Zanardi, il bollettino: "Quadro neurologico totalmente compromesso"

Nuovo bollettino medico al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, si valutano danni alla vista. L'Ironman è in coma farmacologico

Share


Tutto il mondo dello sport, e non solo, si sta stringendo attorno ad Alex Zanardi. L’Ironman italiano, che ha subito ieri un incidente in handbike, è stato operato in serata alla testa ed al volto, come vi avevamo raccontato in questo articolo. Questa mattina un altro bollettino medico parlava di un quadro neurologico serio con Zanardi in coma farmacologico e attaccato al respiratore.

Ora sorgono nuove informazioni, direttamente dal Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dove il direttore del dipartimento emergenza urgenza dell’Ospedale, Sabino Scolletta, ha parlato con la stampa dicendo che eventuali valutazioni sulle possibili conseguenze neurologiche e sulla compromissione della vista, potranno essere fatte in settimana. “Ad ogni modo – ha detto Scolletta - le condizioni di Zanardi sono stabili dal punto di vista cardiorespiratorio e metabolico. Ma il quadro neurologico è totalmente compromesso e questo ci impone una terapia farmacologica per stabilizzarlo”. 

“I rischi per Zanardi sono quelli di un edema celebrale – Ha detto il presidente della Società mondiale di Anestesiologia, Quirino Piacevoli – Le prossime 72 ore saranno critiche e a scandire il tempo è un piccolo catetere, la sonda che misura la pressione all'interno della scatola cranica che subito è stata impiantata, con un intervento di microchirurgia. Nel caso in cui si sviluppasse un edema celebrale Zanardi dovrà essere operato di nuovo ma non in microchirurgia”. 

Come abbiamo detto prima tutto il mondo dello sport si è stretto intorno ad Alex Zanardi, con tantissimi messaggi che sono arrivati dai social tra cui quelli dall’ambiente della Formula 1 e delle corse. Jean Todt, Presidente della FIA, su Twitter ha scritto che “tutta la comunità della FIA ti sta accanto in questo momento crudele. Le nostre preghiere sono rivolte a te”. Messaggi anche da parte di piloti ed ex piloti, significativo quello di Mario Andretti: “Sono così ansioso e spaventato per Alex Zanardi che trattengo il respiro. Sono un suo fan. Sono suo amico".

Share

Articoli che potrebbero interessarti