SBK, Petrucci-KTM 'salva' Davies: "se va forte potrebbe rimanere in Ducati"

Ciabatti: "Sono contento se Danilo rimarrà in MotoGP. A questo punto aspetteremo per decidere su Chaz". Programmato un incontro con Stefano Cecconi boss Aruba, a Misano

Share


“Petrucci ha firmato con KTM? Bene, sono contento per lui, mi fa piacere che rimanga in MotoGP”.

Questo è il commento di Paolo Ciabatti alla notizia che, dopo l’incontro della scorsa settimana, il pilota ternano ed il suo manager, Alberto Vergani, abbiamo rapidamente trovato un accordo con la casa di Mattighofen.

Non è un mistero, del resto, che Petrux abbia lasciato un buon ricordo in Ducati, anche se la casa di Borgo Panigale ha deciso di fare a meno della sua manetta.

La cosa, che parrebbe acqua passata per la Ducati, ha invece tuttora molta influenza sulle decisioni della casa italiana perché a Danilo era stata offerta la sella della Panigale V4 attualmente occupata da Chaz Davies.

“A questo punto non c’è fretta - ha confessato Ciabatti, che potremmo ormai chiamare il Temporeggiatore, come Quinto Fabio Massimo, Politico e guerriero romano dell'età della seconda guerra punica - se Chaz dovesse farci vedere che ha finalmente preso le misure con la Panigale V4 potrebbe anche restare. Non è, poi, che la Superbike al momento offra tutta questa scelta”.

Severo, ma giusto, Paolo Ciabatti che in settimana a Misano incontrerà Stefano Cecconi, Ceo di Aruba, proprio per discutere sul futuro.

“Abbiamo anche in casa nell’Aruba.it Racing Junior Team, Michael Ruben Rinaldi - puntualizza Ciabatti - anche lui potrebbe essere un candidato qualora dimostrasse di essere cresciuto”.

Dunque per il momento Chaz è salvo, o meglio: è rimandato a settembre e, vista la brevità quest’anno del mondiale Superbike, sarà meglio che passi rapidamente l’esame.

Share

Articoli che potrebbero interessarti