MotoGP, Rins: “Jerez? Mi sento più preparato che mai”

“La pista ha tante curve veloci e la Suzuki si adatterà bene”, Mir: “In questi mesi sono cresciuto e ora so di essere più forte”

Share


Gli spagnoli a Jerez vogliono recitare la parte di protagonisti e tra questi c’è anche Alex Rins. L’alfiere Suzuki non vuole infatti deludere le attese in Patria in sella a una moto che vuole mostrare di non essere da meno nel confronto con Honda e Ducati.

Lui lo sa bene e di conseguenza è pronto per la sfida: “Mi sento bene, più preparato che mai – ha detto Alex – ho trascorso il lockdown allenandomi in casa e sono pronto per iniziare. Dentro di me ho grande entusiasmo  e non vedo l'ora di farlo. Personalmente considero il tracciato di Jerez spettacolare, con molte curve veloci, ma so di potermi adattare”.

Domani il ritorno in sella alla sua Suzuki nei test: “E' passato molto tempo senza guidare la MotoGP, anche se mi sono allenato con la mia GSX-R1000, quindi vediamo come va – ha ricordato - durante la giornata di mercoledì cercherò di ristabilire le sensazioni che avevo in precedenza e lavorare sull’assetto”.

Nel box Alex ritroverà il compagno di squadra, ovvero Joan Mir, che come lui ha rinnovato il contratto con Suzuki nei mesi scorsi: “Fisicamente mi sento davvero bene – ha detto - avere questo tempo in più mi ha consentito di allenarmi ulteriormente e utilizzare la moto da crossa. Questo è stato un grande aiuto, perché sono cresciuto fisicamente e sento di aver più forza”.

Anche Joan scalpita per l’inizio del Mondiale: “Nel corso degli anni ho migliorato le mie prestazioni a Jerez – ha ricordato -è una pista che mi piace molto, spero quindi di ottenere un buon risultato. In occasione dei test di mercoledì riconfermeremo l’assetto di partenza e poi sarà importante trovare il ritmo, con l'obiettivo di essere competitivi a partire da venerdì”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti