MotoE, Granado si conferma davanti a Ferrari. Bene i rookie e Casadei

Alle spalle del brasiliano incandescente duello per il secondo posto tra Ferrari, Aegerter e Tulovic. Quinto Casadei, penalità per de Angelis

Share


Nella prima gara della stagione 2020 del FIM Enel World MotoE Cup, Eric Granado ha conquistato il successo sul tracciato di Jerez de la Frantera. Il brasiliano ha avuto la meglio su Matteo Ferrari, bella prova anche per Dominique Aegerter e Lukas Tulovic. Nonostante la breve lunghezza di sei giri, uno in meno a causa delle alte temperature, la gara si è rivelata spettacolare con tanti sorpassi e colpi di scena.

Eric Granado riparte da dove aveva lasciato nel 2019, ovvera da una vittoria. Un fine settimana perfetto: miglior tempo nelle libere e nella E-Pole, giro veloce e primo posto. Un dominio netto, che pone il pilota del Team Avintia Esponsorama come l'uomo da battere in questo inizio di stagione. Dopo un buona partenza, il brasiliano è riuscito ad accumulare un buon margine di vantaggio sul resto del gruppo a suon di giri veloci. Concludendo con tre secondi di scarto.

"Sono felicissimo per il successo - debutta Granado - con la squadra abbiamo fatto un buon lavoro fin dai test di mercoledì. Eravamo consapevoli del nostro potenziale. Sono riuscito a tenere un buon ritmo per tutta la corsa, ma è soltanto la prima gara. La stagione è lunga. L'obbiettivo sarà non ripetere gli errori della passata stagione".

Seconda posizione per il campione in carica Matteo Ferrari, protagonista di un fantastico duello con i due rookie Dominique Aegerter e Lukas Tulovic. Il portacolori del Team Trentino Gresini è scattato perfettamente dalla quarta casella, ma il passo di Granado era inavvicinabile. Dopo aver temporeggiato per parte della gara in terza posizione, Ferrari ha sferrato l'attacco decisivo su Tulovic al penultimo passaggio. Un secondo posto incorraggiante in vista del gran premio di settimana prossima.

"La seconda posizione è positiva - spiega Ferrari - alla partenza ho recuperato una posizione, inserendomi in terza. Purtroppo sono rimasto alle spalle di Tulovic per gran parte della gara, ma Granado ne aveva di più oggi. Come ieri ha fatto la differenza nell'ultimo tratto di pista. Sono soddisfatto, cercheremo di migliorare qualcosa in vista del prossimo fine settimana".

A chiudere il podio Dominique Aegerter, a soli due decimi da Ferrari. Il mattatore dei test pre - season ha perso diverse posizioni alla partenza, ritrovandosi in settima. Nel corso dei successivi passaggi è tornato sul gruppo del podio con un ritmo forsennato, beffando all'ultimo giro il tedesco Lukas Tulovic.

"Mi dispiace per come sia partita la gara - dichiara il pilota Dynavolt Intact GP - da terzo in griglia, mi sono ritrovato settimo al termine del primo giro. Non è stato semplice recuperare, ma sono contento per il podio. Questa era la mia prima gara in MotoE, il mio ritmo costante. Ho imparato molto in sei giri, vedrò di mettere a frutto le cose domenica prossima".

Alle spalle del podio Lukas Tulovic (Tech3 Racing), autore di una bellissima gara e beffato proprio nel finale. Ottima quinta posizione per il giovane Mattia Casadei con SIC58, a precedere gli spagnoli Jordi Torres (Pons Racing 40) e Alejandro Medina (Aspar). Chiudono in zona punti gli altri italiani: dodicesimo Tommaso Marcon (Tech3 Racing), reduce da un infortunio al legamento del ginocchio destro, tredicesimo Niccolò Canepa (LCR).

Inizo di 2020 sfortunato per il sammarinese Alex de Angelis (OCTO Pramac). La direzione gara, infatti, gli ha combinato un doppio Long Lap Penalty causa partenza anticipata. Diciassettesima posizione finale e gara da dimenticare in fretta.

La MotoE tornerà in azione settimana prossima, sempre sul tracciato di Jerez de la Frontera, per il secondo appuntamento di questa pazza stagione 2020.

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti