Moto2, Jerez è tricolore! Vince Bastianini davanti a Marini e Bezzecchi

Prima vittoria in categoria per Enea e primo podio per Marco, con Luca splendido secondo. 9° Manzi, 12° Bulega, a terra Baldassarri e Dalla Porta

Share


Per citare un’altra grande giornata dello sport italiano, il cielo è azzurro sopra Jerez de la Frontera. La moto2 infatti ha regalato uno spettacolo totalmente a tinte tricolori, con tante storie da raccontare e tante prime volte. La prima volta da prima pagina è quella di Enea Bastianini, che in Andalusia ha colto la sua prima vittoria nella classe di mezzo.

Un successo di classe, ottenuto al termine di una corsa condotta sin dai primi giri, grazie ad un passo incredibile che gli ha permesso di passare in solitaria sotto la bandiera a scacchi. Non so come ho fatto. Già stamattina ero rapido ma in gara ho capito di poter vincere: ho spinto dall’inizio e negli ultimi giri sono riuscito a mantenere un sufficiente vantaggio su Marini, sono davvero felice e devo ringraziare il team”.

Chi ha cercato sino agli ultimi giri di “infastidire” Bastianini è stato Luca Marini, bravo a ricucire a metà gara il gap creatosi nelle prime fasi, ma costretto sul finale a mollare il colpo accontentandosi della seconda piazza. “Sinceramente sognavo di arrivare secondo e non essere felice, come oggi. Enea ha fatto un grande lavoro, sono riuscito a raggiungerlo a metà gara ma il surriscaldamento delle gomme e del motore non mi hanno aiutato, ma il secondo posto è molto importante per il campionato. Ho gestito bene la corsa, sapevo che questa gara sarebbe stata più difficile della prima qui a Jerez”.

L’altra prima volta da ricordare è quella di Marco Bezzecchi, che dopo la prima pole di ieri conquista oggi il primo podio in Moto2, grazie ad una gara intelligente e costante fino al traguardo. Una volta superata la bandiera a scacchi i due piloti dello Sky Racing Team VR46 hanno dato ancora spettacolo, finendo a terra nel tentativo di darsi la mano dopo la curva uno. “Mi sento alla grande – racconta Marco - specie dopo la difficile stagione passata. Ho lavorato tanto con il team e questi sono i risultati: mi sono toccato con Marini dopo la gara ma è stata davvero una grande giornata”.

Ai piedi del podio troviamo Sam Lowes, davanti alla prima Speed Up di Aron Canet, a Jorge Martin ed a Tom Luthi. Ottima nona piazza di Stefano Manzi dietro a Xavi Vierge, mentre Schrotter chiude la top ten davanti a Tetsuta Nagashima, capace di rimontare dalle retrovie ed ancora in testa al mondiale con due punti su Bastianini.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, finisce a punti Nicolò Bulega (12°), mentre chiude 18° Fabio Di Giannantonio. Giornata da dimenticare per Lorenzo Baldassarri (finito a terra), Lorenzo Dalla Porta (caduto) e Simone Corsi (ritirato).

LA CRONACA 

Allo start scatta al meglio Bezzecchi che precede Bastianini e Marini, 4° Navarro davanti a Canet, Lowes e Martin. Alla sei passa Bastianini, ora in testa alla gara, mentre alla 10 Marini passa Bezzecchi. Lowes risale e coglie la 4° piazza davanti a Navarro. 11° Bulega, 13° Di Giannantonio, 15° Corsi davanti a Manzi, 18° Baldassarri.

Quarto giro. Grande inizio di Bastianini, che ha ora 6 decimi su Marini e Bezzecchi, seguiti da vicini a Lowes. Staccato di qualche decimo Martin seguito da Navarro, Canet, Luthi, Schrotter e Vierge. 11° Bulega, 13° Di Giannantonio, 15° Manzi. A terra Dixon alla curva 6.

Nel giro successivo caduta per Lorenzo Dalla Porta alla curva 2.

Sesto giro. Navarro deve restituire una posizione per aver compiuto un sorpasso in regime di bandiera gialla.

Ottavo giro. Marini si avvicina a Bastianini, ora sono circa quattro i decimi di distacco tra i due azzurri. Fatica a tenere il passo del compagno Bezzecchi, che deve difendersi da Lowes. Più staccato Canet (5°), che precede Navarro, Martin, Luthi, Vierge e Schrotter. 11° Bulega, 13° Di Giannantonio, 16° Manzi davanti a Baldassarri e Corsi.

Decimo giro. Caduta per Navarro alla curva 9, mentre davanti sono sempre più vicini Bastianini e Marini, con Bezzecchi 3° davanti a Lowes.

Quattordicesimo giro. La coppia di testa resta compatta, mente Bezzecchi ha qualche metro di vantaggio su Lowes. 10° Bulega davanti a Nagashima, 13° Manzi davanti a Baldassarri e Di Giannantonio.

Sedicesimo giro. Enea Bastianini sta allungando! Otto decimi il vantaggio del romagnolo su Marini, 3° in solitaria Bezzecchi davanti a Lowes. 5° Canet davanti a Martin, Luthi, Vierge, Schrotter, Bulega. 12° Manzi, 14° Baldassarri, 17° Di Giannantonio.

Cinque giri al termine. Le posizioni del podio sembrano cristallizzate, con Bastianini definitivamente in fuga.

Tre giri alla fine. Grande rimonta di Nagashima, ora 10° davanti a Bulega. Caduta per Baldassarri alla curva 9.

Ultimo giro. Tutto è pronto per la tripletta azzurra! Bastianini vola verso il successo davanti a Marini e Bezzecchi. Enea Bastianini vince!!!! 2° Marini e 3° Bezzecchi!!! Caduta dopo il traguardo per Marini e Bezzecchi, finita a terra per darsi la mano. 4° Lowes davanti a Canet, Martin, Luthi, Vierge, Manzi e Schrotter, con Nagashima 11° al traguardo.

Share

Articoli che potrebbero interessarti