MotoGP, Ezpeleta: "Il calendario fra pochi giorni, tutti i GP a porte chiuse"

"In linea di principio non ci sarà il pubblico, almeno che le autorità locali non lo permettano. Nessuna doppia gara fuori dall'Europa"

Share


Spero che il calendario possa essere pubblicato mercoledì o giovedì” parola di Carmelo Ezpeleta, boss di Dorna che in questi mesi ha fatto di tutto perché la MotoGP potesse ripartire. Ci siamo quasi e, sistemati gli ultimi dettagli, potrà essere reso pubblico il piano. Almeno per quanto riguarda l’Europa, perché per i GP oltreoceano si prende ancora un po’ di tempo: “il 31 luglio è la scadenza”.

Il motociclismo ha bisogno di tornare in pista e il 19 luglio è la data dell’inizio, a Jerez, con un doppia gara anche la domenica successiva.

Al momento non abbiamo in programma di correre con il pubblico - ha voluto sottolineare Ezpeleta ad AS - Più avanti, man mano che le cose procederanno di vedrà. Andremo in Paesi diversi, quindi dipenderà dalle normative ogni nazione. Se andremo in posti in cui si potrà avere il pubblico allora lo avremo, altrimenti no. Correremo con gli spettatori quando le autorità lo permetteranno, in linea di principio le gare sono programmate senza pubblico.

E anche senza giornalisti della carta stampata (intesi anche come quelli dei siti web), solo quelli delle tv potranno essere presenti.

Se le cose cambieranno più avanti, allora modificheremo le cose, però al momento non le sale stampa non verranno aperte” ha specificato.

Per quanto riguarda le trasferte fuori dall’Europa, non sono stati ancora cancellati i GP di Texas, Argentina, Thailandia e Malesia, anche se sembra molto improbabile potere andare a correre in America. Una cosa è però già chiara: “non credo che ci saranno doppie gare fuori dall’Europa, anche se non è stato ancora deciso. Inoltre ci suono buone possibilità di correre in Francia, avremo  la  conferma in questi giorni” ha affermato Ezpeleta.

Share

Articoli che potrebbero interessarti