Moto3, Jerez, tripletta in qualifica per Suzuki: "Ma ora voglio il podio"

"Mi sono rotto le palle di fare solo pole position, è ora di tirare fuori una bella gara". Il pilota SIC58  firma la terza pole consecutiva davanti a Ogura e Rodrigo. Arbolino è 5°, Migno cade e partirà dalla 18° casella

Share


Niente da fare per nessuno, al sabato pomeriggio comanda sempre Suzuki. Questo il riassunto estremo delle qualifiche Moto3 di quest’oggi con il pilota SIC58 che, ancora una volta, la terza consecutiva, si è aggiudicato la pole position segnando il miglior tempo in 1:45.410.

“Ormai sono sempre al parco chiuso al sabato – ha detto Suzuki - Io sono contento di fare le pole ma mi sono rotto le palle di fare solo questo, è ora di fare una bella gara”

Per Suzuki, infatti, nelle precedenti due occasioni in Qatar e sempre a Jerez la scorsa settimana non sono arrivati risultati troppo convincenti. Per il giapporiccionese è il momento di cambiare passo anche alla domenica ed iniziare a pensare in grande. Secondo e battuto da Suzuki c’è un altro giapponese: Ai Ogura, distante quasi tre decimi dalla testa ma con 11 millesimi di vantaggio su Gabriel Rodrigo, terzo. 

Quarto tempo e seconda fila per Raul Fernandez che al suo fianco avrà Tony Arbolino e il leader del mondiale Albert Arenas. Alcoba, McPhee e Celestino Vietti completano lo schieramento dei primi nove piloti della griglia di domani che sicuramente ci regaleranno una partenza scoppiettante. 

Decima posizione per Jaume Masia davanti a Carlos Tatay e Kaito Toba. Nessuna traccia tra i migliori per il recodman della pista Andrea Migno che dopo una mattinata pazzesca è caduto nel corso del suo ultimo tentativo e che, quindi, partirà 18°. Davanti a se il Mig avrà Garcia, Oncu, Salac, Sasaki e Yamahanaca questi ultimi 3 passati dal Q1 come Tatay. 

Fuori dal Q2 Nicolò Antonelli che non è sceso in pista nell’ultimo tentativo del Q1, sicuro di avere il tempo giusto per superare il taglio. Per una pole position di Suzuki il team SIC58 si deve rimproverare l’errore strategico nel Q1. Male anche Romano Fenati che ha chiuso le sue qualifiche al 21° posto davanti a Stefano Nepa e Dennis Foggia. 27° Riccardo Rossi, 30° Pizzoli. 

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti