Tu sei qui

MotoGP, Ezpeleta: "GP fuori Europa? La stagione finirà entro il 13 dicembre"

Il Ceo di Dorna commenta il calendario MotoGP 2020: "la Malesia potrebbe essere la gara di chiusura, ma dovrebbe essere aperta al pubblico"

MotoGP: Ezpeleta:

Il gran giorno è arrivato, la MotoGP è pronta a ripartire, con un calendario di 13 gare e la possibilità di correre fuori dall’Europa a novembre. È senza dubbia una buona notizia, non solo per i tifosi ma per tutto il paddock che è pronto a disputare la stagione più complicata della sua storia.

A commentare il nuovo calendario è Carmelo Ezpeleta, Ceo di Dorna.

Cosa ci può dire del calendario?

"È stato un lavoro duro da parte nostra e da parte dei promoter, finalmente abbiamo ottenuto queste possibilità. Una volta approvato il protocollo, siamo in grado di proporre questo calendario. In linea di principio ci sono alcuni circuiti dove ripeteremo le gare una settimana dopo l'altra, perché questo rende le cose più semplici per gli spostamenti e per seguire il protocollo, anche se ce ne sono altri dove faremo una sola gara. Quando ci siamo imbattuti nel problema della pandemia, ci siamo resi conto di potere fare 13 gare e poi, se sarà possibile, andare fuori dall'Europa sarà interessante. Le gare fuori dall'Europa dovranno essere confermate prima della fine di luglio, il nostro accordo con i costruttori e con i team è di finire il campionato entro il 13 dicembre, il che significa che dovremo decidere quali gare fare, se saranno possibili tutte, fuori dall'Europa. È una proposta e decideremo entro la fine di luglio".

Quindi aspetterete di vedere come si evolverà la pandemia e di ottenere le autorizzazioni dalle autorità per le ultime quattro gare di fine anno?

"Dobbiamo aspettare perché, come abbiamo detto in precedenza, per fare le gare fuori dall'Europa è necessario che ci siano gli spettatori. Aspettiamo di vedere lo sviluppo delle misure sanitarie negli Stati Uniti, in Argentina, in Malesia e in Thailandia, e poi vedremo quali sarà possibile inserire nel calendario".

La stagione, potenzialmente, potrebbe finire in Malesia?

"Vedremo. E' una possibilità, ma tutte le gare fuori dall'Europa sono in attesa e non lo sappiamo con esattezza. Se non ci saranno gare fuori dall'Europa, allora il campionato finirà come ogni anno a Valencia, altrimenti dipenderà da quali gare saremo in grado di fare, ma la Malesia è una possibilità".

Cosa ci può dire di più sul protocollo per le gare?

"Il protocollo è il più difficile che abbiamo affrontato. L'abbiamo presentato a tutti. Se la situazione migliorerà ci potrebbero essere dei cambiamenti, ma sempre in accordo con le autorità, ad oggi il protocollo che abbiamo presentato a tutti, dai team alla FIM, è quello che useremo dall'inizio del campionato".

Anche il calendario della MotoE è stato ufficializzato.

"Sì, ci saranno cinque round: due a Jerez, due a Misano e uno in Francia. Il secondo round di Misano e quello di Le Mans avranno due gare".

Ha un messaggio per il paddock?

“Auguro la migliore stagione possibile. La cosa più importante è che tutti si prendano cura della propria salute, e come sempre, auguriamo a tutti una stagione felice senza incidenti”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy