Dellorto lancia il 'Remote Garage' per i team di Moto3 e MotoE

Il fornitore ufficiale dell’iniezione elettronica per la Moto3 e del sistema acquisizione dati per la MotoE, sarà così in grado di rispondere in tempo reale a tutte le richieste tecniche dei team mantenendo il distanziamento sociale

Share


Per affrontare al meglio il nuovo contesto del GP di Jerez, Dellorto ha attivato un“remote garage” per le verifiche tecniche ed il supporto ai team in pista.

I protocolli di sicurezza previsti non consentono agli ingegneri di muoversi liberamente tra un box e l’altro, pertanto il “remote garage” consentirà di fornire una migliore assistenza.

Dellorto, fornitore ufficiale dell’iniezione elettronica per la Moto3 e del sistema acquisizione dati per la MotoE, sarà così in grado di rispondere in tempo reale a tutte le richieste tecniche dei team ed effettuare le verifiche in collaborazione con gli organizzatori.

Gli ingegneri, coordinati da Paolo Colombo, saranno al lavoro da casa con la possibilità di scambiare dati ed informazioni in collegamento con le squadre in pista.

Il “remote garage” nel Motorsport è l’equivalente dello “smart working” che l’azienda Brianzola dei sistemi di iniezione elettronica ha utilizzato per affrontare al meglio il lock-down e la nuova normalità che stiamo tutti vivendo. 

Grazie alla tecnologia di Dellorto sarà possibile accedere ad una virtual ECU: a partire dai file di acquisizione dati, gli ingegneri potranno accedere ad una ECU “virtuale”, tramite un’esclusiva soluzione già presente da anni nei software sviluppati da Dellorto e rivelatasi molto azzeccata in mancanza della centralina fisica.

Al di là dell’aspetto squisitamente tecnico, grazie al “remote garage” si intende mantenere alto il livello di relazione interpersonale, fondamentale nell’ambiente delle corse, in attesa di tornare a vivere a stretto contatto con la gente del paddock, in un ambiente unico come quello della MotoGP.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti