MotoGP, Petrucci: "Brutta caduta, sono fortunato a non essermi fatto più male"

"Sono scivolato in un punto molto veloce, spero che domani il collo non mi faccia troppo male. Non penso al futuro, voglio vincere ancora con Ducati"

Share


Con il ritorno dell’azione sono tornate purtroppo anche le cadute, e Danilo Petrucci è stato tra i primi a farne le spese. Il ternano infatti, che ha chiuso penultimo la giornata di test, è incappato in una brutta caduta dopo aver incolpevolmente trovato sulla sua strada l’olio lasciato dall’Aprilia di Aleix Espargarò.

“Ero insieme ad altri piloti e dietro alla moto di Aleix (Espargarò ndr) – apre Danilo - che in frenata ha iniziato ad emettere fumo, senza impedirgli di continuare a girare. Alla curva 11 però sono scivolato sull’olio, ho perso il davanti: è una curva molto veloce, così ho iniziato a rotolare ed a sbattere la testa più volte, ed una volta terminata la caduta ho sentito molto dolore. Purtroppo ho dovuto interrompere anzitempo la sessione più importante, quella nell’orario di gara, ma visto il forte dolore al collo che ho provato mi ritengo fortunato, e spero che domani il dolore non sia troppo forte”.

Per Petrucci dunque rimane provante solo la sessione mattutina, dove le sensazioni sono state (nonostante una classifica non particolarmente entusiasmante) positive.

“Stamattina sono rimasto sorpreso dalle sensazioni trasmesse dalla gomma morbida: non ho cambiato gomme durante la sessione e ho fatto il miglior tempo sul finale. La posizione ovviamente non era delle migliori, ma il passo mi ha soddisfatto. Pensavo inoltre di impiegare più tempo per riadattarmi alla moto, ma come per molti altri non è stato così”.

Il dato incontrovertibile della giornata è per tutti il grande caldo, che ovviamente è pronto a mettere in difficoltà anche il pilota Ducati.

“Correre con queste temperature sarà dura per le gomme ma soprattutto per i piloti. Mi sono allenato tanto nelle ore più calde per prepararmi, ma sarà una scoperta capire come tutte le varie componenti reagiranno alla situazione. Occorrerà guidare con calma, senza troppa irruenza in vista del finale. Le Yamaha? Sarà difficile mantenere il loro passo”.

In conclusione Danilo parla brevemente anche del capitolo mercato. La storia d’amore con Ducati è arrivata al termine, ma Petrucci vuole chiudere in grande stile.

“Ducati ha preso la sua decisione tempo fa, così ho dovuto agire di conseguenza, ma come ho detto altre volte ho un altro anno  di contratto con Ducati e voglio vincere ancora con questa moto. Mi aspetta un anno duro nel quale voglio fare il meglio possibile, migliorandomi come ho sempre fatto anche sotto l’aspetto mentale, per convincere e prepararmi al meglio in vista del futuro”.

Photocredits: Dorna

Share

Articoli che potrebbero interessarti