MotoE, Eric Granado in pole, 4^ Ferrari. Brutta caduta per Canepa

Qualifica sospesa per la caduta di Niccolò. Alle spalle del pilota brasiliano sorprende il tedesco Tulovic, terzo Aegerter. Domani alle 10:05 la gara

Share


Eric Granado ha conquistato la prima E-Pole della stagione sul tracciato di Jerez de la Frontera. La stagione 2020 del FIM Enel World MotoE Cup si apre, nuovamente, nel segno del brasiliano. Beffati i rookie Lukas Tulovic e Dominique Aegerter. Una qualifica che si è rivelata molto interessante e spettacolare, sospesa in seguito alla caduta di Niccolò Canepa, con i piloti della categoria elettrica che hanno aperto alla grande le danze in seguito al lungo periodo di inattività causa emergenza COVID 19.

Come lo scorso anno, la E-Pole è contraddistinta dal singolo giro in cui i piloti buttano il cuore oltre l'ostacolo in sella alla loro Energica Ego Corsa. Molto simile, per certi versi, a quella utilizzata nel Mondiale Superbike fino alla stagione 2008. 

Grazie al riferimento di 1'48"620, Eric Granado si è confermato l'uomo da battere anche nella giornata odierna. Nonostante il tempo sia più alto rispetto a quello ottenuto nelle libere, il pilota del Team Avintia Esponsorama è riusciuto a staccare quel tanto che basta il resto del gruppo. Facendo la differenza nella parte finale della pista, soprattutto nel terzo settore. Dopo un 2019 altalenante, concluso in terza posizione, il brasiliano si appresta a rivestire un ruolo da protagonista. Domani in gara partirà con i favori del pronostico, consapevole di avere un ritmo importante.

"Abbiamo svolto un ottimo lavoro con la squadra, fin dal mercoledì - dichiara Granado - sono contento della pole position, anche se ho fatto diversi errori. Specie nella prima parte di pista. Domani in gara troveremo delle condizioni diverse, farà meno caldo correndo di mattina. Abbiamo un buon passo, in tanti sono veloci. Sono convinto che faremo molto bene".

Sorprende con la seconda posizione Lukas Tulovic, autore di un giro formidabile, a soli 191 millesimi dal poleman. A lungo in testa al termine del suo tentativo, il portacolori Tech3 Racing è stato beffato da Granado proprio nel finale.

"Sono al settimo cielo - debutta Tulovic - oggi siamo riusciuti a compiere lo step decisivo che ci ha consentito di stampare questo tempo incredibile. Sarà emozionante partire là davanti, ma ci sono diversi piloti veloci. Dovremo battagliare duramente e cercherò di apprendere molto duranta la gara essendo la mia prima in MotoE".

Chiude la prima fila il mattatore dei test pre - season Dominique Aegerter, altro rookie di lusso della categoria, probabilmente il vero deluso di giornata. Lo svizzero, infatti, è risultato il più rapido nei primi tre settori del tracciato spagnolo, perdendo tutto il vantaggio nell'ultimo tratto. Il pilota Dynavolt Intact ha comunque dimostrato di avere un ottimo passo, i suoi 256 millesimi di ritardo non devono ingannare. 

"Da una parte sono soddisfatto perchè si è trattata della prima E-Pole della mia carriera, dall'altra sono un po' deluso - spiega Aegerter - purtroppo la gomma aveva un giro in più del normale perchè sono dovuto rientrare ai box dopo la bandiera rossa. Era importante partire in prima fila, domani sarà una gara tiratissima. Non vedo l'ora!"

In quarta posizione il campione in carica Matteo Ferrari (Trentino Gresini) con il tempo di 1'48"945, ad aprire la seconda fila dello schieramento. Nel corso delle libere ha completato diversi passaggi incoraggianti con le gomme usate e in gara sarà sicuramente della partita. Ottima quinta posizione per Alejandro Medina con la Ego Corsa di Aspar, a precedere il belga Xavier Simeon (LCR) con 450 millesimi di ritardo dalla vetta. 

Settima posizione finale per il sammarinese Alex de Angelis (OCTO Pramac) in 1'49"131, molto competitivo nella FP2 di ieri pomeriggio. A completare la top ten il giovane Mattia Casadei con SIC58. Quindicesimo Tommaso Marcon (Tech3 Racing), reduce da un infortunio al legamento del ginocchio destro. Da segnalare la violenta caduta di Niccolò Canepa alla curva Crivillé. Il portacolori del Team LCR è finito a terra mentre stava registrando parziali a livello di quelli di Eric Granado. Per fortuna, Canepa è risultato illeso ma la Ego Corsa è letteralmente distrutta. A proposito di infortuni, ieri sera Alessandro Zaccone (Trentino Gresini) è stato operato all'ospedale di Jerez. L'intervento è perfettamente riuscito e nei prossimi giorni effettuerà diverse sedute di fisioterapia per tentare un recupero lampo in vista del gran premio di settimana prossima.

La MotoE tornerà in pista domani, con la partenza della gara prevista alle ore 10:05 per una lunghezza di sette giri. La caccia al trono di Matteo Ferrari è partita!

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti