Zanardi: terminata l'operazione, le condizioni rimagono gravi

Alex è stato sottoposto a un intervento neurochirurgico. Il ct della Nazionale di Paraciclismo Valentini: "nessun errore del conducente dell'autotreno"

Share


Mario Valentini, commissario tecnico della nazionale di Paraciclismo, ha raccontato ai microfoni di Radio Capital l’incidente in cui è stato coinvolto Alex Zanardi.

Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti minuti, ma c’è voluto molto per metterlo su, lo assisteva la moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so - le sue parole - C’è un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato”.

Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po!. Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa, e poi c’era il rettilineo, all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria  - ha continuato Valentini - E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. C’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

Alessandro Cresti, giovane ciclista paraolimpico seguito da Zanardi, ha detto che Alex respirava ancora quando è stato caricato sull’elicottero.

Zanardi è ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte, l’intervento neurochirurgico è terminato.  "È in condizioni di estrema gravità. Con l'evoluzione del quadro forniremo tutti gli aggiornamenti possibili" ha dichiarato Francesco Giovanni Boca, direttore del pronto soccorso.

Share

Articoli che potrebbero interessarti