Dorna e FIM: grazie alla famiglia della MotoGP, nessun errore ammesso

Una lettera aperta a pochi giorni dal Gran Premio di Jerez per ricordare l'importanza di seguire alla lettera il protocollo sanitario

Share


A pochi giorni dalla partenza del campionato MotoGP i presidenti di FIM e Irta e il Ceo di Dorna hanno voluto mandare una lettere aperta a tutti i membri del paddock, ringraziandoli ma ricordando loro anche di prestare la massima attenzione al protocollo sanitario.

A tutta la famiglia della MotoGP,

La pandemia di Covid-19 è ed è stata una delle più grandi sfide che il nostro sport ha affrontato. Molto presto sarà il momento di tornare in pista con due GP consecutivi a Jerez, e siamo molto emozionati per la ripresa del nostro sport.

Vorremmo cogliere l'occasione per ringraziare ogni singolo membro della famiglia MotoGP, compresi produttori, team, piloti, funzionari, circuiti, commissari, volontari, emittenti, giornalisti, fotografi, sponsor, partner, società di servizi e personale dell'organizzazione per gli incredibili sforzi compiuti in questo difficile momento e per il duro lavoro svolto da tanti per permetterci di tornare a gareggiare.

Dopo tanto lavoro e fatica, in collaborazione con le autorità siamo riusciti a produrre un protocollo accettato per gli eventi con l'obiettivo di ridurre al minimo i rischi di infezione. Dobbiamo cogliere l'occasione per ricordare a tutti l'importanza delle misure di sicurezza e delle procedure mediche in atto che ci permettono di tornare in pista.

Prima di arrivare al Circuito de Jerez-Angel Nieto, ricordiamo a tutti che una volta effettuato il test, ogni membro del paddock deve isolarsi il più possibile ed evitare ogni inutile contatto con gli altri fino al nostro arrivo al circuito.

Quando saremo al circuito, il weekend di gara e il paddock avranno un aspetto diverso, in quanto il nostro protocollo medico completo garantisce i più alti standard di sicurezza per tutti i presenti all'evento: è essenziale che tutte le regole di confinamento siano seguite rigorosamente e che tutti i partecipanti si rechino solo al circuito e all'hotel.

Ci mancheranno molti membri del paddock, e siamo grati per il loro lavoro a distanza, e naturalmente, per ora purtroppo ci mancheranno anche tutti i nostri tifosi in tribuna.

Questo protocollo medico deve essere letto e seguito alla lettera, all'interno e all'esterno del circuito. Qualsiasi violazione del protocollo medico sarà presa molto seriamente e sarà immediatamente presa in considerazione dall'organizzatore.

La salute di tutti i membri del paddock è la nostra massima priorità, e vi ringraziamo per la vostra collaborazione nel garantire che possiamo tornare in pista in sicurezza per un altro incredibile weekend - e stagione - di corse.

Ogni singolo partecipante è responsabile del futuro del nostro sport.

Il Presidente FIM Jorge Viegas, il Presidente IRTA Hervé Poncharal  e il CEO di Dorna Sports Carmelo Ezpeleta

Ricordiamo che molti team saranno presenti con personale ridotto, il pubblico non sarà ammesso come i giornalisti di web, carta stampata e radio. Saranno invece presenti una selezione di fotografi e i giornalisti delle TV.

Share

Articoli che potrebbero interessarti