SBK, Il CIV torna in pista al Mugello in diretta TV su Sky Sport

Il Campionato Italiano ripartirà questo weekend a porte chiuse ma in diretta su Sky Sport. Pirro contro Savadori sarà il duello dell'anno

Share


“E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Così Dante chiudeva la Divina Commedia nel 1472 e così potrebbe aprire un Canto oggi se fosse un appassionato di motociclismo. Basterebbe poco, il Sommo Poeta dovrebbe solo cambiare le sue "stelle" con le nostre "corse" e fare un riferimento alla ripresa delle gare del CIV. In realtà non si potrà “uscire” nel vero senso della parola, visto che la due giorni del Campionato Italiano Velocità al Mugello sarà a porte chiuse, ma comunque prove libere, qualifiche e gara reali, dopo mesi di virtuale, saranno per tutti noi appassionati una bella boccata d’aria. 

Il CIV riparte dalla vittoria di Michele Pirro del 2019, arrivata dopo una stagione di relativo controllo in sella alla Ducati Panigale V4 R preparata dal Team Barni che è sembrata sempre di gran lunga superiore alla concorrenza. Il tester MotoGP tenterà di alzare il trofeo nazionale SBK per la quarta volta consecutiva, vittoria che porterebbe il pugliese a otto titoli in tutte le classi.

Michele Pirro, però, non sarà l’unico pilota in “orbita MotoGP” nel paddock del CIV visto che in Casa Aprilia, dopo la confusione invernale del contratto SBK, è rimasto Lorenzo Savadori, tester della Casa di Noale per la topclass e alfiere del Campionato Italiano del team Nuova M2 Racing. Michele e Lorenzo si sono contesi la vittoria anche lo scorso anno ma oggi, con le modifiche ai regolamenti che ci sono state raccontate in una delle nostre dirette durante il lockdown da Marco Barnabò (Barni) e in una intervista telefonica da Enzo Chiapello (patron Nuova M2), le forze in gioco potrebbero essersi equilibrate. Alla Panigale verranno aggiunte delle zavorre e abbassati i giri motore, mentre ad Aprilia è stato concesso l’utilizzo della RSV4 1100cc. 

La battaglia tra i due sarà sicuramente interessante e vibrante fin da subito visto che tra Michele e Lorenzo c’è un grande rispetto. Durante la pausa entrambi sono intervenuti in diretta con noi di GPOne.com a QUESTO LINK trovate l’intervista di Pirro mentre QUI quella a Savadori. 

Nella entry list della stagione troviamo anche il gradito ritorno dell’Althea Racing che in questo 2020 schiererà Lorenzo Gambellini in sella alla nuova Honda Fireblade 1000 RR-R che nel mondiale è ancora in fase di “rodaggio” con il team HRC, Leon Haslam e Alvaro Bautista. Un outsider importante per la categoria potrebbe essere un ex mondiale ed ex Althea Racing: Alessandro Delbianco che entra nel CIV dopo una esperienza non facile nel 2019 e che come lui stesso ci ha detto in una intervista (che trovate QUI), vuole lasciarsi alle spalle dimostrando il suo vero valore. Alessandro correrà con la BMW del team DMR Racing. 

Tornando nel box Aprilia, in Nuova M2 al fianco di Savadori ci saranno due nomi molto interessanti: Eddi La Marra e Riccardo Russo (che dovrebbe entrare in azione dal secondo round della stagione). Eddi ha vinto (dominando) il National Trophy nel 2019 e finalmente rientra, 7 anni dopo il gravissimo incidente di Misano, in categoria SBK. “Vorrei stare nei primi cinque anche se so che sarà difficileci aveva detto Eddi ad inizio maggioSe cadessi male potrei morire, ma correre è ciò che mi fa sentire vivo”. Riccardo Russo, invece, dovrà vedersela con i primi km in moto dopo l’infortunio dovuto all’incidente stradale in cui era rimasto coinvolto a fine gennaio, QUI trovate la nostra intervista al pilota campano. 

Spostandoci in Casa Ducati, invece, oltre al favorito Michele Pirro nel team Barni ci sarà anche Samuele Cavalieri che cercherà di mettersi in mostra per ottenere una chance nel mondiale, provando a dare fastidio al suo compagno di squadra. "Prima vedevo Michele come una figura molto più in alto di me - ci aveva detto durante una intervista - ora so di potergli dare fastidio". 

Figura importante per Ducati in questa stagione è (e sarà) Lorenzo Zanetti, che correrà con il team Broncos in abbinata al suo lavoro come collaudatore della V4R per il mondiale SBK. Anche con Lorenzo avevamo fatto una chiaccerata telefonica negli scorsi mesi, la trovate a questo LINK.  Al Mugello questo weekend, come vi abbiamo detto QUI, ci sarà anche Andrea Locatelli che prenderà parte al primo fine settimana di gare con una R6 del Team Evan Bros, squadra con la quale ha vinto la prima gara del mondiale in Australia. 

Riflettori puntati anche sulle altre categorie per un totale di 221 piloti tra tutte le categorie, compresa anche la European Womens Cup. Il CIV, quindi, visti i numeri, si conferma un campionato con molto appeal e capace di attrarre investimenti anche in un momento così complicato per le aziende di tutto il Paese. Il weekend del Mugello sarà visibile in diretta su Sky Sport come ci aveva confermato Guido Meda qualche giorno fa

Noi aspettiamo l'accensione dei motori di venerdì dove, finalmente, si tornerà a fare sul serio e si potrà "uscire a veder le corse". 

Share

Articoli che potrebbero interessarti