Il Museo Benelli riapre (gratuitamente) al pubblico

Dopo quattro mesi di stop, sabato 4 luglio riapre al pubblico il Museo delle Officine Benelli di Pesaro. Ingresso gratuito per l’intero mese di luglio e numerose novità introdotte all’interno dei locali  

Share


Durante i mesi di chiusura infatti, si è lavorato senza sosta per implementare ed arricchire il percorso museale: all’interno delle quattro sale sono stati installati dei totem multimediali dove i visitatori potranno consultare materiale informativo inedito, come fotografie e documenti dell’epoca, ma anche nuovi video relativi ai modelli Benelli e Motobì presenti al museo. E’ stata inoltre ampliata con nuovi esemplari la splendida collezione di motociclette che ora conta circa 200 veicoli, ma anche la biblioteca, dove è possibile trovare tutti i numeri della rivista Motociclismo dagli anni ’50 ad oggi. 

In occasione della riapertura al pubblico, sabato 4 luglio, alle ore 10, presso il Museo delle Officine Benelli sarà inoltre presentato il progetto nato dalla collaborazione tra il Registro Storico Benelli e il liceo artistico F. Mengaroni di Pesaro. Si tratta della ideazione di un modello plastico in scala 1:200 dei 33 mila metri quadrati dei locali delle ex Officine Benelli di Viale Mameli, realizzato nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro della classe 5° A (a.s. 2018-2019) indirizzo architettura e ambiente, sotto la guida dei professori Giuliano Panaroni e Roberto Vanni e della dirigente dell’istituto, Serena Perugini.


E non potevano non ripartire da Pesaro, e dal Moto Club Tonino Benelli, i motoraduni nazionali validi come selettive del Campionato Italiano Turismo FMI. Sabato 4 e domenica 5 luglio, si tiene infatti a Pesaro il “Motoraduno del Mare” che, nel rispetto di tutte le normative vigenti per il contenimento della diffusione del Coronavirus, porterà in città tanti appassionati delle due ruote. Per tutte le info sul “Motoraduno del Mare” è possibile consultare il sito: www.officinebenelli.it.


Ricordiamo infine che, in linea con le direttive disposte dal Ministero in materia di sicurezza, tutti i visitatori al museo dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina ed utilizzare il gel igienizzante per le mani che troveranno all’ingresso. Anche il personale del museo, a sua volta, sarà dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale. Gli ingressi saranno contingentati e sarà necessario mantenere la distanza di sicurezza tra i visitatori. L’entrata e l’uscita al museo saranno differenziate con circuito ad anello in modo da far defluire i visitatori in sicurezza.

Share

Articoli che potrebbero interessarti