SBK, CIV: Pirro si riscatta e conquista Gara 2 davanti a Savadori

Sul podio del Mugello anche la Ducati di Cavalieri, 4° Vitali seguito da Gabellini e Zanetti, a terra Delbianco dopo un contatto con Mantovani

Share


Pirro-Savadori, ancora loro! Gara 2 al Mugello ha visto gran parte dei riflettori puntati sulla sfida tra la Ducati del pugliese e l’Aprilia del cesenate. Rispetto al sabato, questa volta però il copione è cambiato, dal momento che il pilota di San Giovanni rotondo è riuscito a portare la Rossa sul gradino più alto del podio.

Ha giocato di sciabola e fioretto Michele, utilizzando la stessa strategia di ieri. Ha aspettato i primi dieci giri per studiare l’avversario, in seguito piazzare l’attacco vincente che gli ha regalato la leadership della corsa. Una volta conquistata la vetta non se l’è più fatta sfuggire, arrivando incontrastato sotto la bandiera a scacchi. Non male quindi come risposta quella dell’alfiere Barni, che ha rimediato nel modo migliore all’errore di ieri.

Michele centra quindi il primo successo stagionale, mentre Savadori e la RSV4 1100 si consolano con il secondo posto dopo una gara che li ha visti al comando fino alla decima tornata. Nel finale Lorenzo ha provato a ridurre il gap dal rivale, ma ha preferito evitare rischi inutili, visto quanto accaduto ieri a Pirro.

Sul podio del Mugello c’è poi spazio anche per un’altra Ducati. È la Panigale V4 di Samuele Cavalieri, mentre quarto Luca Vitali. Il pilota romagnolo della BMW è riuscito ad avere la meglio in volata sulla Honda di Lorenzo Gabellini, mentre sesto Zanetti, che si è spento sulla lunga distanza dopo essere stato in lotta per il podio nelle prime battute di gara. Settima invece l’altra Aprilia, ovvero quella di Eddi La Marra.

Da registrare nel corso del primo giro un rovinoso contatto tra Mantovani e Delbianco con entrambi i piloti finiti a terra.    

Share

Articoli che potrebbero interessarti