SBK, Il Covid posticipa al 2021 il debutto del campionato Europeo Yamaha R3

Il nuovo progetto si sarebbe svolto in concomitanza con 8 round del mondiale SBK. Dosoli: "Le restrizioni ed i protocolli avrebbero avuto un impatto negativo"

Share


Il futuro dovrà attendere. Yamaha Europa infatti è costretta ad annullare l'edizione inaugurale del campionato Europeo Yamaha R3 2020, a causa della continua incertezza che circonda l’emergenza Covid, ma prevede di proseguire con la serie nel 2021.

Il debutto del nuovo progetto era stato fissato per il 2020 a fianco di otto round del Campionato Superbike, a seguito della collaborazione tra Yamaha Motor Europea, FIM Europa e Dorna, e supportata da JiR (Japan Italy Racing). Purtroppo però le restrizioni di viaggio e i necessari protocolli di sicurezza, che avrebbero avuto un forte impatto sull’allenamento dei giovani, insieme alle preoccupazioni per l'aumento del personale nei round del mondiale, hanno costretto gli organizzatori a cancellare il campionato per la stagione alle porte.

Nonostante questo Yamaha non si è data per vinta, ed ha già annunciato il suo impegno nell’inaugurare il trofeo a pieno regime durante la stagione 2021. Rivolto ai piloti a partire dai 12 anni di età, il campionato rappresenterà un primo passo ideale ed economicamente vantaggioso verso la scena mondiale, come anticipato su questi schermi quando il progetto su annunciato. 

"Con grande rammarico abbiamo dovuto prendere la decisione di annullare - spiega Andrea Dosoli - la nostra neonata manifestazione. Le restrizioni introdotte per combattere la pandemia sono state attenuate a un ritmo diverso dai vari paesi, il che potrebbe comportare l'impossibilità per alcuni piloti di recarsi alle gare. Inoltre, i necessari protocolli di sicurezza sarebbero difficili da implementare per un gruppo così numeroso di piloti, e il requisito della distanza sociale avrebbe un impatto negativo sulla filosofia di coaching e mentoring, che è una parte così importante del campionato”.

Articoli che potrebbero interessarti