MotoGP, Rossi: "Alla VR46 Riders Academy si cresce come piloti e come uomini"

"Direi che va bene ai ragazzi, perché possono prendere qualcosa dalla mia esperienza e va bene anche a me, perché stare con loro mi aiuta a restare giovane"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Cosa è realmente la VR46 Riders Academy? E' difficile incasellare realmente la creatura di Valentino Rossi, che negli anni è cresciuta fno a diventare un punto di riferimento per chi nella vita vuole diventare un pilota ad altissimo livello. Non si tratta di una scuola, né di un gruppo di persone che curano semplicemente gli aspetti manageriali dela carriera di un pilota. In questo video pubblicato da Monster Energy, tutti i ragazzi che fanno parte dell'Academy e lo stesso Valentino Rossi, hanno raccontato cosa significhi davvero far parte di questo gruppo.

Perché la realtà è che probabilmente per ognuno di questi ragazzi, far parte di questo gruppo di piloti ha un significato diverso. Tutti hanno l'obiettivo di vincere in pista, di arrivare a competere al più alto livello nel motomondiale. Ma tutti attraversano anche il proprio percorso personale, che dall'esperienza nell'Academy può solo uscire arricchito. 

"L’idea alla base della Academy è quella di aiutare i piloti italiani ad arrivare al massimo livello - racconta Valentino Rossi -  qui ci sono piloti veloci, ma che hanno anche la giusta attitudine. Proprio qui, nel cuore. Mi piace aiutare i ragazzi a crescere come piloti ma anche come atleti e da un certo punto di vista anche come uomini. Va bene per loro, perché riesco a passargli la mia esperienza, e poi parliamo di tutto anche fuori dalla pista, delle ragazze, delle moto e di tutte le passioni che condividiamo. Ma è anche bello per me, perché mi aiuta a restare giovane, il che è davvero ottimo!".

Ognuno dei piloti coinvolti ha il proprio punto di vista, come Marco Bezzecchi che da quest'anno difende i colori dello Sky Racing Team in Moto2.

"Essere scelto dall’Academy ha rappresentato la migliore opportunità che abbia mai avuto. Valentino per me è sempre stato un idolo. Passa molto tempo con noi e questo è davvero bello perché è un vero amico".

Anche Niccolò Antonelli fa parte dell'Academy da diversi anni, ed è convinto che ci sia tanto da imparare in questo gruppo.

"Ogni sabato facciamo una gara, che serve tantissimo per imparare a controllare la moto. Poi si impara a lottare con gli altri piloti. Valentino è una persona davvero incredibile, perché se hai bisogno di chiedergli qualcosa, trova sempre il tempo da dedicarti. E’ il miglior pilota al mondo secondo me". 

Luca Marini è convinto che anche Valentino sfrutti bene questa opportunità.

"Con Valentino passiamo molto tempo assieme. Dopo ogni sessione in pista, la sera proviamo a chiedergli qualche consiglio. Capita anche che sia lui a chiedere qualche consiglio, perché alla fine corriamo sulla stessa pista, in condizioni simili e c'è sempre da imparare. Qui ci sono alcuni dei migliori piloti al mondo".

Share

Articoli che potrebbero interessarti