Suzuki e la concept bike che avremmo visto ad EICMA

La Casa di Hamamatsu aveva depositato quattro brevetti che sembrano pensati per mostrare nuove tecnologie. Avremmo potuto vederla a Milano

Share


Suzuki ha depositato ben quattro brevetti simultaneamente e tutti riguardano una concept bike che sembra chiaramente un veicolo a propulsione elettrica. Non si tratta di una concept bike definita in ogni dettaglio, quanto piuttosto di un puro esercizio ingegneristico, teso a mostrare potenziali strade per il futuro.

Il fatto che si tratti di un veicolo elettrico è palese grazie alle immagini del pacco batterie sistemato in posizione verticale tra le travi del telaio, una soluzione perfettamente compatibile con questo tipo di propulsione. Alcuni aspetti del design sembrano quasi più vicini a quelli di una sofisticata bicicletta elettrica piuttosto che ad una moto. Anche la posizione del motore è piuttosto insolita, trovandosi quasi sotto l’attacco del forcellone, obbligando ad un link con molla a sbalzo per la sospensione posteriore. 

Un altro aspetto ce colpisce è la modulabilità del disegno. Le batterie sono facilmente rimovibili, ma è il tipo di costruzione del telaio ad incuriosire. La parte anteriore della concept bike e quella posteriore sono infatti collegate tra loro grazie a soli quattro bulloni, che corrono sui lati del telaio. C’è poi una soluzione molto interessante per dissipare il calore, con un sistema che sembra pensato proprio per ridurre la temperatura della CPU del motore. Un raffreddamento dedicato alla sola parte elettronica dunque, con una soluzione allineata con quanto accade sulle vetture ibride di alte prestazioni, come la Honda NSX.

La predisposizione modulare della concept bike, suggerisce che l’idea possa essere quella di proporre due possibili propulsioni, una completamente elettrica e l’altra legata ad un classico motore endotermico. Avremmo potuto vedere questa concept bike in uno dei saloni di quest’anno, ma la cancellazione degli eventi principali ha ovviamente posticipato la presentazione di questa splendida idea.

Share

Articoli che potrebbero interessarti