FP2 MotoGP Jerez: Nakagami salva la Honda, ma Vinales resta leader

LA COMBINATA Orfana di Marc Marquez, la HRC si gode il miglior tempo del giapponese in Fp2. Nella combinata però restano davanti a tutti Vinales e Rossi, che ha un gran passo gara

Share


ORE 15:10 - Termina qui la nostra cronaca LIVE della seconda sessione di prove libere a Jerez. La classifica combinata conferma l'ottimo Maverick Vinales davanti a tutti, con Valentino Rossi ancora alle sue spalle grazie all'ottimotempo segnato stamattina. Resta fuori dalla Q2 al momento Fabio Quartararo, che di certo rimedierà domani mattina durante la FP3. L'appuntamento con il nostro LIVE è per domani mattina alle 10:00 con la FP3 MotoGP, ma restate sintonizzati su GPOne.com perché a breve arriveranno tutte le dichiarazioni dei protagonisti della giornata di prove a Jerez. Stay Tuned!

Qui i tempi di oggi raffrontati con quelli di venerdi scorso durante JEREZ 1.

ORE 15:00 - La seconda sessione di libere del Gran Premio di Andalusia è terminata con una sorpresa, perché nessuno si aspettava di poter trovare una Honda in cima alla classifica vista la mancanza in pista della sua grande punta di diamante, ovvero quel Marc Marquez che prepara il gran rientro domani. Takaaki Nakagami però ha fatto questo bel regalo alla HRC issando la propria moto nei colori LCR in vetta alla classifica del pomeriggio davanti ad un pimpante Johann Zarco, finalmente davvero a proprio agio in sella alla Ducati GP19 del Team Avintia.

La terza posizione virtuale della sessione è stata conquistata da Pol Espargarò che si è trovato a precere con la sua KTM una seconda fila formata da tre Yamaha con in sequenza alle sue spalle Morbidelli, Vinales e Quartararo. In settima posizione Joan Mir, capace di mettere alle porprie spalle un ottimo Valentino Rossi. Il Dottore nel pomeriggio è stato molto incisivo soprattutto per quanto riguarda il lavoro svolto in ottica gara, mettendo assieme uno stint davvero interessante con gomme molto usate.  Alle sue spalle ha chiuso Pecco Bagnaia, secondo pilota Ducati in classifica dopo Zarco, ed in grado di avere la meglio oggi pomeriggio su Jack Miller. 

Per trovare Andrea Dovizioso si deve scendere fino alla 12a posizione, alle spalle di Brad Binder. Anche oggi il pilota della Ducati ha continuato il proprio lavoro sul passo gara e si è trovato a precedere a fine giornata il compagno di team Danilo Petrucci. Anche oggi pomeriggio i due piloti infortunati, ovvero Crutchlow e Rins, chiudono la lista dei tempi. La MotoGP è impegnativa e portarla al limite non è facile quando fisicamente non si è a posto. I due piloti rispettivamente in forte ad Honda LCR e Suzuki stanno però facendo un alvoro encomiabile per tentare di prendere il via della gara e raccogliere punti molto importanti per il campionato. 

ORE 14:56 - Il giapponese Nakagami strappa la migliore prestazione della FP2 a Jerez, davanti a Zarco, Pol Espargarò e Franco Morbidelli. Nessuno però migliora i riferimenti del mattino.

ORE 14:54 - Zampata di Nakagami, che adesso precede Zarco in classifica. 3° Pol Espargarò. 

ORE 14:52 - Adesso in tanti stanno decisamente spingendo. Bel tempo per Johann Zarco, che si prenda la seconda posizione alle spalle di Espargarò e sfora anche il muro del 1'38.

ORE 14:51 - Bel passo in avanti di Franco Morbidelli, che adesso si piazza in seconda posizione alle spalle di Pol Espargarò. Il pilota KTM sta girando ma non riesce a replicare il tempo segnato in precedenza. 

ORE 14:49 - Valentino Rossi ha portato avanti il proprio lavoro sul passo gara e nel pomeriggio sta utilizzando una media al posteriore con cui già aveva girato in mattinata. La priorità resta quella di limitare al massimo il consumo delle gomme per il pilota della Yamaha. 

ORE 14:46 - Mancano solo 7 minuti, ma ancora non è scattato il classico assalto al cronometro. Lo stesso Quartararo al momento non è in Q2. Di certo domattina avrà ampie possibilità di farlo, ma è strano che per adesso si accontenti di essere fuori dai 10 nella combinata. 

ORE 14:43 - I tempi in questa seconda sessione continuano a non essere allineati con quelli segnati in mattinata, ma probabilmente i piloti attenderanno l'ultimo momento disponibile per fare un vero e proprio time attack. Queste le immagini della caduta di Pol Espargarò, davvero fortunato a non urtare Zarco. 

ORE 14:41 - Migliora leggermente Nakagami, ancora miglior pilota Honda in pista. Alex Marquez naviga al momento in 16a posizione, mentre Cal Crutchlow è alle sue spalle. Senza Marc Marquez in pista, non ci sono piloti in grado di portare una moto HRC in top five. 

ORE 14:39 - Non ha perso tempo Pol Espargarò, che dopo essere rientrato velocemente ai box ha già inforcato la seconda moto e sta girando. Lo spagnolo vuole difendere la prima posizione della sessione. 

ORE 14:38 - Nessun danno particolare alla KTM di Pol Espargarò, che però probabilmente vede finire così il proprio turno. caduto anche Iker Lecuona, con la KTM del Tech3. 

ORE 14:35 - Questa la classifica quando mancano circa 20 minuti al termine. Pol Espargarò ha prima segnato il miglior tempo e poi incappa in una scivolata. Andando lungo in staccata ha quasi rischiato di prendere Zarco.

ORE 14:33 - Al momento ci sono 53° sull'asfalto di Jerez, una situazione molto simile a quella che c'era domenica scorsa in gara. Lo scenario perfetto per lavorare proprio sul passo gara. 

ORE 14:30 - Romano Albesiano di Aprilia commenta la situazione di Aleix Espargarò e della RS-GP 20: "Stiamo lavorando per tenere il motore un po' più. basso di giri, ma parliamo di 500 giri. Non sono 1500 giri come quasi si dice in giro nel Paddock. Stiamo cercando di essere prudenti, a casa stanno facendo del lavoro sul motore nuovo al banco per comprendere come procedere. La settimana scorsa il weekend di Aleix è stato un po' influenzato dai problemi di chattering di venerdì. E' bastato tornare domenica ad un assetto che definirei standard, e lui ha subito ritrovato la sua moto. In gara si sentiva molto veloce, aveva una bella confidenza ma poi è caduto. Siamo fiduciosi per questo fine settimana".

ORE 14:28 - Mir non riesce nel 4° settore a confermarsi al top e non migliora il proprio riferimento nonostante i primi 3 settori da record. In pista anche Alex Rins, che continua ad essere in difficoltà dopo l'infortunio alla spalla rimediato al termine delle Q2 della scorsa settimana. Rins adesso è 21° ma almeno ha ridotto il gap dai migliori, che in questo momento è 1,6 secondi. 

ORE 14:26 - Bel balzo in avanti per Joan Mir, che sale al 4° posto in classifica. Stesso step anche per Franco Morbidelli, ora 8°. Mir sta continuando a spingere forte, velocissimo nei primi due settori. 

ORE 14:23 - Adesso si fa vedere di nuovo la KTM con Pol Espargarò, che risale in seconda posizione alle spalle di Quartararo. Bagnaia adesso occupa la 5a posizione mentre Valentino Rossi è 7° e nuovamente abbastanza incisivo sin dalle prime fasi. 

ORE 14:21 - Questa la classifica al momento, con Quartararo a precedere Zarco e Vinales.

ORE 14:19 - Zarco commette un piccolo errore, ma dopo aver rialzato la Ducati riprende senza problemi la via della pista. Nel frattempo però è l'altro francese ad aver segnato il miglior tempo. Adesso è Quartararo a guidare la classifica, davanti al collega transalpino. 

ORE 14:17 - La classifica sta continuamente cambiando il proprio volto ed al momento è Zarco ad essere in vetta alla classifica. Il francese sta prendendo sempre più confidenza con la Ducati GP19 ed i risultati iniziano ad arrivare. Per adesso i piloti sono però lontani di riferimenti del mattino.

ORE 14:15 - Iniziano ad arrivare i primi riferimenti ed è Brad Binder a prendere il comando delle operazioni, davanti a Quartararo che però sembra aver chiuso il gas nella fase finale suo giro veloce. 

ORE 14:13 - Vinales sta seguendo come un'ombra Quartararo, che ha anche commesso un errore alla staccata della prima curva andando leggermente lungo senza però avere alcun problema. Il francese ha semplicemente allargato per poi rientrare in traiettoria. 

ORE 14:12 - Tutti in pista per la FP2. 

ORE 14:11 - Semafro verde a Jerez e Quartararo e Vinales entrano in pista assieme.

ORE 14:08 - Francesco Guidotti ha commentato ai microfoni di Sky il rientro in tempi record di Marc Marquez: "E' stata una sorpresa. Domenica sembrava che dovesse aspettare 6 mesi, e invece domani è qui. Non vorrei sembrare impopolare, ma se Marc ha deciso di correre vuol dire che se la sente, che può farlo. Non deve di certo dimostrare di essere il più bravo, è il migliore e basta. Ma secondo me questa cosa se la poteva risparmiare, anche in prospettiva futura. Ha perso una gara, si rimette in moto non al 100%. Ho delle perplessità, poi vediamo domani come sta e faremo delle valutazioni migliori. In ogni caso è coraggioso".

ORE 14:05 - La mattinata è stata senza dubbio positiva per Valentino Rossi, in grado di portare la sua M1 in seconda posizione alle spalle di Vinales. Rossi ha finalmente trovato le modifiche che gli consentono di avere la giusta confidenza con la moto, ma ovviamente il problema resta il consumo delle gomme sulla distanza. 

ORE 14:02 - Il riferimento cronometrico è stato segnato nella mattinata da un Maverick Vinales in gran spolvero, in grado di fermare il cronometro in 1'37.063, un tempo incredibile. Oggi in tanti dovranno lottare per guadagnarsi il momentaneo accesso alla Q2, per evitare di dover passare la terribile tagliola di superare la Q1 domani. 

ORE 14:00 - Buon pomeriggio e benvenuti alla nostra cronaca LIVE della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Andalusia, a Jerez. Manca poco al semaforo verde in pitlane che permetterà ai piloti di prendere la via della pista per continuare a lavorare sull'assetto delle moto come già fatto durante la mattinata. 

La prima sessione di prove libere è andata in archivio a Jerez e il dato che è emerso con una certa prepotenza è senza dubbio la velocità della Yamaha M1 sul tracciato andaluso. Maverick Vinales si è preso la soddisfazione di chiudere la sessione in prima posizione, precedendo un Valentino Rossi finalmente incisivo in sella alla M1 2020.

Alle spalle del duo Yamaha si è piazzato un ottimo Brad Binder in sella alla KTM, che ha preceduto Franco Morbidelli. Per trovare un'altra Yamaha si deve però scendere fino alla 13a piazza di Fabio Quartararo, che non ha probabilmente mai cercato realmente il tempo nella FP1, preferendo concentrarsi sul lavoro in ottica gara. Discorso simile per Andrea Dovizioso, decimo e senza mai essere in grado di lasciare il segno.

Come era previsto, Marc Marquez non è sceso in pista nella mattinata e quasi certamente non lo farà nemmeno nella seconda sessione di libere. Lo spagnolo vuole dare modo al proprio fisico di fare qualche piccolo passo in avanti prima di salire nuovamente in sella. 

La nostra cronaca LIVE della seconda sessione di libere MotoGP a Jerez scatterà alle 14:00

Questa la classifica della FP1 di Jerez

FP1 GRAN PREMIO ANDALUSIA - JEREZ

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti