Jeep Compass e Renegade 4xe: consumi e autonomia delle ibride plug-in

Presentate questa mattina le due nuove nate dello storico marchio, alla ricerca (forse completata) del mix perfetto tra connettività, potenza e rispetto per l'ambiente 

Share


Il percorso evolutivo di Jeep rispecchia appieno la filosofia che da sempre muove il brand e che l’ha reso famoso in tutto il mondo per i suoi valori inimitabili di libertà, avventura, autenticità e passione. Il passo più attuale di questo percorso raggiunge oggi il mondo dell’elettrificazione, attraverso tappe di avvicinamento che hanno definito l’approccio del brand a una propulsione ibrida plug-in capace di esaltare la proverbiale capability off road che contraddistingue ogni modello della gamma.

Un’elettrificazione senza compromessi, che si integra con l’impareggiabile contenuto tecnico di ogni SUV Jeep, e che rende Jeep Renegade 4xe e Jeep Compass 4xe veicoli di libertà totale capaci di portare a un livello superiore le proprie doti attraverso una delle tecnologie a basso impatto ambientale più avanzate. Tutti i modelli plug-in hybrid del marchio Jeep saranno caratterizzati dal badge 4xe, fondato su tre pilastri: efficienza, prestazioni, responsabilità. Saranno i SUV Jeep dai consumi più bassi di sempre, grazie alla tecnologia ibrida plug-in che offre una guida a emissioni zero ed è capace di assicurare autonomia e facilità di ricarica.

ESTETICA 

Esteriormente i modelli 4xe mantengono le caratteristiche stilistiche delle versioni termiche, ma si contraddistinguono per l’inedito colore blue che caratterizza il badge ‘Jeep’ sul frontale e i badge '4xe' e 'Jeep' sul posteriore. Anche i badge laterali con la scritta Renegade e Compass sfoggiano sfumature blue. La presa per la ricarica è protetta da un coperchio con sistema di apertura e chiusura a pressione, ed è situata sul fianco sinistro.

Nell’abitacolo, tutte le versioni presentano un nuovo schermo TFT a colori da 7” e un display touchscreen da 8.4” Uconnect con integrazione Apple CarPlay, Android Auto e radio DAB. Entrambi offrono schermate specifiche per la guida elettrificata. I modelli 4xe presentano il nuovo selettore del nuovo cambio automatico a 6 marce, il comando “rotary” del Selec-Terrain aggiornato con le modalità per la guida AWD elettrificata per inserire le diverse modalità di guida: Auto/Snow/Mud&Sand/Rock (quest’ultima solo su Trailhawk), inclusa la nuova modalità Sport esclusiva dei modelli Renegade e Compass 4xe, che enfatizza risposta acceleratore e reattività dello sterzo.

MOTORE

Jeep Renegade 4xe e Compass 4xe combinano un motore turbo a benzina da 1,3 litri con un motore elettrico situato sull’assale posteriore e alimentato da una batteria da 11,4 kWh ricaricabile durante la marcia o mediante una presa di corrente esterna: a casa, attraverso una presa domestica, utilizzando l’efficiente e pratica easyWallbox oppure l’avanzata Connected Wallbox, o da un punto di ricarica pubblica.

Da solo, l’efficiente propulsore turbo da 1,3 litri eroga due livelli di potenza, 130 CV e 180 CV a cui si aggiungono 60 CV prodotti dal motore elettrico per un totale di 190 CV (versioni Limited per entrambi e Business solo su Compass) e 240 CV (Trailhawk e S). In termini di coppia, il motore elettrico produce 250 Nm e il motore termico 270 Nm. Grazie alla combinazione tra il propulsore a combustione interna e il motore elettrico, Renegade e Compass 4xe assicurano prestazioni e un piacere di guida straordinari: l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in circa 7,5 secondi e la velocità massima è pari a 130 km/h in modalità elettrica e fino a 200 km/h in modalità ibrida.

UN ALLESTIMENTO PER TUTTI I GUSTI 

Le nuove Jeep Renegade 4xe e Jeep Compass 4xe PHEV prevedono una gamma composta dagli allestimenti  Limited, S e Trailhawk – tutti con configurazione a trazione integrale (eAWD) e cambio automatico a sei marce –  e, come descritto, due livelli di potenza complessiva: 190 o 240 CV. In più, solo su Compass, è presente anche l’allestimento Business.

Numerose le opzioni di personalizzazione, con diverse colorazioni per gli esterni - fino a 18 diverse combinazioni tra monocolore o bicolore con tetto nero (disponibili in base all’allestimento) sulla Renegade e 22 sulla Compass. La gamma colori comprende per entrambi le tonalità Alpine White, Glacier, Granite Crystal, Jetset Blue, Blue Shade, Sting Grey, Colorado Red, Carbon Black e Solid Black, cui si aggiungono 3 colorazioni specifiche per la Renegade: Bikini e Omaha Orange (su tutte le versioni tranne la S) e Matt Green (solo sulla Trailhawk) e 3 specifiche per la Compass (Ivory Tristrato, Blue Italia e Techno Green).

SICUREZZA 

Sul fronte della sicurezza, i nuovi modelli 4xe sono equipaggiati con i più avanzati sistemi ADAS disponibili, tra cui fari Full LED ad alta visibilità (di serie o a richiesta su Renegade in base alle versioni ), Bi-Xenon (su Compass), Forward Collision Warning e Lane Departure Warning Plus, Intelligent Speed Assist and Traffic Sign recognition (solo su Renegade), sensori di parcheggio anteriori (a richiesta su Compass) e posteriori – tutti di serie, cui si aggiungono a richiesta Blind Spot Detection, telecamera posteriore per la retromarcia ParkView con griglia dinamica, Park Assist automatico e il sistema Keyless go. Inoltre, su Renegade 4xe è di serie il nuovo dispositivo Drowsy Driver Detection (rilevatore di stanchezza) disponibile per la prima volta su un modello Jeep.

MODALITA' DI GUIDA ELETTRIFICATE

I clienti delle nuove Jeep Renegade e Compass 4xe potranno personalizzare l’esperienza di guida in base alle diverse necessità e tipologie di viaggio che si troveranno ad affrontare - sia che si tratti di spostamenti quotidiani in città per cui è ideale la guida in modalità full electric, sia che si affrontino percorsi extraurbani o una piacevole avventura off-road su strade sterrate a pieno contatto con la natura, in puro stile Jeep.

Il sistema presenta tre modalità di funzionamento - hybrid, electric e e-save. Il guidatore può attivare la modalità desiderata tramite l’apposito selettore situato sul tunnel centrale prima della leva del cambio. In tutte le modalità di guida sopra citate il sistema di frenata rigenerativa consente di recuperare energia durante le fasi passive della marcia (quali le decelerazioni o le lievi frenate). Inoltre, indipendentemente dalla modalità selezionata, Renegade e Compass 4xe viaggiano in modalità ibrida quando la batteria raggiunge il livello di carica minimo.

FRENATA RIGENERATIVA

La frenata rigenerativa è un elemento fondamentale della natura ecologica dei modelli 4xe, poiché consente di recuperare l'energia cinetica in ogni fase di decelerazione o di frenata. Invece di venire dispersa sotto forma di calore sui dischi freno, questa energia viene accumulata nel pacco batterie. In caso di brusche frenate di emergenza o quando si viaggia a velocità molto basse, per arrestare la vettura interviene il sistema freni tradizionale.

CONNETTIVITA’

Per l’esordio delle nuove versioni 4xe, FCA ha creato un ecosistema di servizi per accompagnare il cliente nel mondo dell’elettrificazione e nella scelta della propria vettura elettrificata. Un primo esempio di intuitività e semplicità è fornito dalla nuova App “GO 4xe LIVE” di Jeep, realizzata dal team di e-Mobility by FCA, che rappresenta un nuovo modo “digitale” e consapevole di vivere in anteprima l’esperienza offerta da una vettura ibrida plug-in, in ogni momento. L’app permette a chiunque di stabilire un primo contatto con le nuove tecnologie elettrificate, e di scoprire quali sono i vantaggi legati al passaggio all’ibrido.

Presto disponibile sulle piattaforme Android e iOS, l’app GO 4xe LIVE si scarica gratuitamente e, previa registrazione, si accede al mondo della mobilità elettrificata. Oltre al simulatore virtuale per conoscere i due nuovi modelli plug-in del marchio Jeep e a un test per individuare il proprio stile di guida, l’app aiuta a orientarsi sui due temi cruciali della mobilità elettrica: autonomia e tempi di ricarica.

Con GO 4xe LIVE si può simulare un viaggio come se si guidasse una Jeep Renegade o una Compass 4xe lungo un qualsiasi tragitto. L’app, infatti, effettua il calcolo dei chilometri percorsi e del relativo consumo indicativo di energia elettrica, oltre al monitoraggio dello stato della batteria e dell’autonomia residua dell’auto durante il percorso. Inoltre, l’app segnala le stazioni di ricarica lungo il tragitto, indicando l’eventuale necessità di ricarica in una di esse e, alla fine del viaggio, viene indicato il possibile risparmio economico e la CO2 non emessa rispetto alla vettura a motore endotermico utilizzata dall’utente. La simulazione del viaggio, inoltre, può avvenire in modalità “live” mentre si guida la propria vettura ma anche da remoto, impostando l’indirizzo di partenza e di arrivo desiderati e scoprendo in pochi secondi quali sarebbero state le prestazioni e i possibili risparmi offerti dalle Jeep Renegade e Compass 4xe.

Ricarica facile

La transizione verso una mobilità sostenibile elettrica ed elettrificata richiede innanzitutto lo sviluppo di una rete di stazioni di ricarica pubbliche e private per veicoli elettrici e ibridi plug-in. Contemporaneamente occorre anche ripensare a come produrre l’energia e a come distribuirla. FCA sta sviluppando soluzioni per fornire tutto ciò che serve, a cominciare dai punti di ricarica: vanno in questa direzione le circa 3.600 colonnine installate nelle concessionarie di tutta Europa e nei parcheggi degli stabilimenti, oltra agli accordi con Enel X ed ENGIE, leader nel settore dell’energia, per l’accesso semplice e immediato a punti di ricarica pubblici e domestici, come la easyWallbox.

Grazie a un’altra partnership, con Digital Charging Solutions (DCS), i clienti che sceglieranno Jeep Renegade e Compass 4xe avranno a disposizione il servizio digitale “My easy Charge”, che consentirà di accedere al più ampio network di servizi di ricarica pubblica a livello globale, gestito da DCS. Attraverso un’app dedicata e una sola card, questa soluzione offrirà l’accesso a più di 130 mila stazioni di ricarica in 21 Paesi europei. Con ENGIE Eps e Terna, infine, FCA e-Mobility ha sviluppato laboratori di tecnologie innovative, come il Vehicle-to-Grid (V2G), sistema in cui la vettura elettrica interagisce con la rete di distribuzione, restituendo o immagazzinando energia.

Share

Articoli che potrebbero interessarti