Honda offre la SBK a Crutchlow. "La mia storia in MotoGP non è finita"

Cal vuole continuare a correre nel motomondiale ma Puig apre una porta: "ci sarà sempre una possibilità per Cal se vorrà considereare l'idea della SBK"

Share


Quale sarà il futuro di Crutchlow? Gli annunci fatti da Honda ieri lo hanno messo alla porta e, se ci fossero altri dubbi, Alberto Puig ha messo i puntini sulle ‘i’: “sfortunatamente non abbiamo moto per tutti i piloti e abbiamo preso questa decisione. Però credo che Cal verrà sempre ricordato con un uomo Honda, ha fatto tanto per la marca”.

Belle parole, me che non cambiano la situazione del britannico, che però non ha nessuna intenzione né di smettere né di lasciare la MotoGP.

Conosco da 3 mesi quale sia la situazione, ma come ho detto voglio continuare a correre e farlo in MotoGp” ha sottolineato Crutchlow a BT Sport.

Dove però? In questo momento l’unica possibilità sarebbe Aprilia, ma la decisione è nella mani del TAS e bisognerà ancora aspettare.

“Ho passato dei begli anni in LCR - ha continuato Cal - Tutte le mie 3 vittorie in MotoGP le ho conquistate con questo team, devo ringraziarli e la storia non ancora finita perché Nakagami non è ancora stato confermato. Sicuramente non è finita la mia storia in MotoGP”.

Sembra una risposta a una proposta arrivata da Alberto Puig, cioè quella di rimanere in Honda ma passare in SBK.

Honda ha una squadra in SBK e Cal avrà sempre un’opportunità se vorrà contemplare questa opzione, perché l’obiettivo di Honda è conquistare il titolo in un futuro prossimo in SBK” ha detto il manager spagnolo.

Share

Articoli che potrebbero interessarti