SBK, CIV, Locatelli vince (senza punti) nella SS600. Gli avversari protestano

Carlo Fiorani: "Chi si lamenta sbaglia: i piloti di livello internazionale hanno sempre aiutato la crescita del CIV". Il successo finale è stato attribuito a Luca Bernardi (2° in gara) che ha preso pieni punti

Share


di Andrea Periccioli

Il fine settimana del primo appuntamento stagionale 2020 del CIV è iniziato e le polemiche sono già divampate. Il ritorno in pista del Campionato Italiano Velocità, è coinciso con quello di Andrea Locatelli.

Nei due turni di prove svolti in condizioni ottimali, il pilota di Alzano Lombardo ha stampato il miglior tempo. Quel tanto che basta per staccare in modo netto il resto del gruppo sui saliscendi del Mugello. Ma è giusto consentirgli di correre con la Yamaha da Mondiale?

Per l'attuale leader del Mondiale SuperSport si tratta di un vero tuffo nel passato, avendo conquistato il titolo italiano Moto3 nella stagione 2013. Una decisione maturata con la propria squadra, il Team Bardahl Evan Bros, in seguito allo stop forzato causa emergenza Covid 19. Un buon modo per prendere nuovamente confidenza con la Yamaha YZF-R6, in configurazione World SS600, in vista della ripartenza del Mondiale prevista ad inizio agosto.

Una scelta che, tuttavia, sta facendo storcere il naso ai suoi avversari di categoria. I punti incriminati sono specialmente il motore e la benzina, ben diversa da quella utilizzata nel CIV.

"Ho provato a stare con lui per qualche curva, ma quando siamo arrivati in rettilineo mi ha completamente sverniciato", queste le parole dell'abruzzese Matteo Ciprietti.

Dopo le sessioni di giovedì pomeriggio, si è passati a fare sul serio con i turni ufficiali. Nelle libere, Locatelli è riuscito a fermare il cronometro in 1'53''353. Basti pensare che il primo degli inseguitori, Luca Bernardi, è stato staccato di ben nove decimi. Gap che poi è salito ad oltre un secondo al termine della QP2, quando il portacolori di Evan Bros ha stampato uno strepitoso 1'52"757.

Nonostante le sole due giornate trascorse in pista, in molti vedono il "Loca" come il capro espiatorio di questa complicata situazione. Ma in realtà non è così. Infatti, il regolamento del CIV consente alle wild card di utilizzare moto in specifica Mondiale, ma senza ottenere punti validi per la classifica di campionato. Non a caso la vittoria finale di Gara 1 è andata al giovane Luca Bernardi, ma secondo sul traguardo a circa venti secondi dal lombardo. Per la squadra di Fabio Evangelista non si tratta altro che di un importante test di tre giorni in attesa della seconda gara della stagione a Jerez.

Malgrado le moto completamente Stock dei rivali, in questo contesto vanno considerati altri fattori come la condizione psico - fisica dello stesso pilota. Quelli del CIV corrono per la prima volta questo fine settimana, mentre il 24enne ha già avuto modo di disputare a febbraio la gara di apertura del Mondiale SS600 a Phillip Island.

Allo stesso tempo ci sono coloro che vedono la questione dall'altro lato della medaglia, come testimoniano le parole di Carlo Fiorani (PR di Honda Motor): "Nonostante il grande vantaggio di Locatelli, credo che la sua presenza possa fare bene al campionato. I piloti di livello internazionale hanno sempre aiutato la crescita del CIV. Non trovo giuste le lamentele degli avversari, nonostante anche io rientri in questa cerchia".

Dunque, Locatelli e Bardahl Evan Bros hanno semplicemente agito di conseguenza. Il problema di fondo sta nel regolamento del campionato. Una condizione sicuramente da chiarire in vista del prossimo round di Misano, previsto il 25-26 luglio, quando scenderanno in pista piloti del calibro del campione del mondo 2017 di categoria Lucas Mahias e Phillip Oettl. Senza dimenticare lo spagnolo Xavi Forès in Superbike.

Adesso non toccherà altro che dare nuovamente la parola al mitico tracciato toscano, oggi Gara 2 in programma alle 16:25. Dopotutto, anche quando le corse sembrano decise in partenza, possono regalare sorprese.

 

Photo credit: Bonora Agency (Locatelli website)

Share

Articoli che potrebbero interessarti