SBK, Superbike, Mercato 2021:Davies ringrazia Petrucci, ma addio ingaggio top

Kawasaki ha blindato Rea, mentre Petrucci in KTM favorirà la permanenza di Davies in Ducati, ma non tutti sono al sicuro

Share


Le corse riprenderanno tra circa un mese e allora c’è il mercato con le proprie trattative a tenere banco. Se in MotoGP si aspettano gli ultimi botti, in Superbike gli affari sono appena iniziati. È il caso della Kawasaki, giusto per fare un esempio, che dopo il prolungamento contrattuale con Alex Lowes, stamani ha ufficializzato il rinnovo a vita con Johnny Rea.

C’era da immaginarselo che il matrimonio tra Johnny e KRT continuasse, anche perché l’unico team in grado di poter assicurarsi il Cannibale sarebbe stata la Honda. D’altronde lo si sa: Kawasaki è una sorta di seconda casa per Rea e di conseguenza proseguire non poteva che essere la scelta migliore.

Arrivati a questo punto, la sensazione è che il mercato 2021 non sarà certo all’insegna dei botti come accadde lo scorso anno, quando mezzo paddock decise di cambiare. Detto di Kawasaki, tra i nodi ancora da risolvere c’è quello della Ducati, dove si attende il nome del pilota che affiancherà Scott Redding nella prossima stagione. La sensazione è che Ducati proporrà un contratto annuale a Chaz Davies, al fine di garantirgli la sella della Panigale V4 anche nel 2021.

Nell’ultimo periodo si era a lungo discusso del passaggio di Danilo Petrucci in Superbike, ma i colpi di scena delle recenti settimane hanno a dir poco stravolto il copione. Con l'approdo di Pol Espargarò alla Honda, tutti gli indizi portano a Petrux quale sostituto dello spagnolo in KTM. E allora i giochi sono praticamente fatti, perché una volta che tutte le operazioni saranno definite, Chaz Davies avrà la certezza del posto in Rosso. Per Ducati non avrebbe infatti senso guardare altrove, ancora di più visti i rapporti che legano il gallese alla Casa di Borgo Panigale. Ovviamente peró dovrà dire addio al suo ingaggio da top.

Saltando invece in casa Yamaha, si aspetta una risposta da parte di Michael van der Mark, verso cui il team ha già avanzato una proposta di rinnovo. L’olandese pare intenzionato a non cambiare nella prossima stagione, a meno di clamorose offerte.

Eppure, qualcuno a rischio c’è. Già, perché Leon Camier dovrà strappare la conferma con Barni. L’inizio dell’avventura di Leon con la squadra tricolore non è stata certo delle migliori, tanto da suscitare più di un dubbio a Barnabò. Adesso avrà 6-7 round per garantirsi la permanenza in sella alla V4 del team orobico.

Infine, volgendo uno sguardo in casa Honda, resta da capire quale sarà il futuro di Leon Haslam. L’idea della HRC è quella di affiancare a Bautista un top rider e di conseguenza la situazione del britannico non pare così salda come inizialmente sembrava. In BMW anche Sykes e Laverty sono in scadenza, ma a quanto pare dalla Germania non c’è l’intenzione di apportare grandi stravolgimenti, nonostante gli scarsi risultati.

Intanto l’estate si avvicina e di botti ne vedremo ben pochi rispetto a un anno fa.

Articoli che potrebbero interessarti