Kawasaki ZX-25R: ecco il prezzo della piccola Ninja 4-in-linea

La casa giapponese ha reso noto il prezzo in Nuova Zelanda, che la rende sostanzialmente più cara di una ZX-6R. Per ora non è attesa in Europa, anche per motivi di omologazione, ma a qualcuno piange il cuore...

Share


Il pubblico è letteralmente infiammato da questa piccola sportiva, con un cuore da 250 cc ultra pepato, grazie al fatto di essere un plurifrazionato dal sapore di altri tempi. Si tratta infatti di un quattro cilindri in linea in grado di girare a regimi nell'ordine dei 17 mila giri, erogando la bellezza di 240 cavalli / litro circa, vista la potenza di quasi 60 cavalli

Si tratta di potenze e caratteristiche che ricordano le 400 cc sportive degli anni '90, ma che qui sono abbinate ad una ciclistica leggera, moderna e raffinata, che fanno di questa "motina" un gioco perfetto anche per piloti come Jonathan Rea (qui il suo on board). La abbiamo recentemente sentita al banco con uno scarico Yoshimura ed un sound da pelle d'oca, ora ne viene svelato per la prima volta il prezzo.

Costruita intorno ad un telaio derivato dal campionato SBK, con una forcella a steli rovesciati da 37 mm, una sospensione orizzontale al posteriore, non mancano chicche come un raffinato controllo di trazione o il quickshifter per il cambio. 

In Nuova Zelanda, al cambio attuale, verrà proposta all'equivalente di 9.200 euro, che su quel mercato è di poco superiore a quello di una Ninja ZX-6R. Un oggetto tanto raffinato quanto costoso quindi, che ci fa ragionare sul fatto che la scelta di non portarla in Europa non sia legato esclusivamente alla omologazione Euro 4, ma anche alla possibilità che il nostro mercato non sia in questo momento pronto ad accoglierla come si deve, alla luce di un prezzo così elevato. Ora che ci si avvicina alle prime consegne, qualcuno potrà farsi un insano pensiero e organizzare l'importazione di un esemplare solo uso pista, chissà! 

Share

Articoli che potrebbero interessarti