SBK, Coronavirus: i top team disertano i test di Misano per Barcellona

BMW, Honda e Yamaha rinunciano, solo Kawasaki e Ducati in azione sul tracciato romagnolo a seguito delle norme che regolano gli spostamenti tra i vari Paesi  

Share


L’appuntamento è per il prossimo 2 agosto, quando a Jerez si rialzerà finalmente il sipario su quel Mondiale che si era interrotto lo scorso febbraio a Phillip Island. Non manca quindi l’attesa in vista del round spagnolo, tanto che squadre e piloti già stanno affilando le armi.

La prossima settimana, infatti, nelle giornate di mercoledì 24 e giovedì 25, alcune delle squadre della classe regina saranno di scena sul tracciato di Misano per una due giorni di test. Tra coloro che hanno risposto all’appello ci saranno Kawasaki e Ducati. Sarà quindi la prima occasione per rivedere un confronto diretto in pista tra Scott Redding e Johnny Rea. Insieme a loro anche Chaz Davies e Alex Lowes.

Mancheranno invece alcuni top team come BMW, Honda e Yamaha, i quali hanno optato per puntare tutto sulla due giorni di test a Barcellona, che sarà in programma l’8-9 luglio. Come ben sappiamo da quest’anno il tracciato catalano entrerà a far parte del calendario delle derivate e di conseguenza il test sarà l’occasione per iniziare a prendere riferimenti e farsi trovare pronti in vista dell’appuntamento di settembre.

Tornado invece alla due giorni di Misano, come anticipato si registrano rinunce pesanti e tra queste ci sono ad esempio la Yamaha. A seguito delle norme che regolano gli spostamenti tra i vari Paesi, qualora il team PATA avesse deciso di recarsi in Romagna, una volta rientrato nel Regno Unito il personale della squadra avrebbe dovuto osservare le due settimane di quarantena. A tenere banco c'è poi il discorso legato a un pilota come Garrett Gerloff, che difficilmente avrebbe potuto lasciare gli Stati Uniti. E che dire della Honda, i cui ingegneri giapponesi non possono ancora lasciare il Continente asiatico a meno di strette necessità di carattere lavorativo. Un tema su cui Lin Jarvis si era già espresso la scorsa settimana.  

Il cammino che porta a quella normalità a cui eravamo abituati nel mondo delle corse appare ancora lungo. Si dovrà quindi avere pazienza e aspettare. Dal mercoledì 1 luglio è però previsto un nuovo allentamento in merito allo spostamento tra i vari Pasi, così come lo sblocco legato al discorso inerente l’osservanza della quarantena.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti