MotoGP, Adrenalina e traversi: Quartararo e Morbidelli piloti di rally

FOTO - Grazie all'evento organizzato da WITHU i due piloti Petronas e quelli di Sky VR46 hanno potuto provare le emozioni delle quattro ruote con Dani Sordo come maestro

Share


Cosa succede quando si prendono 6 piloti di moto e li si mette  al volante di un’auto da rally? Sicuramente tanti sorrisi e divertimento, come ha dimostrato “WITHU Experiences | Riders meet Rally”, l’evento organizzato da WITHU nella tenuta del Ciocco a cui hanno partecipazione di tutti i team uniti al marchio italiano di energia, telefonia, luce e gas: Hyundai Rally Team Italia, SKY Racing Team VR46 e Petronas Yamaha Sepang Racing Team.

Questa iniziativa senza precedenti, a cui ha partecipato Hyundai Motorsport con la collaborazione di Hyundai Italia, ha permesso a tutti i piloti impegnati in MotoGP con il marchio WITHU di scoprire l’esperienza del rally sia come piloti sulla Hyundai i20 R5 di Hyundai Rally Team Italia, utilizzata da Umberto Scandola nel Campionato del Mondo Rally WRC3, sia come passeggeri sulla stessa vettura e sulla Hyundai i20 Coupe WRC guidata dal pilota ufficiale Hyundai Shell Mobis World Rally Team Dani Sordo .

Le espressioni ed i commenti entusiasti dei piloti, di certo abituati a grandi velocità in pista ma non su strade di montagna e su quattro ruote, hanno riassunto alla perfezione le sensazioni che si sono respirate nel paddock allestito al Ciocco per tutta la giornata. Luca Marini, Marco Bezzecchi, Andrea Migno, Celestino Vietti dello SKY Racing Team VR46, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli del Petronas Yamaha Sepang Racing Team hanno apprezzato questa opportunità offerta da WITHU.

È stata un’esperienza pazzesca, prima di tutto guidare la Hyundai i20 R5 anche per solo due giri, ma sufficiente per capire come funziona, davvero speciale - ha spiegato Quartararo - Credo che l’esperienza come co-pilota al fianco di Umberto e Dani sia stata una delle più incredibili della mia vita. Il modo in cui percepisci la velocità è pazzesco, soprattutto perché sei su strade davvero strette. Spero di poterlo ripetere e di poter guidare ancora”.

Anche Franco Morbidelli si è goduto ogni momento: “è stata una giornata fantastica grazie a WITHU, Hyundai Rally Team Italia e Hyundai Motorsport. Abbiamo avuto un’esperienza fantastica con due piloti pazzeschi come Scandola e Sordo. Alla mattina abbiamo avuto la possibilità di guidare, ma nel pomeriggio abbiamo potuto provare e vivere questa esperienza come copiloti. Fantastico. Sono molto felice, è stata una grande scarica di adrenalina prima di iniziare la stagione”.

Luca Marini aveva già provato una macchina da rally a Monza. “Una gran giornata con il Team e WITHU:  tanta velocità e un percorso molto tecnico e impegnativo - ha commentato - Una strada tosta, stretta e difficile. Da vero rally insomma! Girare seduto a fianco di questi professionisti è stato particolarmente emozionante e, se vorranno, li aspettiamo in per pista provare il brivido delle due ruote”.

Marco Bezzecchi non ha potuto essere al volante, “ho fatto solamente da passeggero, ma devo essere onesto, il controllo alla guida e la facilità nella gestione della velocità e del cambio di pendenze mi ha impressionato moltissimo. Una bellissima emozione!”.

Andrea Migno non ha nascosto la sua emozione: “quando sono sceso dalla macchina di Sordo credo di aver tremato per almeno un paio di minuti! Rispetto alla prova del mattino, da passeggeri abbiamo avuto una reale percezione della velocità e della reattività e controllo del mezzo”.

L’avere preso la patente da pochi mesi non ha  fermato Celestino Vietti, protagonista anche di  un piccolo, e innocuo, incidente. “Prendere la patente a febbraio, rimanere chiusi in casa per due mesi e mezzo e poi tornare al volante di un’auto del genere e al fianco di questi professionisti è stata un’emozione particolarmente forte. Un graduale ritorno all’adrenalina delle gare grazie a WITHU e al Team Hyundai” ha detto.

Dani Sordo è stato entusiasta di fare conoscere il suo mondo ai colleghi a due ruote: “è stato molto divertente. Sono un grande fan delle due ruote, quindi vedere i nostri mondi che si fondono  è fantastico  E' stato un piacere tornare al volante dellaHyundai i20 Coupe WRC, anche se solo per una breve prova e condividere l'esperienza con i piloti. Conosco Fabio abbastanza bene, viviamo entrambi ad Andorra e ogni tanto ci alleniamo insieme; tutti i piloti sono stati coinvolti nella giornata e sembravano divertirsi! Ho un grande rispetto per quello che fanno su due ruote, quindi è stato bello condividere con loro un'esperienza di rally".

L’idea di questo evento è stata di Matteo Ballarin,Presidente di WITHU. La passione di WITHU per il motorsport, a due e a quattro ruote, non conosce confini. La voglia di tornare a correre è tanta e con questa giornata abbiamo voluto trasmettere la nostra energia positiva anche a tutti gli appassionati che ci hanno seguito attraverso i social. Credo che i sorrisi dei piloti siano il commento migliore alle grandi emozioni che abbiamo regalato oggi - il suo commento - E’ stata una giornata stupenda che finalmente ci ha permesso di condividere nel pieno rispetto delle norme per la sicurezza la passione per la velocità con i piloti che fanno parte della famiglia WITHU. Quando abbiamo pensato a Riders Meet Rally non credevamo che avrebbe potuto avere questa risonanza e siamo davvero molto soddisfatti di quanto abbiamo realizzato qui oggi. Ringrazio tutta la tenuta de Il Ciocco e il Senatore Marcucci per l’ospitalità, ovviamente Hyundai Rally Team Italia, Hyundai Motorsport, SKY Racing Team VR46 e Petronas Yamaha Sepang Racing Team, tutto il mio staff e i giornalisti che hanno partecipato e tradotto le sensazioni che abbiamo vissuto oggi. Non finisce qui. Appuntamento a Jerez per la prima stagionale della MotoGP 2020!”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti