinales, che lo attacca alla 13. Il vantaggio di Quartararo adesso è già a quota 2,5 secondi. Bene l'Aprilia, che vede Aleix Espargarò in 11a posizione davanti alla KTM del fratello. 

GIRO N°4 - Quasi due secondi tra Quartararao e Rossi, Vinales tenta di attaccare Valentino. Bagnaia si avvicina nuovamente a Miller, ne ha di più del suo compagno di team Dovizioso si prende la 9a posizione su Petrucci. 

GIRO N°3 - Bagnaia prova ad attaccare Miller ma sbaglia, stava quasi cadendo. Di nuovo 5°. Quartararo leader, Rossi 2° a circa un secondo di distacco. Vinales sulla coda di ROssi, sta per attaccarlo. Miller leggermente più lontano. Dovizioso all'attacco di Petrucci per la 9a posizione. Bagnaia nel frattempo ha ripassato Nakagami.  Il replay della partenza

GIRO N°2 - Al primo passaggio sul traguardo Quartararo conduce. Vinales lo attacca ma va largo e sbaglia. Ne approfitta anche Rossi. Questa la classifica. Bagnaia si è sbarazzato di Nakagami. Dovizioso 10°

GIRO N°1 - Scattato il GP! Alla prima staccata Quartararo mantiene la testa della gara su Vinales. Gran partenza di Rossi, davanti a Miller, Nakagami e Bagnaia. Settimo Morbidelli. Caduta per Oliveira alla prima curva, coinvolti anche altri piloti. Anche Binder rallentato dalla caduta del portoghese!

ORE 13:59 - I piloti iniziano il giro di riscaldamento. BUON GRAN PREMIO A TUTTI!

ORE 13:58 - Confermata la scelta gomme per i piloti. Solo Rins su doppia morbida. 

ORE 13:56 - Da tenere d'occhio la partenza di Bagnaia, che scatterà 3°. La Ducati è sempre un fulmine allo start e potrebbe arrivare in testa alla prima staccata con uno start perfetto.

ORE 13:53 - La griglia inizia a svuotarsi dai tecnici. Manca poco alla partenza del Gran Premio!

ORE 13:51 - I piloti Yamaha adotteranno una scelta particolare oggi, perché tutti partiranno con una gomma non completamente nuova. I 4 piloti di Iwata scatteranno infatti con una anteriore che ha fatto già qualche giro, quasi una sorta di rodaggio. L'idea è che queste gomme già parzialmente usate non subiscano un surriscaldamento analogo a quello che accade sulle gomme nuove. 

ORE 13:49 - I ragazzi della Moto2 ci hanno regalato un podio tutto tricolore. Difficile immaginare un'impresa simile in MotoGP, ma senza dubbio ambire a salire sul podio è nel pieno potenziale di Bagnaia, Rossi, Morbidelli e Dovizioso. Forse è leggermente più in difficoltà Petrucci, che proprio non digerisce Jerez in sella alla Ducati. 

ORE 13:48 - Andrea Dovizioso scatterà dalla 14a piazza oggi e dovrà tentare la grande rimonta in gara per conquistare punti importanti in ottica campionato, con Marc Marquez che anche oggi sarà fuori dai giochi. 

ORE 13:46 - Sky propone un contenuto davvero particolare. Il video di Marc Marquez che completa le flessioni sulle braccia per incassare il FIT dei medici. Non si trattava di una leggenda metropolitana, ma di pura verità.

ORE 13:45 - La maggior parte dei piloti ha effettuato la stessa scelta per quanto riguarda le gomme: sono tutti su gomma dura all'anteriore e morbida al posteriore, tranne Alex Rins che ha una doppia morbida. Il pilota Suzuki tenterà di completare il Gran Premio nonostante i grandi problemi alla spalla destra. 

ORE 13:45 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE del Gran Premio MotoGP di Andalusia, dal tracciato di Jerez. I piloti sono entrati in griglia, i tecnici stanno completando le procedure prima della partenza. 

 

Manca davvero poco al semaforo verde della seconda tappa del mondiale MotoGP 2020, il Gran Premio di Andalusia. Il circuito di Jerez ospita per la seconda domenica il motomondiale e lo scenario questa volta appare decisamente diverso rispetto a quanto visto appena sette giorni fa. Il pole position c'è sempre Fabio Quartararo, che precede nuovamente Maverick Vinales in griglia, ma la mancanza in pista di Marc Marquez spariglia parecchio le carte.

Il mattatore che nel corso del primo gran premio della stagione stava annichilendo gli avversari fino al momento della caduta, non sarà della partita. Ci ha provato Marc, ha stretto i denti durante la FP3 ed anche in FP4, ma poi ha deciso di deporre le armi, preferendo non rischiare inutilmente e scegliendo saggiamente di lavorare per tornare al 100% a Brno, il 9 agosto. Un forfait che spiana una vera autostrada per i suoi rivali, chiamati a conquistare la maggior quantità di punti di vantaggio possibile prima di vedere il grande favorito per la lotta al titolo tornare in pista. 

Lo sanno perfettamente i piloti due Yamaha ufficiali del 2021, che si giocheranno probabilmente la vittoria oggi, ma lo sa perfettamente anche Andrea Dovizioso, che oggi scatterà dalla 14a casella in griglia di partenza ed è chiamato davvero a compiere una impresa. Il terzo gradino del podio conquistato appena pochi giorni fa potrebbe sembrare un miraggio vista la pessima qualifica di cui si è reso protagonista Dovizioso, ma il passo mostrato dal pilota Ducati nel warm up lascia intendere che le chance di correre una bella gara ci siano tutte. 

Diretta MotoGP Jerez - Gran Premio di Andalusia 2020 – Incognita gomme per tutti

Per la Ducati l'uomo su cui puntare oggi potrebbe anche rivelarsi la grande sorpresa delle qualifiche, ovvero quel Pecco Bagnaia in grado di strappare una grandissima terza posizione in griglia. Se dovesse riuscire a scattare bene e sfruttare l'ottima partenza di cui è accreditata la GP20, Pecco potrebbe anche trovarsi a condurre il Gran Premio nelle fasi iniziali. Ha un buon passo, restare vicino a Quartararo e Vinales è una strategia quasi obbligata per tentare di salire per la prima volta sul podio della MotoGP

Alle sue spalle in griglia ci sarà poi il suo mentore Valentino Rossi, in grado di graffiare in qualifica ed arpionare una grande 4a casella di partenza. Rossi teme come al solito il decadimento delle Michelin sulla distanza, ma è consapevole di aver fatto dei sensibili passi in avanti rispetto a quanto visto domenica scorsa. Forse il podio è complicato da conquistare, ma una top five è un risultato quasi imprescindibile per il grande campione. Da tenere d'occhio anche Franco Morbidelli, che scatterà 6° a chiudere la seconda fila. Il pilota del Team Petronas è accreditato di un ottimo passo, per quanto visto durante la FP4 e il fatto di partire in posizione più avanzata rispetto allo scorso GP potrebbe spalancargli le porte per il podio.  

Diretta MotoGP Jerez - Gran Premio di Andalusia 2020 – Cronaca diretta

La nostra cronaca in DIRETTA LIVE del Gran Premio inizierà alle 13:45

Questa la griglia di partenza

GRIGLIA DI PARTENZA GP ANDALUSIA 2020 MOTOGP

Diretta MotoGP Jerez - Gran Premio di Andalusia 2020 – Previsioni meteo

La temperatura a Jerez è letteralmente alle stelle. In gara sono previsti circa 5 gradi in più per la temperatura dell'aria rispetto ai 34 vissuti la scorsa settimana, ma la vera problematica è quella relativa alla temperatura dell'asfalto. Oggi in gara potrebbe sforare il muro dei 60°, rendendo di fatto la gara una vera lotta per la sopravvivenza. 

On condizioni di questo tipo, saranno messi a durissima prova sia il fisico dei piloti che la loro capacità di gestione del consumo gomme, sottoposte a stress incredibili da questo punto di vista. Le nuove Michelin offrono maggiori garanzie rispetto al passato, ma senza dubbio gestire il cosumo delle gomme rappresenterà una delle chiavi per raggiungere il successo in gara. 

PREVISIONI METEO JEREZ

Diretta MotoGP Jerez - Gran Premio di Andalusia 2020 – WarmUp

Fabio Quartararo non fa prigionieri neanche in questo warm up, dimostrando di volere a tutti i costi conquistare la seconda vittoria di stagione qui a Jerez, scavando eventualmente un bel solco formato dai 50 punti di vantaggio che potrebbe ritrovarsi nei confronti di Marc Marquez domenica sera. Maverick Vinales ha tentato di replicare, ma il suo ritmo ed anche la sua velocità sul giro sono stati in questa sessione inferiori rispetto a quelli del rivale francese, suo futuro compagno di squadra.

Stamattina ha brillato Andrea Dovizioso, finalmente presente nelle prime posizioni e determinato a capovolgere un fine settimana che fino a questo momento è stato senza dubbio deludente. Bene anche Pecco Bagnaia, stamattina 4° ed in grado di mettere sul piatto un ottimo ritmo. Rispetto alla prima tappa del mondiale, Bagnaia sembra decisamente più competitivo ed oggi avrà la possibilità di riscattarsi, magari prendendosi il gusto di essere il primo pilota Ducati al traguardo. 

Nuovamente veloce Taka Nakagami, oggi 5°. Da quando Honda è orfana di Marquez, il giapponese è apparso rinvigorito e sta letteralmente salvando l'onore della HRC, viste le prestazioni di Alex Marquez e quelle del suo compagno infortunato, un Cal Crutchlow operato solo pochi giorni fa allo scafoide. 

Ancora al top Brad Binder, oggi sesto. Il sudafricano potrebbe essere un pilota da tenere d'occhio in gara, perché nel corso del primo gran premio della stagione aveva mostrato un passo allineato a quello del vincitore Quartararo, salvo poi mortificare con una uscita di pista tutto il suo potenziale. Stamattina non ha brillato invece Valentino Rossi, veloce per tutto il fine settimana ed oggi solo 12°. Valentino scatterà dalla 4a posizione in griglia e sarà determinante per lui essere autore di una buona partenza e tentare di restare attaccato al trenino dei migliori. 

Questa la classifica del Warm Up

WARMUP MOTOGP GRAN PREMIO ANDALUSIA 2020

Diretta MotoGP Jerez - Gran Premio di Andalusia 2020 – Dove vederlo in TV e Streaming

La diretta streaming del Gran Premio di Andalusia da Jerez sarà trasmessa in diretta tv sul satellite tramite Sky (canale Sky Sport MotoGP) e in differita su TV8 (canale 8 del digitale terrestre). Per gli abbonati a Sky è possibile vedere tutto il weekend della MotoGP anche in streaming tramite l’applicazione SkyGo. Il Gran Premio sarà trasmesso anche su DazN. Il riferimento per lo streaming, in chiaro e gratuito è la piattaforma web ufficiale del canale TV8. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti