MotoGP, Rins: domani mattina i medici decideranno se potrà correre a Jerez

Per Alex frattura del troncatere e una probabile lacerazione parziale di un muscolo ma nessun danno ai tendini della cuffia dei rotatori della spalla destra

Share


Alex Rins non sa ancora se potrà correre domani. Il pilota della Suzuki, dopo i primi esami in circuito presso la Clinica Mobile che hanno evidenziato una lussazione e una frattura alla spalla destra, è stato trasferito all'ospedale di Jerez, dove è stato sottoposto a diversi altrisemai, tra cui una risonanza magnetica, che ha rivelato una "frattura non dislocata del trocantere (l’articolazione sferica nella parte superiore dell'omero) e una probabile lacerazione parziale del muscolo minore del teres adiacente. Vi è anche un significativo edema muscolare visibile all'incontro tra il muscolo e i tendini, sebbene l'integrità dei tendini della cuffia dei rotatori non sia stata compromessa”.


Alex Rins, che si è qualificato al 9° posto, ha così descritto l’accaduto: “stavo entrando nell'ultima parte del giro e improvvisamente ho perso l'anteriore alla curva 11. Ho cercato di recuperare la moto, ma non ci sono riuscito, così sono entrato nella ghiaia della via di fuga ad alta velocità e ho deciso di abbandonare la moto per evitare di arrivare alle barriere. Purtroppo ho subito un infortunio e ho sentito molto dolore. Sono stato trasferito alla Clinica Mobile e poi all'ospedale dove hanno confermato che c'è un lesione, ma ancora non sappiamo se questo mi permetterà di correre domani. Ora voglio solo riposare bene e cercare di recuperare il più possibile, poi domani mattina i medici faranno la valutazione finale".

Share

Articoli che potrebbero interessarti